Giovedì 21 Marzo 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > marketing

Olio Officina Anteprima 2018

L’olio, prima ancora di essere merce, è cultura. Appuntamento a Gallipoli, nelle sale del castello, sabato 22 dicembre, con tema trainante “Ripartire dal futuro”. Con l’occasione sarà presentata l’ottava edizione di Olio Officina Festival, in programma a Milano dal 31 gennaio al 2 febbraio 2019, e una mostra dedicata all’olio lampante. Con un dibattito su cosa succederà all’olivicoltura pugliese in seguito alla devastazione del paesaggio e dell’economia a opera di un batterio, la Xylella, che appare invincibile

OO M

Olio Officina Anteprima 2018

L’olivicoltura e l’elaiotecnica non verranno mai meno. Forse. Ma cosa succede quando l’unica strada obbligata per affrontare un presente incerto e dalle tinte fosche è approdare in largo anticipo nel futuro? 

Al Castello di Gallipoli, in provincia di Lecce, sabato 22 dicembre 2018, con ingresso libero, prende corpo una iniziativa di Olio Officina in collaborazione con il Cnr Ibam, Istituto per i Beni archeologici e monumentali, e Orione Comunicazione. Un appuntamento da non perdere per quanti hanno cuore al cultura dell'olio.

IL PROGRAMMA

L'inizio dei lavori è per le ore 9.30, con il saluto e l'introduzione del Sindaco di Gallipoli, nonché presidente della Provincia di Lecce, Stefano Minerva. E a seguire sul tema "Cos’è il futuro. Cosa significa ripartire dal futuro", introducono l’evento Luigi Caricato, direttore di Olio Officina Festival, e l'architetto Antonio Monte, ricercatore del Cnr-Ibam, Istituto per i Beni archeologici e monumentali. E, a seguire, il programma che entra nel vivo di Olio Officina Anteprima.

L’olio, prima ancora di essere merce, è cultura. Il progetto Olio Officina Festival

La presentazione della ottava edizione del grande happening in programma a Milano dal 31 gennaio al 2 febbraio 2019 

Luigi Caricato

 

Lampante. Gallipoli città dell’olio

L’annuncio della mostra che si svolgerà a Gallipoli da aprile a novembre 2019

Luigi Orione Amato, direttore di Orione Comunicazione

Raffaella Zizzari, architetto

Antonio Monte, ricercatore del Cnr-Ibam, Istituto per i Beni archeologici e monumentali

 

Dopo la Xylella. Cosa succederà all’olivicoltura pugliese in seguito alla devastazione del paesaggio e dell’economia a opera di un batterio che appare invincibile

Dibattito a più voci a cura di Luigi Caricato, direttore di Olio Officina

Partecipano:

Franco Antonio Mastrolia, docente di Storia Economica presso la Facoltà di Economia dell’Università del Salento 

Giuseppe Mauro Ferro, accademico ordinario dei Georgofili

Benedetto Accogli, presidente Cia Salento

Maurizio Cezzi, presidente Confagricoltura Lecce

Giovanni Melcarne, presidente del Consorzio olio Dop Terra d’Otranto

 

Conclusioni

Dario Stefano

Senatore della Repubblica Italiana

 

 

OO M - 18-12-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana: Falanghina del Sannio 2017, di Mastrobernardino

Il vino della settimana: Falanghina del Sannio 2017, di Mastrobernardino

Da una cantina di riferimento della Campania, un vino non pienamente espresso a livello olfattivo, ma decisamente più convincente al gusto, per acidità e corpo, sapidità e rotondità > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA
Le colture no food?

Le colture no food?

L'altra via dell'agricoltura. Esiste ORA un network internazionale, denominato Panacea, nato per diffondere la conoscenza delle colture non alimentari tra gli agricoltori e favorire di conseguenza i principi della bioeconomia. C'è spazio per bioplastiche ottenute da scarti agricoli, lubrificanti, materiali da costruzione, prodotti farmaceutici, bioenergia, biocarburanti. Il tutto derivante da piante oleaginose (camelina, ricino), lignocellulosiche (canapa, canna comune), carboidrati (sorgo, barbabietola da zucchero) e tante altre colture > Marcello Ortenzi

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Le ricette evo. L'olio buono in cucina

OOF 2019. A Olio Officina Festival 2019 grande risalto all'olio extra vergine di oliva come ingrediente. La scelta di una buona materia prima e l'attenzione a utilizzare al meglio l'olio da olive va incentivata sin da subito. La formazione è un buon punto di partenza. Cinzia Boschiero intervista Cristina Santagata

BIBLIOTECA OLEARIA
L’assaggio delle olive da tavola

L’assaggio delle olive da tavola

Un libro che ci introduce alla degustazione delle olive da mensa, scritto da Roberto De Andreis, noto esperto di analisi sensoriale, fa parte del gruppo olive da tavola del Consiglio oleicolo internazionale. È inoltre presidente del Comitato Promotore Taggiasca Dop, nonché capo panel presso il Laboratorio chimico merceologico della Camera di Commercio Riviere di Liguria