Lunedì 22 Ottobre 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > cultura

Carapelli for Art

Si è rivelata un grande successo l’iniziativa dedicata alle arti visive, segno che l’olio da olive piace molto agli artisti. Al concorso hanno partecipato in 577, in rappresentanza di ben 29 Paesi. La premiazione si svolgerà a settembre. Sin dalla sua prima edizione, il premio istituito da Carapelli Firenze si impone tra i concorsi più importanti 

OO M

Carapelli for Art

I risultati raggiunti premiano in maniera piuttosto evidente una lodevole e certamente originale iniziativa. È stato un traguardo che viene definito “straordinario”, visto il grande seguito avuto sin dalla prima edizione. Molto interessante l’idea di organizzare una competizione all’insegna dell’arte.  A volerla, la storica Casa Olearia Carapelli Firenze, in occasione della celebrazione dei 125 anni dalla sua fondazione.

Sono arrivate 83 adesioni nella categoria “Accademia” e 494, invece, nella categoria “Open”, con creazioni artistiche arrivate da ben 29 Paesi del mondo. 

Attraverso i rappresentanti del mondo della cultura italiano, oltre che tramite il web, e con il passaparola degli artisti, questa iniziativa ha portato Carapelli for Art sotto i riflettori internazionali. 

In Europa le produzioni artistiche sono arrivate da Italia, Albania, Azerbaijan, Bulgaria, Federazione Russa, Francia, Germania, Moldavia, Polonia, Portogallo, Romania, Serbia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ucraina. 

Dalle Americhe: Argentina, Brasile, El Salvador, Messico. Dall’Asia: Bangladesh, Cina, Filippine, Giappone, India, Iran, Korea, Thailandia. 

Dall’Africa: Marocco.

Tale arcobaleno di culture, unitamente alle numerose tecniche utilizzate, evidenziano per “Carapelli for Art” un’alta qualità artistica delle proposte in concorso. 

Non sarà un compito facile per la giuria composta daesperti critici e curatori di arte, oltre che dal rappresentante di Carapelli Firenze. 

Citiamo al riguardoi critici e curatori di arte Federica Boràgina, Giulia Brivio, Matteo Innocenti, Gabriele Tosi e il rappresentante di Carapelli Firenze. 

Il poliedrico mondo delle arti ammesse in concorso comprende creazioni dedicate alla maestria nell’olio extra vergine di oliva, realizzate in diversi ambiti espressivi, dalla pittura alla fotografia, dalla scultura alle installazioni, fino a comprendere anche i video.

A giorni, entro il 31 luglio, verranno informati i vincitori del concorso. È in palio un montepremi totale, fra le due categorie, di dieci mila euro, e a settembre, in una data e una location da definire, verranno svelati i vincitori nel corso di un evento organizzato per lapremiazione di Carapelli for Art. Stay tuned www.carapelliforart.it

 

Immagine di apertura: categoria Accademia > Paolo Bufalini, Senza titolo, 2017, mazza da baseball deteriorata

Immagine di chiusura: categoria Open > Caterina Erica Shanta, Emersioni - 03, stampa inkjet su carta  

 

 

 

 

 

 

 

OO M - 20-07-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Luigi Caricato
L'INCURSIONE

LUIGI CARICATO

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Riviera Garda Classico Chiaretto

Riviera Garda Classico Chiaretto

Non solo per l’olio, il Garda è altrettanto apprezzato anche per i suoi vini, il chiaretto in particolare fa la sua bella figura. Come per esempio quello prodotto da Il Roccolo, profumi fruttati e floreali, gusto fresco, fine e sapido

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA
A difesa del panel test. Si punta su ricerca e innovazione

A difesa del panel test. Si punta su ricerca e innovazione

In occasione del cinquantesimo Congresso della Società italiana per lo studio delle Sostanze Grasse a Bari, Assitol, l’associazione degli industriali ribadisce la propria fiducia e impegno a favore dei nuovi sistemi di analisi, allo scopo di rafforzare l’analisi sensoriale e garantire in tal modo il consumatore

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

L’olio secondo Vittorio Sgarbi

Nostra intervista al celebre critico d’arte e opinionista su una materia prima, l'olio extra vergine di oliva, tra le più significative e determinanti per una sana e corretta alimentazione. La produzione dell'olio è una operazione dell'uomo. Si tratta, in quanto tale di una operazione diretta della natura, ed essendo l'olio un elemento primario, è prova che Dio è uno solo

BIBLIOTECA OLEARIA
Evooleum 2019, la miglior guida del mondo

Evooleum 2019, la miglior guida del mondo

Anche se vi sono in commercio altre pubblicazioni analoghe in cui si segnalano i migliori extra vergini, nessuna finora ha raggiunto i medesimi livelli di qualità e stile. Primo valore con cui si contraddistingue: la trasparenza. Non meno importante è anche la grafica con cui è stata confezionata. Non poteva essere diversamente, con una guida che propone non una quantità smodata di oli, ma solo i migliori cento > Luigi Caricato