Mercoledì 17 Luglio 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > olio

Fanno bene, fanno male?

Il dibattito sui grassi. Che gli oli di semi facciano male perché producono infiammazione è una teoria che non è stata ancora verificata nell'uomo. C’è da dire che la maggior parte degli oli di semi "fanno bene" per il colesterolo. A essere di parte, si può sempre sostenere che l'olio da olive sia il migliore (2, continua)

Francesco Visioli

Fanno bene, fanno male?

La base teorica secondo cui gli oli di semi farebbero male? – a parte il fatto che ce ne sono di molti tipi. Contengono omega 6, soprattutto acido linoleico, che è il precursore dell'acido arachidonico, che è il precursore delle prostaglandine, che provocano infiammazione.
Quindi, la teoria è: se mangio acido linoleico, poi nel corpo mi si forma arachidonico, poi prostglandine e quindi infiammazione e malattie cardiovascolari.

La teoria è valida, ma in pratica non si è mai visto niente in umano.
Cioè, dando grandi quantità di acido linoleico non si formano prostaglandine e non si sviluppa infiammazione. Ricordiamoci anche che l'acido linoleico (e l'olio di semi di mais è un esempio) abbassa la colesterolemia, cosa che l'olio di oliva non fa (anche se ci piace crederlo).

In breve: l'ipotesi di partenza (che gli oli di semi facciano male perché producono infiammazione) non è ancora stata verificata nell'uomo. Poi, hai visto mai che tra qualche anno in effetti si conferma, ma ad oggi proprio niente.
In più, la maggior parte degli oli di semi "fanno bene" per il colesterolo.
Io dico sempre che l'olio d'oliva è il migliore, ma riconosco che sono di parte.

L'olio di sansa. Non credo faccia male. Secondo me è "inutile", nel senso che è un olio neutro senza sapore, che contiene acido oleico, che è un acido grasso senza grandi attività biologiche, eccetera.
E’ che non vedo il motivo di usarlo, se non per ragioni economiche.

 

LEGGI ANCHE

1. Giovanni Lercker: il dibattito sui grassi

 

La foto di apertura è di Luigi Caricato

Francesco Visioli - 12-09-2014 - Tutti i diritti riservati

COMMENTI

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.
Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

vincenzo nisio

17:37 | 12 settembre 2014

Va bene che ci si confronti sui grassi, è anche bello e importante per aprire la mente ed espandere la propria conoscenza. Però fateci capire e soprattutto confrontatevi fra "grandi menti", fino ad oggi ci è stato detto - da professori universitari, istituti di ricerca ecc. - che l'olio permette una riduzione del colesterolo Ldl (quello cattivo) e un aumento di quello buono (Hdl). Adesso invece, il dott. Francesco Visioli, quasi ci prende in giro sostenendo che «ci piace crederlo».
Insomma, bisogna essere chiari, una notizia o è fondata oppure no.
Fare informazione e non disinformazione e/o confusione.

ULTIMI
Luigi Caricato
L'INCURSIONE

LUIGI CARICATO

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
L'olio dei monaci camaldolesi ha per nome Eremo

L'olio dei monaci camaldolesi ha per nome Eremo

Un impegno secolare, quello dei Benedettini Camaldolesi. Quelli di cui scriviamo hanno sede a Bardolino, in Veneto. Noi dobbiamo moltissimo all'operato dei religiosi, i quali hanno effettivamente salvato l'olivo in epoche in cui si registrò un radicale allontamento dalla coltivazione > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’olio con gli asparagi

L’olio con gli asparagi

Un gustosissimo risotto, ecco una ricetta che ci porta a Cavaion Veronese, nel Veneto, in un territorio ben curato dove si ottiene il pregiatissimo olio Dop Garda. Così, per anticipare la Festa degli asparagi che si svolgerà dal 16 al 19 maggio, sappiamo ora cosa fare quando non si sa bene cosa inventarsi in cucina. La proposta dei Fratelli Turri a partire dal loro extra vergine dal gusto e dai profumi fini e delicati > Luigi Caricato

EXTRA MOENIA
I Fratelli Carli puntano sulla varietà simbolo della Liguria

I Fratelli Carli puntano sulla varietà simbolo della Liguria

Novità di prodotto. La storica azienda olearia di Imperia, che dal 1911 produce e distribuisce per corrispondenza i propri prodotti in Italia e in diversi Paesi nel mondo, presenta un nuovo olio: il Monocultivar Taggiasca. Si amplia così l’offerta, introducendo il sesto extra vergine della gamma.

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Le ricette evo. L'olio buono in cucina

OOF 2019. A Olio Officina Festival 2019 grande risalto all'olio extra vergine di oliva come ingrediente. La scelta di una buona materia prima e l'attenzione a utilizzare al meglio l'olio da olive va incentivata sin da subito. La formazione è un buon punto di partenza. Cinzia Boschiero intervista Cristina Santagata

BIBLIOTECA OLEARIA
L’olio spiegato alle mie figlie

L’olio spiegato alle mie figlie

Un libro dell'oleologo Lorenzo Cerretani per le edizioni Olio Officina, da avere assolutamente con sé. Pensato per i giovanissimi, è adatto anche agli adulti. Un linguaggio semplice, proprio per questo utilissimo per apprendere tutto, ma proprio tutto, sull'olio da olive, il pregiato succo