Mercoledì 26 Febbraio 2020 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > olio

Aceite de La Alcarria

Speciale oli Dop spagnoli. Ci troviamo nella Comunità Autonoma di Castilla La Mancha. Qui si producono oli di un colore verde-limone abbastanza intenso caratterizzato da sapori fruttati e aromatici che conferiscono al palato la giusta piccantezza (Quinta puntata, continua)

OO M

Aceite de La Alcarria

Conosciamo davvero le produzioni olearie estere? In Europa esistono le attestazioni di origine Dop e Igp che consentono di valorizzare gli extra vergini del territorio. La qualità di questi oli a marchio Dop o Igp è sicura, garantita e accertata, anche perché esiste un Disciplinare di produzione che detta le regole, oltre a un Consorzio di tutela che riunisce i produttori e li segue passo dopo passo, fornendo tutela e assistenza, e, parallelamente, vi è anche un organismo di controllo che sovraintende allo scopo di accertare la reale provenienza degli oli e la piena corrispondenza a quanto dichiarato in etichetta. La puntata di questa settimana è dedicata alla Dop Aceite de La Alcarria. Buona lettura.

 

L'Aceite de La Alcarria si riferisce all’olio extra vergine d’oliva compreso nella regione naturale di La Alcarria che comprende 95 comuni della provincia de la Guadalajara e 42 comuni della provincia di Cuenca, situati a nord-est della comunità autonoma di Castilla-La Mancha. È un olio extra vergine di oliva ottenuto da olive della varietà Castellana (Verdeja). 

Le prime testimonianze della produzione dell'Aceite de La Alcarria Dop risalgono al XIV secolo nell'opera “Historia Ecónomica de la Tierra” di Huete e in pubblico documento, datato 18 settembre 1431, della località dell'Alcarria Huete. Queste fonti forniscono importanti notizie sulla produzione dell'olio del tempo perché offrono dati sul numero di ettari dedicati all'olivicoltura e sul numero di frantoi presenti nella zona, dimostrando che anche con il passare del tempo questa attività si sia sempre più specializzata e diffusa.

La coltivazione delle olive avviene in terreni poveri, caratterizzato da elevate pendenza e ad alta concentrazione di carbonato di calcio. Il clima della zona di produzione, con estati molto calde e inverni rigidi, è responsabile di gran parte della selezione naturale delle olive: vengono usate per la produzione dell'olio solo quelle integre non ancora cadute dai rami.

Il trasporto si effettuata con rimorchi o con contenitori rigidi di capacità limitata per evitarne il deterioramento e le olive portate al frantoio vengono lavorate entro 24 ore dalla raccolta.

Il processo di estrazione viene realizzato mantenendo la temperatura massima di 27°C durante la fase di pressatura e di 35°C durante la centrifugazione della pasta. Dopo lo stoccaggio, l'olio imbottigliato viene conservato in depositi che gli consentono di non superare la temperatura interna di 25°C.

L'Aceite de La Alcarria è definito da un colore verde-limone più o meno intenso che dipende a seconda del momento della raccolta e del grado di maturità dell'oliva. Dal punto di vista organolettico, l'olio di questa varietà è fruttato ed aromatico, con un netto odore di foglia che mescolato a sapori di erba, di nocciola o di banana fa sì che in bocca risulti dal sapore piccante.

Inoltre, è un alimento che si conserva bene sino al momento del consumo, mantenendo intatta la freschezza ed il sapore se tenuto lontano da temperature elevate, dall'umidità e dalla luce. È opportuno, dopo l'apertura, conservare l'olio in ambienti freschi, preferibilmente ad una temperatura compresa fra 10°C e i 20°C, lontano da fonti di calore o da prodotti che emanano particolari odori. È inoltre importante non mescolare l'olio vecchio con quello di recente produzione, al fine di non alterare le sue qualità.

L'Aceite de La Alcarria Dop è un olio estremamente versatile, adatto ad impreziosire una grande varietà di pietanze. È ideale per le fritture, per le conserve e la preparazione di piatti precotti, grazie alla sua forte resistenza alle temperature molto elevate e all'ossigenazione. È un olio molto leggero tant'è che può essere raccomandato nelle diete a basso contenuto calorico.

 

La foto di apertura è di Olio Officina 

 

OO M - 03-09-2019 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

Lo chef Damiano Carrara ha realizzato per Monini due dessert in cui l’olio extra vergine di oliva è protagonista oltre che in cucina anche in pasticceria: un’alternativa più salutare rispetto al burro

EXTRA MOENIA
Il progetto Casa Coricelli

Il progetto Casa Coricelli

Novità di gamma. L'azienda spoletina punta su affidabilità, qualità certificata e trasparenza verso il consumatore. 100% italiano, biologico e fruttato, è stata presentata la nuova linea di prodotti certificati che racconta il viaggio dell’olio Coricelli dal campo in cui vengono raccolte le olive fino allo scaffale. È un progetto che  sintetizza l’esperienza, la capacità di selector, la passione per l’olio extra vergine di oliva che la famiglia di oleari si si tramanda da ottant'anni e da tre generazioni

GIRO WEB
Coi, nuovo sito web

Coi, nuovo sito web

Il 19 novembre è entrato in funzione un rinnovato website, più facilmente navigabile e agevole, in linea con le tecnologie più avanzate. Un utile strumento web per essere costantemente aggiornati sulle news del Consiglio oleicolo internazionale.  Si tratta di un solido punto di riferimento per il mondo olivicolo e oleario mondiale da tenere sempre sotto osservazione. Tante le novità

OO VIDEO

Giusto un filo

In anteprima per i nostri lettori,  uno dei lavori in collaborazione con lo IED, il videoclip a firma di Chiara Loiacono per Olio Officina Festival 2020

BIBLIOTECA OLEARIA
Tutto sull'olio

Tutto sull'olio

Il titolo è alquanto eloquente, nondimeno il sottotitolo: "Guida essenziale alla conoscenza
e all’utilizzo degli extra vergini a tavola e in cucina". Ne è autore l'oleologo Francesco Caricato, direttore del centro culturale Casa dell'Olivo