Martedì 17 Luglio 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > olivo

Troppa ignoranza

Il giornalismo affronta i temi agricoli senza conoscerli. Manca una conoscenza della materia, come dimostra un articolo di Marco Mangano apparso sul quotidiano "La Gazzetta del Mezzogiorno", in merito alla rovinosa gaffe di Coldiretti sugli olivi Arbequina coltivati in Puglia.  Siamo a livello di veder falsata la realtà perchè se facessimo autarchia, come auspica la nota lobby agricola, ci sarebbero metà di italiani che mangia e metà che non mangia

Alberto Guidorzi

Troppa ignoranza

Come si fa a dire che una varietà di una specie vegetale creata in un ambiente, se poi è coltivata in un ambiente diverso (e vi si adatta), conserva le caratteristiche del primo ambiente? Qui siamo alla ignoranza pura e semplice, perchè contraddice con la storia della vita sulla terra.

Tuttavia se rimaniamo in ambito di specialità alimentari, allora il giornalista della "Gazzetta del Mezzogiorno" mi dovrebbe fare un articolo simile per tutto il vino italiano che viene fatto con Cabernet, Merlot, Pinot grigio e nero, Chardonnay, Sauvignon; e poi un articolo per il latte perchè prodotto quasi tutto da pezzata nera olandese; le patate quasi tutte prodotte da varietà francesi, olandesi e danesi; le mele le cui varietà o sono USA o sono francesi ecc. ecc; le pere idem; la soia idem con patate... e se volete posso continuare all'infinito.

Qui siamo a livello di veder falsata la realtà perchè se facessimo autarchia, come auspica la Coldiretti, ci sarebbero metà di italiani che mangia e metà che non mangia (pane, pasta, mele, latte ecc.ecc.) e questo in senso fisico. Per contro, se poi andiamo sul piano economico, la metà che non mangia aumenterebbe in quanto i prezzi dei prodotti lieviterebbero e il cibo diverrebbe indisponibile pur essendoci fisicamente.

 

LEGGI ANCHE

Gli irrimediabili danni di Coldiretti all’agricolturadi Luigi Caricato

 

 

La foto di apertura è di Luigi Caricato

Alberto Guidorzi - 21-11-2017 - Tutti i diritti riservati

Alberto Guidorzi

Agronomo, ha studiato Scienze agrarie presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, e vive attualmente a Sermide, nel Mantovano. Scrive sui magazine "Agrarian Sciences", "Salmone" e "La Valle del Siele"

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Non solo biologico, anche biodinamico

Non solo biologico, anche biodinamico

È l’extra vergine del Podere Forte, un Dop Terra di Siena che poggia sugli elementi cardine del germoplasma olivicolo toscano, ovvero la triade varietale Frantoio, Moraiolo, Leccino, unitamente a una parte di Olivastra Seggianese. Un olio a tutto tondo, versatile, dal fruttato medio > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Oleificio Zucchi premiato al Fancy Food per la sostenibilità

Oleificio Zucchi premiato al Fancy Food per la sostenibilità

Il 100 % Italiano Sostenibile si è aggiudicato l’Italian Food Awards USA 2018. Una giuria di importanti retailer, importatori e distributori statunitensi ha selezionato i quattordici prodotti italiani più innovativi dell’anno, tra cui il fiore all’occhiello dell’azienda olearia cremonese

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

L’olio è elemento cardine

In cucina non si può prescindere dalla scelta di un ottimo olio extra vergine di oliva. Il principio ispiratore deve essere riconducibile al territorio: gli oli del territorio con gli alimenti del territorio. Nostra intervista allo chef Vincenzo Butticè, del Ristorante “Il Moro” di Monza, nell’ambito della prima edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
OOF International Magazine numero 4

OOF International Magazine numero 4

Una monografia interamente dedicata agli abbinamenti olio/cibo. Ogni numero un tema specifico. È la rivista trimestrale cartacea di Olio Officina, in edizione bilingue italiano/inglese