Venerdì 22 Settembre 2017 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > cultura

La grammatica è gioco

Ovvero, quando la fantasia ci permette di prendere confidenza con le regole del linguaggio. Qual è non si apostrofa mai; e l'obiettivo, invece, è sempre meglio del rafforzato obbiettivo, perché se troppo "carico" di doppie, va a finire che non lo si raggiunge mai

Massimo Occhinegro

La grammatica è gioco

Ci sono "un" e "una", il maschio che mantiene le distanze senza apostrofare, mentre c'è la femmina, più amorevole, che tenta un approccio con l'apostrofo, quando vede una vocale che segue, speranzosa. Ma, si sa, le donne sono più vezzose.

Poi c'è "qual è" che non osa avvicinarsi apostrofandosi, è timida, e si tronca perché esiste e vuol rimanere single. Poi mi sovviene il "soprattutto", che vuole essere invece più deciso e vorrebbe preferibilmente tutte le  "t" doppie. Da non confondersi, quindi, con il dopotutto, oppure oltretutto, per carità.

Cucùlo poi suona quasi come una brutta parola ma l'accento va posto lì, senza alcun dubbio.

La "è", quando è di aiuto (ausiliare) o è verbo, richiede l'accento, mi raccomando.

Poi veniamo al congiuntivo che nulla ha a che fare con la "congiuntivite" (che fastidio!) da non confondere con il condizionale.

Il "se" introduce il congiuntivo, e giammai il condizionale, se fossi un re, se avessi tempo ma, essendo una "condizione" e non una certezza (mai sia, il mondo è costellato di incertezze!), ecco che segue poi il condizionale. Se avessi tempo, infatti, potrei godermi in pieno l'unica vita che ho.

Io adesso sto "insegnando", sperando di imprimere il segno nelle menti, mentre chi legge, i più attenti, impareranno, semplicemente perché si procurano una nozione che non vuol essere una lezione, però.

L'obiettivo, infine, è sempre meglio del rafforzato obbiettivo, se troppo "carico" di doppie, va a finire che non lo si raggiunge.

Massimo Occhinegro - 15-08-2017 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
Alberto Guidorzi
L'INCURSIONE

ALBERTO GUIDORZI

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Think green

Think green

Un mix di olive di diverse cultivar rendono l'olio dell'Oleificio Angelo Coppini di Terni, un cento per cento italiano, un extra vergine versatile e armonico, dal gusto rotondo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Panissa, cipolla egiziana ligure e la crema di melanzane

Panissa, cipolla egiziana ligure e la crema di melanzane

È il frutto della tradizione gastronomica ligure che nulla ha a che vedere con  la altrettanto celebre farinata, pur essendo una preparazione a base di farina di ceci. Per chi ama il fritto, è una gran delizia > Marco Damele

EXTRA MOENIA
La festa dell'olio nuovo al Frantoio Turri

La festa dell'olio nuovo al Frantoio Turri

Torna l'atteso appuntamento per celebrare l'avvio dell'olivagione 2017 e gustare l'olio nuovo. Una giornata evento con visite guidate, piatti tipici del Garda e musica dal vivo. Porte aperte al pubblico, domenica 12 novembre, a Cavaion Veronese

GIRO WEB
Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Abbiamo collocato on line il sito della nostra casa editrice. Uno strumento utile per saperne di più sulle nostre pubblicazioni, sia cartacee, sia telematiche. Il nuovo sito è sul dominio olioofficina.eu, e affianca quelli di Olio Officina Magazine (olioofficina.it), Olio Officina Globe (olioofficina.net) e Olio Officina Festival (olioofficina.com). Buona navigazione > Luigi Caricato

OO VIDEO

L’olio d’alta quota

In giugno, sabato 10, la presenza del movimento culturale Tree Dream da Peck, nel tempio della gastronomia. Il dialogo tra Luigi Caricato e Flavio Lenardon

BIBLIOTECA OLEARIA
La dinastia olearia dei Guarini

La dinastia olearia dei Guarini

In Puglia sono stati un solido punto di riferimento, e tutt’oggi sono operativi su più fronti. In un libro di Achille Colucci, e a cura di Rosa del Vecchio, viene ripercorsa la goriosa storia della Oleifici Fasanesi > Maria Carla Squeo