Venerdì 15 Dicembre 2017 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > salute

Prevenire attraverso il cibo

Prevenire attraverso il cibo

Quello che ci piace mangiare è importantissimo, perché spesso costituisce la fonte di nutrienti, pochi o molti che siano contenuti in esso, per cui è indispensabile mangiare anche il cibo meno gradito. Gli aspetti principali che concorrono a formate la qualità di un prodotto alimentare sono la sicurezza (qualità igienico-sanitaria) l’aspetto nutrizionale, la qualità edonistica e la qualità socio-culturale


Cibo e antiossidanti, quanto di vero?

Cibo e antiossidanti, quanto di vero?

L’effetto salutistico degli antiossidanti contenuti in certi alimenti non è fondato su solide basi scientifiche. Il “naturale”? Attrae in un modo totalmente acritico. Si può ben comprendere come sia nata tutta un’industria incentrata sugli antiossidanti. E’ tutta suggestione? Ne vogliamo discutere? O preferiamo continuare a raccontare favole dall’effetto propagandistico? Cosa sostiene in merito la scienza?


Perché demonizzare l’olio di palma

Perché demonizzare l’olio di palma

La campagna diffamatoria è in atto da alcuni anni. L’accusa principale è di favorire l’obesità infantile. Poi le negatività si sono incentrate sugli impatti ambientali delle coltivazioni. L’atteggiamento, fomentato dai mass media famelici di scoop più che di realtà, sta provocando reazioni emotive di cui è bene prendere le distanze. Molte convinzioni che in precedenza avevano condizionato i consumi di determinati alimenti, sono state sfatate. Prima di demonizzare un singolo acido grasso, è necessario pensare alle relazioni complesse che esistono fra gli acidi grassi


Quando si dice punto di fumo

Quando si dice punto di fumo

E’ un’espressione ormai superata, ma che ha avuto una grande importanza e centralità, a proposito della frittura, tant’è che ancora se ne parla. Ma di cosa si tratta? E quali sono gli oli più idonei in circolazione?


Health claims dell’Efsa sull'olio

Health claims dell’Efsa sull'olio

I polifenoli dell’olio di oliva e il loro ruolo protettivo. Un utile studio sulla qualità nutrizionale degli oli extra vergine di oliva sugli scaffali italiani. L’articolo “Dove sono finiti i claims?”, pubblicato su OlioOfficina, è stato uno stimolo per approfondire un tema centrale, tutto incentrato sui benefici nutrizionali


L'altro volto dell'alcol

L'altro volto dell'alcol

Leggendo i dati nazionali disponibili, si evince la necessità di mantenere alta l’attenzione, soprattutto per i modelli di consumo di alcol più rischiosi per la salute - consumo abituale eccedentario e binge drinking - e in particolare per gruppi specifici di popolazione più a rischio, i giovani e gli anziani


La frittura degli alimenti

La frittura degli alimenti

Cose da sapere. Su tale metodo di cottura c’è ancora molto da conoscere. Ed è troppa la disinformazione come tanta, nel medesimo tempo, la superficialità nell’approccio. Cosa fare, ad esempio, per cercare di tenere sotto controllo il pericolo acrilamide? E’ giusto consigliare di limitare il consumo di cibi impanati e fritti?


Un’ondata di lipofobia

Un’ondata di lipofobia

Attenzione, non spariamo ad alzo zero sui grassi. Non facciamo di tutti i grassi un fascio, giusto per parafrasare un detto celebre. La maggior parte delle diete occidentali ha un tenore di grassi troppo elevato, è vero, ma occorre distinguere tra quelli visibili e invisibili


I grassi da evitare

I grassi da evitare

Quali sono quelli che è preferibile non utilizzare in frittura? Molti purtroppo compiono scelte dettate dall’abitudine e ricorrono a oli da impiegare con alte temperature di cottura senza pensarci su, ritenendo, a torto, che un grasso valga l’altro, tanto si tratta solo di friggere, ma non è così


Quando si dice alta digeribilità

Quando si dice alta digeribilità

C’è chi ancora non ha le idee sufficientemente chiare. Eppure non ci sono dubbi al riguardo. Tra tutti i grassi alimentari, è proprio l’olio extra vergine di oliva il più digeribile


Non tutti i grassi fanno male

Non tutti i grassi fanno male

Ne eravamo certi, ma occoorre essere prudenti con le dichirazioni che si leggono di frequente sui giornali. Ora si inizia a parlare anche di una nuova classe di molecole, i FAHFA, ovvero: fatty acid hydroxyl fatty acids. E’ proprio così? Ecco cosa sostiene al riguardo il professor Giovanni Lercker


Un muro fra scienza e profani

Un muro fra scienza e profani

Il dibattito sui grassi. Solo l'olio extra vergine di oliva può abbattere tale barriera. “La mia attività di cardiologo operativo - ci scrive l’autore dell’articolo – mi obbliga quotidianamente a dare sicurezze ai miei pazienti basate su dati certi e verificabili”. Il messaggio da trasmettere? Consumare anche con una certa abbondanza, se si vuol ridurre il rischio di infarto


L’olio e il sugo di limone

L’olio e il sugo di limone

A Cassano sullo Ionio, in Calabria, tra i rimedi popolari per fronteggiare i fastidiosi dolori causati dalle coliche era frequente, un tempo, l’uso di risolvere il problema con una soluzione del tutto naturale


Extra vergine ecosostenibile

Extra vergine ecosostenibile

Appuntamento dal 18 al 20 settembre alla Conferenza mondiale The Future of Science a Venezia. L'uomo ha modificato il cibo, che a sua volta ha modificato l'uomo. Il frumento e l’olivo sono state le prime piante coinvolte in un cambiamento evolutivo, con importanti effetti sugli insediamenti umani e sulle migrazioni


Il succo di olive salva cuore

Il succo di olive salva cuore

L'uso dell'extra vergine al di fuori del modello della dieta mediterranea non era ancora stato studiato prima dello studio epidemiologico Premined. Tale studio ha dimostrato con certezza che l'Evo, da solo, svolge un effetto protettivo autonomo e aggiuntivo rispetto alla dieta mediterranea nei confronti delle malattie cardiovascolari


Omega 3, i grandi alleati

Omega 3, i grandi alleati

I risultati di una ricerca svolta dall'Issfal, la società internazionale per lo studio di grassi e lipidi, e resa nota da Assitol, indicano con chiarezza l'impatto positivo dei cosiddetti “grassi buoni” contro i disturbi gastrointestinali dalla comune colite al raro morbo di Crohn


L’effetto del cibo sui nostri geni

L’effetto del cibo sui nostri geni

Una intervista allo studioso Francesco Visioli ci fa capire come la scienza faccia passi da gigante. Conoscete la la nutrigenomica? E la proteomica? Uno studio porta alla luce alcuni risultati straordinari, a partire dalla somministrazione di idrossitirosolo. Non è un caso che il decotto di foglie di olivo veniva usato tradizionalmente per l’ipertensione. E c’è dell’altro


Grasso è bello

Grasso è bello

Expertise. Vi siete mai chiesti perché le sostanze grasse sono impopolari? In passato non era così. Hanno sempre avuto un grande pregio, perché fonte concentrata di energia e alimento di più difficile ottenimento dai sistemi naturali rispetto alle altre componenti nutrizionali, quale i carboidrati


Olio addizionato con licopene

Olio addizionato con licopene

Lycolive, drops of life. Ovvero, l’abbinata degli antiossidanti dell’olio da olive con quelli del pomodoro. Un prodotto innovativo, realizzato da un’azienda spagnola. Un efficace alleato della corretta nutrizione per combattere i radicali liberi. Un prodotto ideale per la popolazione scandinava, anglosassone o americana


I maghi degli effetti speciali

I maghi degli effetti speciali

I farmaci si prendono per periodi limitati, mentre il cibo si consuma tutta la vita. Mai dimenticarlo. L’idea che l’olio d’oliva sia terapeutico è illusoria. Se così fosse, sarebbe un farmaco da vendere nelle farmacie


Effetto ringiovanimento

Effetto ringiovanimento

Lunga vita con gli oli da olive. Non si può rinunciare a un elisir di giovinezza dalle ricche proprietà antiossidanti: vitamina E e carotenoidi come β-carotene e luteina, soprattutto. Senza trascurare l’oleocantale e l’oleuropeina aglicone, in grado di ridurre la formazione d proteine beta amiloidi associate all’alzheimer


| 1 | 2 | >>

INOLTRE
OLTRE
PARTNERS
Coltura&Cultura Casa dell'Olivo Olea Donne dell'Olio Olio di Famiglia
LA PAROLA

Frìggere

v. tr. e intr. [lat. frīgĕre] - cuocere in olio, burro o in grasso bollente

CHE OLIO SEI

L’olio secondo Gualtiero Marchesi

Lo scrittore Nicola Dal Falco incontra il padre nobile della cucina italiana per un confronto su una materia prima tanto pregiata qual è il succo di oliva. “Quando vivevo con i miei genitori – racconta il grande cuoco – la merenda ideale era di versare l’olio sul piatto e, poi, intingere con del pane casalingo, tagliato a fette. Buonissimo”

Le scelte di Camilla Guiggi

Blogger e degustatrice, si sofferma sull’analisi sensoriale di vari alimenti, in particolare sul vino, senza trascurare l’olio da olive, che non manca mai sulla sua tavola. Ha una predilezione per i monocultivar: da olive Cellina di Nardò, Picholine e Moraiolo in particolare. Non trascura nemmeno gli oli “altri”: quello di Lentisco, sardo; o l’olio di nocciola tonda gentile del Piemonte. Ed evidenzia infine una anomalia: “è difficile trovare ristoranti dotati di un’ampia gamma di oli

Le scelte di Alessandra Lofino

Giornalista e blogger pugliese, con una grande passione per la cucina e i buoni frutti della terra. Predilige gli oli ottenuti da due cultivar: la Leccina, dal sapore delicato, del sud est barese, e la Coratina, del nord barese, dal piacevole piccantino. Il suo ristorante oliocentrico preferito è Menelao a Santa Chiara, di Michele Boccardi, nel centro storico di Turi

Le scelte di Valeria Biagi

Si occupa di letteratura ed è vicepresidente del Centro Studi Sirio Giannini, autrice di un libro dedicato agli scrittori della provincia di Lucca. La sua famiglia produce olio da molte generazioni, ma a scopo esclusivamente privato, nella campagna versiliese. Il ristorante oliocentrico preferito? L'Antico Uliveto di Seravezza

Le scelte di Marina Ferrara

Sempre e solo olio extra vergine di oliva, e, devo dire - ammette l'artista e transformational coach - che anche quel poco di burro della tradizione trentina, da parte di madre, è quasi del tutto scomparso. Il padre napoletano ha influito molto. L'alimento è unico, senza dubbio, ma l'altro senso che l'olio stimola in lei, è quello del tatto nella sua essenza oleosa, spesso utilizzato anche nei trattamenti olistici > Silvia Ruggieri

Le scelte di Antonella Millarte

Giornalista sempre attenta alle materie prime di cui ci s nutre, non smette mai di cercare e segnalare le migliori produzioni in circolazione, e, tra i fornelli si muove con agilità e voce narrante. Ama gli oli Coratina e Nocellara del Belice, come pure il blend di Ogliarola e Leccina. Il suo ristorante oliocentrico? Antichi Sapori, di Pietro Zito

RITRATTI AD OLIO

Olivagione al femminile

La galleria fotografica che potete ammirare è di Stefano Triulzi. Le olive sono tutte di cultivar Taggiasca, proprietà di Ivano Brunengo. Siamo in Liguria. La donna che vedete, intenta a raccogliere i preziosi frutti che si tramuteranno in olio, non è una olivicoltrice ma un’antropologa del cibo: Giulia Ubaldi. "Vivere l’emozione della raccolta, è questo che ci permette di capire cosa sia e quanto valga una materia prima così fondamentale qual è l’olio ricavato dalle olive > Luigi Caricato

L’emozione di chi assaggia

Cosa significa apprendere l’arte della valutazione sensoriale degli oli da olive? Cosa accade dopo aver frequentato un corso di assaggio e aver scoperto le infinite potenzialità che si celano dietro una materia prima che tanti consumano ma senza conoscerne appieno l’identità e le tante potenzialità espressive? Il fatto è che si acquista un olio immaginando che sia eccellente per partito preso, solo perché lo si è prodotto; eppure le sorprese non mancano. La testimonianza di Marco Tribuzio, vice presidente di Confcooperative Bari-Bat

L’unione fa la forza

Si è sempre detto che gli italiani non siano in grado di realizzare progetti comuni e condivisi, inadatti come sono a mettersi insieme e collaborare. E’ drammaticamente vero, ma ci sono le eccezioni. E’ il caso positivo di Domenico Fazio, Giampaolo Lupi e Carlo Bianchi, tutti e tre impegnati a valorizzare i propri extra vergini a partire dal marchio collettivo "Da Vinci" > Luigi Caricato

Il passato lascia tracce

L’azienda agraria della famiglia Clarici a Foligno vanta una tradizione ben radicata, come ben dimostrano alcune tra le immagini tratte dall’archivio storico che vi proponiamo. Ora, la nuova generazione, la quinta, con Pietro e Maria Elisabetta ha in programma un ambizioso progetto di recupero dell’antica struttura > Luigi Caricato

Sì alla terra e agli ulivi

Perché pensare che il lavoro agricolo sia solo pura tecnica e fatica, senza alcuno spazio per i sentimenti e le emozioni? Teresa Marinucci Palermo, molisana di Rotello, a 38 anni produce olio insieme con la famiglia. Le colline sulle quali gli olivi campeggiano, sembrano contorni di corpi femminili dalle linee dolci e morbide. L’olio ricavato dalle olive è per lei elemento indispensabile come l'acqua

Un po’ d’olio per iniziare

Pane e olio, qualunque sia il cibo e il vino che seguiranno. Parola di Aimo Moroni, patron del ristorante Luogo di Aimo e Nadia di Milano. “Ogni volta che mi chiedono il perché, rispondo che l’olio nel piatto riguarda un po’ la mia storia, molto la cultura di questo Paese e altrettanto se non di più la salute”. E aggiunge: “Resto debitore del motto di Ippocrate secondo cui l’alimento è medicamento” > Nicola Dal Falco

ALTRE INCURSIONI
DIXIT
MERCATI

Quotazioni di mercato per gli oli da olive
del 12 dicembre 2017

ESTERO
  • Grecia
  • Spagna
  • Tunisia
ITALIA
  • Andria
  • Bitonto
  • Sud Puglia

a cura di Adriano Caramia, Ettore Campobasso, Domenico Petrosillo

SAGGI ASSAGGI
Think green

Think green

Un mix di olive di diverse cultivar rendono l'olio dell'Oleificio Angelo Coppini di Terni, un cento per cento italiano, un extra vergine versatile e armonico, dal gusto rotondo > Maria Carla Squeo

Il mio nome è Italo

Il mio nome è Italo

Un extra vergine abruzzese, frutto di un blend di oli ottenuti da ben cinque cultivar, tra cui la celebre Dritta. All’assaggio l’olio si presenta morbido, senza venir meno alle connotazioni fruttate, che gli attribuiscono corpo e personalità. Versatile, dall'ottimo rapporto qualità, prezzo e rendimento. Reca la firma Fattoria del Torquato > Luigi Caricato

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

Panissa, cipolla egiziana ligure e la crema di melanzane

Panissa, cipolla egiziana ligure e la crema di melanzane

È il frutto della tradizione gastronomica ligure che nulla ha a che vedere con  la altrettanto celebre farinata, pur essendo una preparazione a base di farina di ceci. Per chi ama il fritto, è una gran delizia > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Un nuovo metodo estrattivo, che riprende l'antico metodo per pressione

Un nuovo metodo estrattivo, che riprende l'antico metodo per pressione

Estrarre un olio di altissima qualità con la sola pressione meccanica e senza utilizzo di acqua in fase estrattiva. Una piccola realtà siciliana, nata dal basso, si sta presentando come il futuro dell'estrazione olearia, nel pieno rispetto dell'ambiente. Al Maker Faire di Roma l'azienda proprietà della famiglia La Greca, ha presentato BioSpremi®, un progetto dell'estrazione ecosostenibile che resta in linea con gli attuali standard di produttività

Il Premio Frantoi dell'arte alla famiglia Monini

Il Premio Frantoi dell'arte alla famiglia Monini

Mecenati oggi, impresa, cultura e territorio. È questo il tema dell’edizione 2017 di una iniziativa di Sergio Maifredi organizzata dal Teatro Pubblico Ligure con Onaoo e sostenuto dalla Regione Liguria. Si tratta di una formula semplice: un cultore dell’olio riceve un premio e porta in dono un’idea da spremere. Tutto accade in frantoio, come la spremitura vera per cui il frantoiano apre la porte di casa

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Abbiamo collocato on line il sito della nostra casa editrice. Uno strumento utile per saperne di più sulle nostre pubblicazioni, sia cartacee, sia telematiche. Il nuovo sito è sul dominio olioofficina.eu, e affianca quelli di Olio Officina Magazine (olioofficina.it), Olio Officina Globe (olioofficina.net) e Olio Officina Festival (olioofficina.com). Buona navigazione > Luigi Caricato

OO VIDEO

La genesi dell'oliva

In un video emozionale e insieme documentaristico l'azienda veneta Frantoio Fratelli Turri di Cavaion Veronese, fa comprendere a chi non ha confidenza con il frutto dell'oliva, come si forma e si struttura il frutto ne corso dei mesi e come alla fine nasca l'olio extra vergine, quello a marchio Garda Dop Turri di varietà Casaliva

BIBLIOTECA OLEARIA
Evooleum 2018, le migliori selezioni

Evooleum 2018, le migliori selezioni

Pur essendo alla sua seconda edizione, si è imposta all’attenzione come se si trattasse della guida di riferimento per tutti i buyer, chef ma anche per gli stessi estimatori del prezioso succo di olive. È non a caso la guida più importante e autorevole, tra quelle finora editate nel mondo. Si concentra solo sui 100 migliori extra vergini, vantando una giuria di esperti di altissimo livello > Luigi Caricato

The Olive Tree Genome. Genetica e genomica dell’olivo

The Olive Tree Genome. Genetica e genomica dell’olivo

Il libro - a cura di Eddo Rugini, Luciana Baldoni, Rosario Muleo e Luca Sebastiani - fornisce un'introduzione alla genetica, alla genomica e all’allevamento dell'olivo, pianta longeva e multifunzionale, rilevante non soltanto per la produzione di olive da tavola e da olio, ma anche per il paesaggio e per la storia delle zone rurali