Martedì 30 Agosto 2016 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > che olio sei

L’olio secondo Gualtiero Marchesi

Lo scrittore Nicola Dal Falco incontra il padre nobile della cucina italiana per un confronto su una materia prima tanto pregiata qual è il succo di oliva. “Quando vivevo con i miei genitori – racconta il grande cuoco – la merenda ideale era di versare l’olio sul piatto e, poi, intingere con del pane casalingo, tagliato a fette. Buonissimo”

Nicola Dal Falco

L’olio secondo Gualtiero Marchesi

L’olio così come lo immagina la mente Penso al gesto tranquillo, circolare, di condire l’insalata. Ma anche le mie paste fredde. Condire a crudo.

La prima volta con l’olio Ricordo che quando vivevo con i miei genitori, la merenda ideale era di versare l’olio sul piatto e, poi, intingere con del pane casalingo, tagliato a fette. Buonissimo.

Quando si dice olio Penso all’ulivo, perché da quella pianta basta coglierne e spremerne il frutto. A uno, come me, che ama la materia, piace anche solo l’oliva.

L’olio nel suo ingresso in cucina L’olio lo uso per condire a crudo, e anche per cucinare, scegliendone uno che non abbia un gusto troppo marcato.

L’olio nel piatto Con il pane.

L’olio di dove Sceglo, ovviamente, l’Italia, perché è nel mio DNA. Sono convinto che bisogna confrontarsi sempre con il clima e la storia del Paese e dei luoghi in cui si vive e si lavora.

L’olio prediletto Non lo dico per ovvi motivi, ma la mia preferenza, avendo un palato dolce, va, da sempre, agli OEVO liguri

L’olio è cultura L’olio è dei civilizzati mentre il burro dei barbari.

L’olio al ristorante Un bravo oste e un buon cliente saranno d’accordo sul fatto che si deve usare il prodotto migliore che sia in armonia con il microclima del luogo.

 

Nicola Dal Falco - 16-02-2016 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Si chiama Padrongianus e ha l’impronta sarda delle olive Bosana e Semidana

Si chiama Padrongianus e ha l’impronta sarda delle olive Bosana e Semidana

Alle porte della città di Olbia, dagli olivi della Costa Smeralda, c’è un extravergine dai tratti peculiari: un fruttato medio-intenso dai netti sentori di carciofo, cardo e pomodoro verde. C’è voluta dedizione e caparbietà da parte di Emanuela Cafulli, quando ha deciso di riprendere la gestione dell’azienda di famiglia tagliando con il passato e adottando una conduzione manageriale > Giandomenico Scanu

RICETTE OLIOCENTRICHE
La fogassa de Cavaion

La fogassa de Cavaion

È un punto di forza nelle varie presentazioni dell’olio Dop Garda, e, proprio il Consorzio di tutela del tanto celebrato extra vergine gardesano, ne traccia la ricetta, molto semplice, ma con l’invito a usare la graticola

EXTRA MOENIA
Le Ferre, comunicare l'olio per immagini

Le Ferre, comunicare l'olio per immagini

L'azienda olearia pugliese, con sede a Castellaneta, in provincia di Taranto, nella città che ha dato i natali al celebre Rodolfo Valentino, porta avanti da tempo e con successo una attività di comunicazione molto originale e sempre innovativa, attraverso un utilizzo molto saggio e costruttivo dei social > Luigi Caricato

GIRO WEB
I racconti di Chiara Coricelli rendono più moderna la comunicazione sull’olio

I racconti di Chiara Coricelli rendono più moderna la comunicazione sull’olio

Ha riscontrato un grande successo la webserie di cui è testimonial, in veste di mamma, moglie e imprenditrice, la stessa titolare della nota azienda olearia umbra. Se vogliamo collocarla sulla quantità di visualizzazioni, ne ha ottenute oltre 100 mila, ma anche sul fronte dell’efficacia qualitativa spicca per originalità e inventiva > Maria Carla Squeo

OO VIDEO

Heina e il Ghul

Nell'ambito della prima edizione di Olio Officina Festival - che si svolse a Milano il 27, 28 e 29 gennaio, 2012 - ci fu in programmazione un curioso e interessante spettacolo con l'attore Abderrahim El Hadiri, la regia di Marco Gumina, per una produzione dalla Cooperativa Teatro Laboratorio di Brescia

BIBLIOTECA OLEARIA
Racconti a macchia d’olio

Racconti a macchia d’olio

E’ stata pubblicata fresca di stampa un’antologia di piccole storie quotidiane di cui sono autori gli stessi protagonisti della filiera. Le micro narrazioni fanno parte di un contest letterario organizzato dall’Università di Bari "Aldo Moro" e si sono concretizzate in un volume a cura di Maria Lisa Clodoveo e Maria Antonietta Colonna