Mercoledì 20 Giugno 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > lex

Cosa significa Novel Food

Mosche, cavallette, larve della farina, grilli, bachi da seta e altri insetti edibili. Cosa c'è da sapere, dal punto di vista normativo, per avviare un'attività che li preveda nella sfera alimentare? Valgono i medesimi temi di tracciabilità, controllo di filiera, sicurezza sugli standard qualitativi e sanitari, che valgono anche per altri alimenti?

Giorgia Antonia Leone

Cosa significa Novel Food

Si sostiene con evidenze scientifiche che alcuni insetti (come ad esempio: mosche, cavallette, larve della farina, grilli e bachi da seta) siano ricchi di proteine da un punto di vista nutrizionale ed abbiano persino caratteristiche importanti di ecosostenibilità.

È già possibile trovarli nella loro forma edibile in alcuni paesi dell’Unione Europea (ad esempio in Belgio), assolutamente in “regime di tolleranza”. Di tali prodotti se ne parla nel Regolamento (UE) 2015/2283.

Il Regolamento UE prevede che i 'novel food', così chiamati in gergo, vengano comunque sottoposti a una specifica autorizzazione all’immissione in commercio e, come è stato chiarito dalla Direzione Generale Igiene, Sicurezza alimenti e Nutrizione del Ministero della Salute italiano: «Alcuni Stati membri hanno ammesso, a livello nazionale, la commercializzazione di qualche specie di insetto in un regime, appunto, di “tolleranza”.

In Italia, invece, sia chiaro ancora «non è stata ammessa alcuna commercializzazione di insetti» e di conseguenza l'immissione in commercio «potrà essere consentita solo quando sarà rilasciata a livello UE una specifica autorizzazione in applicazione del regolamento».

L’E.F.S.A., ossia l'ente europeo per la sicurezza alimenare che ha sede a Parma, ha osservato come i rischi microbiologici derivanti dal consumo di insetti possano in buona sostanza essere paragonati a quelli che, alla tregua, si corrono nutrendosi di carne come polli, manzo, pesce et similia.

La condizione per l'edibilità degli insetti è che essi vengano nutriti con mangimi attualmente autorizzati e come tali sani e salubri. Le tematiche che si collegano ai 'novel food' sono ovviamente molteplici, come -ad esempio- la regolamentazione dell’uso di antibiotici, che sarebbero necessari anche negli allevamenti di insetti, ma da impiegare con cautela e nel rispetto della rigorosa sicurezza alimentare per non favorire eventuali resistenze batteriche.

Va precisato che anche per gli insetti edibili valgono i medesimi temi di tracciabilità, di controllo di filiera, di sicurezza sugli standard qualitativi e sanitari, che valgono per altri alimenti.

 

 

L'illustrazione di apertura (Insetti) è di Nebula ed è tratta dal numero 4 di OOF International Magazine

Giorgia Antonia Leone - 04-06-2018 - Tutti i diritti riservati

Giorgia Antonia Leone

Avvocato patrocinante in Cassazione, fa parte del Centro Studi Diritto Alimentare.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Non solo biologico, anche biodinamico

Non solo biologico, anche biodinamico

È l’extra vergine del Podere Forte, un Dop Terra di Siena che poggia sugli elementi cardine del germoplasma olivicolo toscano, ovvero la triade varietale Frantoio, Moraiolo, Leccino, unitamente a una parte di Olivastra Seggianese. Un olio a tutto tondo, versatile, dal fruttato medio > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Diventare dei bravi e competenti assaggiatori di olive? Si può

Diventare dei bravi e competenti assaggiatori di olive? Si può

Dal dal 27 al 29 giugno, un corso realizzato secondo i criteri e le modalità stabiliti dalle linee guida per la formazione dei panel leader e dei giudici di analisi sensoriale delle olive da tavola del Consiglio Oleicolo Internazionale a Bologna, a cura dell'Università di Bologna e Serinar, con la regia del panel leader Coi Roberto De Andreis

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

La cultura dell’olio attraverso gli chef

Il mondo della ristorazione oggi è molto vivace, dinamico e attento. A sostenerlo, in una intervista rilasciata nell’ambito della prima edizione del Forum Olio & Ristorazione (a Milano, il 28 maggio 2018), è stata Maria Francesca Di Martino. Preziose le sue considerazioni, molto utili al fine di capire come procedere con un corretto impiego degli oli extra vergini di oliva in cucina. Ed ecco allora, dalla Puglia, gli oli a marchio “Schinosa”: gli extra vergini da olive Coratina, più complessi e non adatti a tutti gli utilizzi, e quelli ottenuti invece dalla cultivar Peranzana, molto più morbidi e facili da abbinare

BIBLIOTECA OLEARIA
OOF International Magazine numero 4

OOF International Magazine numero 4

Una monografia interamente dedicata agli abbinamenti olio/cibo. Ogni numero un tema specifico. È la rivista trimestrale cartacea di Olio Officina, in edizione bilingue italiano/inglese