Martedì 26 Marzo 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > marketing

Quest’olio è Coltofranto

I concept della quinta edizione del Premio Le Forme dell’Olio. Il marchio nasce dalla necessità di rappresentare un nuovo prodotto di particolare pregio all’interno della produzione dell’Oleificio Toscano Morettini. Il progetto è stato curato dall'agenzia di comunicazione Studio Astra di Arezzo, Art Director Elena Nepi, con la ricerca di un design moderno, a partire dalla scelta del font e dall’utilizzo “creativo” della disposizione delle lettere (2. continua)

OO M

Quest’olio è Coltofranto

Trascorsi alcuni mesi dalla premiazione avvenuta nel corso di Olio Officina Festival, lo scorso 2 febbraio 2018, riprendiamo, da questa settimana, un percorso di valorizzazione delle varie aziende premiate, le quali ci racconteranno in prima persona i concept che stanno dietro alle loro bottiglie d’olio. Iniziamo con l’Oleificio Toscano Morettini e il loro "Coltrofranto", un olio extra vergine di oliva 100% italiano ottenuto dalla spremitura a freddo di olive verdi raccolte e immediatamente frante. Nel sito aziendale riguardo a "Coltofranto"si legge che viene conservato sotto azoto, in cisterne di acciaio inox, ed è caratterizzato da una bassa acidità e un'alta carica polifenolica. Quest’olio - si legge - soddisfa il requisito richiesto con una concentrazione superiore a 250mg/Kg di idrossitirosolo, tirosolo, oleuropenia e loro derivati. Il profilo sensoriale? Così viene descritto dall'Oleificio Toscano Morettini: dal fruttato intenso con amaro e piccante equilibrati. Viene consigliato per condire a crudo qualsiasi pietanza preparata con ingredienti di alta qualità. Il requisito richiesto - si legge - con una concentrazione superiore a 250mg/Kg di idrossitirosolo, tirosolo, oleuropenia e loro derivati.

 

COLTOFRANTO 

Menzione d'onore nella categoria "oli da scaffale", Premio Le Forme del'Olio 2018

Il progetto è stato curato dall'agenzia di comunicazione Studio Astra di Arezzo, Art Director Elena Nepi, con la ricerca di un design moderno, a partire dalla scelta del font e dall’utilizzo “creativo” della disposizione delle lettere. 

La “T” rovesciata intende rappresentare il frantoio e quindi il concetto stesso di oliva colta - interpretata dalla “O” - e immediatamente franta. 

Il gioco delle lettere è ripreso nel pattern di sfondo che si unisce alla grafica, rifinito a lucido nero su nero in linea con un’idea di graphic design attuale ed elegante.

Accompagna il marchio una striscia verde, segno dell’immediato passaggio al frantoio: è qui che nasce il “Coltofranto”.

 

LEGGI ANCHE

Forme dell’olio 2018, i premiati

I CONCEPT

1. Riserva del Presidente, Coricelli

 

 

 

 

La foto di apertura è di Gianfranco Maggio

OO M - 29-05-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana: Falanghina del Sannio 2017, di Mastrobernardino

Il vino della settimana: Falanghina del Sannio 2017, di Mastrobernardino

Da una cantina di riferimento della Campania, un vino non pienamente espresso a livello olfattivo, ma decisamente più convincente al gusto, per acidità e corpo, sapidità e rotondità > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA
Le olive da tavola a marchio Carapelli

Le olive da tavola a marchio Carapelli

Novità di prodotto. E ora non soltanto l’olio, anche il frutto dell’oliva destinato al consumo tal quale. In diverse soluzioni e varianti. In vaso in vetro, con tre varietà: Leccino, Peranzana e Taggiasca; e in busta stand up per uno snack comodo da provare in ogni occasione, anche fuori casa

 

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Le ricette evo. L'olio buono in cucina

OOF 2019. A Olio Officina Festival 2019 grande risalto all'olio extra vergine di oliva come ingrediente. La scelta di una buona materia prima e l'attenzione a utilizzare al meglio l'olio da olive va incentivata sin da subito. La formazione è un buon punto di partenza. Cinzia Boschiero intervista Cristina Santagata

BIBLIOTECA OLEARIA
L’assaggio delle olive da tavola

L’assaggio delle olive da tavola

Un libro che ci introduce alla degustazione delle olive da mensa, scritto da Roberto De Andreis, noto esperto di analisi sensoriale, fa parte del gruppo olive da tavola del Consiglio oleicolo internazionale. È inoltre presidente del Comitato Promotore Taggiasca Dop, nonché capo panel presso il Laboratorio chimico merceologico della Camera di Commercio Riviere di Liguria