Giovedì 21 Marzo 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > marketing

L’imprinting degli oli Vernèra

I concept della quinta edizione del Premio Le Forme dell’Olio. Questa settimana presentiamo due confezioni realizzate da Carlo Coniglio: “Le Case di Lavinia” e “Le Terre di Vito”, due oli che vengono definiti “straordinari”, in quanto “intrisi dell’aria e della terra dei Monti Iblei, che guardano la costa orientale della Sicilia dalla quale svetta il vulcano Etna” (4. continua)

OO M

L’imprinting degli oli Vernèra

Ritorniamo con il mettere in evidenza un’altra delle aziende partecipanti al concorso Le Forme dell’Olio, giunto alla sua quinta edizione. Dopo alcuni mesi dalla premiazione, avvenuta nel corso di Olio Officina Festival, lo scorso 2 febbraio 2018, riprendiamo pertanto il percorso di valorizzazione delle varie aziende premiate, le quali ci raccontano in prima persona i concept che stanno dietro alle loro bottiglie d’olio. 

Questa settimana è la volta dellAzienda Agricola Vernèra. Gli uliveti, tutti secolari, constano di circa novemilacinquecento alberi, si trovano in collina, su circa settanta ettari di terra e in numerose contrade: Vernèra, Sant’Andrea, Tallarita, Zocco, Mazzarino, Mascarone, Maddalena, Frassino, e producono esclusivamente Tonda Iblea. L'ubicazione è in cima ai Monti Iblei, a Buccheri, alle pendici del vulcano Monte Lauro, all'interno del magico sito archeologico di Sant'Andrea, tra una necropoli e una chiesa gotica.


 

PREMIO CATEGORIA OLI DA SCAFFALE - AZIENDE AGRICOLE

Primo posto) Le Terre di Vito, Soc. Agr. Vernera di Spanò & C. Snc, Buccheri (Siracusa), Italia

Secondo posto) Le Case di Lavinia, Soc. Agr. Vernera di Spanò & C. Snc, Buccheri (Siracusa), Italia

 

PREMIO CATEGORIA MIGLIOR ETICHETTA

Terzo posto) Le Terre di Vito, Soc. Agr. Vernera di Spanò & C., Buccheri (Siracusa), Italia

Quarto posto) Le Case di Lavinia, Soc. Agr. Vernera di Spanò & C., Buccheri (Siracusa), Italia

 

 

Il progetto grafico che ho creato per l’Azienda Agricola Vernèra ha rappresentato per me un viaggio emozionale nel tempo.

Conosco i proprietari da moltissimi anni e chiamarli “clienti” sarebbe assolutamente riduttivo, sono dei cari amici, dei compagni di vita e di avventure.

Quando mi hanno esposto il desiderio di dedicare i loro oli alla memoria dei loro genitori è stata per me una grandissima gioia.

Ho ricordato i lori visi, i loro piccoli gesti, i pranzi nella loro casa di Buccheri in cui spesso ero invitato, le amabili discussioni nel salotto di velluto verde e la piacevole sensazione di sentirmi a casa.

Lei era Lavinia, donna dolce ed elegante, a cui dedicare “Le Case” di famiglia, grandi forti ed ospitali così come era lei.

Lui era Vito, alto e sempre ben vestito, gli occhi attenti che guardavano lontano, il capostipite a cui dedicare “Le Terre”.

Nascono così “Le Case di Lavinia” e “Le Terre di Vito”, 2 oli straordinari intrisi dell’aria e della terra dei Monti Iblei, che guardano la costa orientale della Sicilia dalla quale svetta il vulcano Etna.

Il “vestito” di queste bottiglie parla della Sicilia e di questi meravigliosi genitori.

Uno Bianco l’altra nera, diversi come lo erano loro ma complementari.

Un gioco policromo di quadrati ricorda il pavimento della loro casa, creando un motivo decorativo dai colori caldi ed eleganti.

Lavinia è incorniciata da un fregio barocco femminile e raffinato; mentre Vito gioca con la sua figura di dottore d’altri tempi.

Piccoli effetti a rilievo rendono queste 2 etichette più preziose, insieme alla scelta della carta avorio dall’effetto naturale al tatto.

L’evoluzione di una famiglia dalle forti radici, come gli alberi che gli appartengono, adesso nelle mani dei figli Gaetano, Tania e Mariagrazia Spanò.

Grazie a loro per avermi dato questa meravigliosa opportunità.

Carlo Coniglio

iwhiteplus /creative studio

 

 

LEGGI ANCHE

Forme dell’olio 2018, i premiati

I CONCEPT

1. Riserva del Presidente, Coricelli 

 2. Quest’olio è Coltofranto, Morettini

3. C’è una Olivetta per teMurgia Dei

 

La foto di apertura è di Gianfranco Maggio.

OO M - 26-06-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana: Falanghina del Sannio 2017, di Mastrobernardino

Il vino della settimana: Falanghina del Sannio 2017, di Mastrobernardino

Da una cantina di riferimento della Campania, un vino non pienamente espresso a livello olfattivo, ma decisamente più convincente al gusto, per acidità e corpo, sapidità e rotondità > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA
Le colture no food?

Le colture no food?

L'altra via dell'agricoltura. Esiste ORA un network internazionale, denominato Panacea, nato per diffondere la conoscenza delle colture non alimentari tra gli agricoltori e favorire di conseguenza i principi della bioeconomia. C'è spazio per bioplastiche ottenute da scarti agricoli, lubrificanti, materiali da costruzione, prodotti farmaceutici, bioenergia, biocarburanti. Il tutto derivante da piante oleaginose (camelina, ricino), lignocellulosiche (canapa, canna comune), carboidrati (sorgo, barbabietola da zucchero) e tante altre colture > Marcello Ortenzi

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Le ricette evo. L'olio buono in cucina

OOF 2019. A Olio Officina Festival 2019 grande risalto all'olio extra vergine di oliva come ingrediente. La scelta di una buona materia prima e l'attenzione a utilizzare al meglio l'olio da olive va incentivata sin da subito. La formazione è un buon punto di partenza. Cinzia Boschiero intervista Cristina Santagata

BIBLIOTECA OLEARIA
L’assaggio delle olive da tavola

L’assaggio delle olive da tavola

Un libro che ci introduce alla degustazione delle olive da mensa, scritto da Roberto De Andreis, noto esperto di analisi sensoriale, fa parte del gruppo olive da tavola del Consiglio oleicolo internazionale. È inoltre presidente del Comitato Promotore Taggiasca Dop, nonché capo panel presso il Laboratorio chimico merceologico della Camera di Commercio Riviere di Liguria