Sabato 21 Settembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > cultura

Prometto di sbagliare

Un libro di di Pedro Chagas Freitas proposto in Italia da Garzanti. Vi sono occhi carichi di stupore e imbarazzo che si incrociano. Grandi emozioni e paure, abbracci, e perfino lacrime. Si racconta del sentimento piu travolgente del mondo. Non la storia di un amore, ma la storia dell’amore, del bisogno che ciascuno ha d’amare e d’essere amato, e di quanti tipi d’amore siamo capaci di dare

Antonella Casilli

Prometto di sbagliare

In un panorama editoriale che spesso sa di rimacinato, accade talvolta – raramente, ahimè! – di avere strabilianti sorprese. Giusto pochi giorni fa Garzanti ha fatto centro con Prometto di sbagliare, di Pedro Chagas Freitas, scrittore, giornalista, insegnante di lingua creativa portoghese.

In un locale affollato e rumoroso un uomo è seduto vicino a una finestra e guarda annoiato, come ogni lunedì, il cielo fuori. Improvvisamente si volta e lei è di fronte a lui . Occhi carichi di stupore e imbarazzo, si incrociano. Sono passati anni dall’ultima volta in cui è andato via spezzandole il cuore.

“…Come ho potuto essere così imbecille da non capire che c’era in te tutto quello che cercavo?...Lentamente, nascondendosi le lacrime negli occhi, lo abbandonò… non era una vendetta e neppure un castigo: semplicemente capì che era così perduta dentro quello che sentiva, che doveva allontanarsi da lui e tornare in sé…”

Quando tenta di fuggire stravolta dalle emozioni, lui decide di fermarla e nel loro abbraccio promette di sbagliare di nuovo. Perché l’emozione più grande è quella di ritrovare quello che si è perso, e amarlo di nuovo come se fosse la prima volta.

Se questa fosse la fine sarebbe un bellissimo romanzo sull’amore. Questo invece non è che l’inizio della storia. Mentre tra i due protagonisti riemerge il sentimento piu travolgente del mondo, attorno al loro amore si manifestano, con tecniche che vanno dal flusso di coscienza all’opera corale, le più disparate forme d’amore.

Padre e figlio (“esisteranno lacrime piu felici di quelle che cadono quando vedi i tuoi occhi negli occhi di tuo figlio”), nonno e nipote, fratelli, amici, ogni persona che gravita nel loro cosmo ha qualcosa da raccontare. E l’ amore è il fil rouge che avvolge tutto e con un sussurro parla direttamente all’anima del lettore.

Pedro Chagas Freitas si muove con consumata maestrìa nel mondo delle parole, per raccontare non la storia di un amore, ma la storia dell’amore, del bisogno che ciascuno ha d’amare e d’essere amato, di quanti tipi d’amore siamo capaci di dare. Si può sbagliare, ma l’amore oltre a essere la causa della sofferenza ne è anche la cura.

Prometto di sbagliare è una promessa, una filosofia in tre parole, vuol dire non credere nella possibilità della perfezione e non far nulla per raggiungerla, “perché se non esiste a che serve cercarla?”
“L’amore arriva solo quando smettiamo di essere perfetti”.

 

Antonella Casilli - 07-09-2015 - Tutti i diritti riservati

Antonella Casilli

Autrice di recensioni di testi letterari, organizzatrice di incontri con l'autore, oltre che esperta di materie giuridiche, vive a Lecce

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana è il Valpolicella Classico Superiore di Zenato

Il vino della settimana è il Valpolicella Classico Superiore di Zenato

L'azienda, di Peschiera del Garda, nel Veneto veronese, opera sia nell'area gardesana, sia in Valpolicella. Nei suoi 75 ettari produce vini di qualità nel rispetto del territorio e valorizzando i vitigni autoctoni. Quello in degustazione,  da uve Corvina Veronese, Rondinella e Corvinone, è un rosso rubino, con note di frutta matura, molto balsamico, e che con l’ossigenazione evolve allo speziato > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
“Ho fatto un pasticcio”, con olio Zucchi “Sostenibile” 100% italiano

“Ho fatto un pasticcio”, con olio Zucchi “Sostenibile” 100% italiano

Avete mai sentito parlare di "ricette oliocentriche"? Si parte dalla materia prima olio e a partire da questa si scelgono gli altri ingredienti per giungere alla costruzione di una ricetta. Ecco allora una pratica dimostrazione con la chef Sara Latagliata. La ricetta è stata realizzata per il numero 9 di OOF International Magazine

EXTRA MOENIA
Si chiama Evo Selection. È il nuovo nato del Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Si chiama Evo Selection. È il nuovo nato del Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Novità di prodotto. Si amplia la gamma della Famiglia Mela di Imperia. Si tratta di un monocultivar Taggiasca che arricchisce l’ampia offerta di produzioni della nota azienda ligure. Si presenta con un abbigliaggio in chiave moderna, in linea con le esigenze di bellezza e bontà proprie del pubblico dei millenials

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Aurevo. L’olio al centro delle attenzioni

È una delle tre proposte ristorative presenti all’interno del Palazzo di Varignana. Per chi ha piacere di andarci, è possibile degustare tutti gli oli prodotti nelle tenute di Agrivar a Castel San Pietro Terme, sui colli bolognesi. Il contesto è unico e ha due anime: è un resort e insieme una azienda agricola con oltre 200 ettari. L’intervista a Eleonora Berardi, nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione. Tre i punti di forza: legame con il territorio, storia e tradizione

BIBLIOTECA OLEARIA
Il codice sensoriale olio di oliva

Il codice sensoriale olio di oliva

È il libro del tecnologo alimentare William Loria, edito dal Centro Studi Assaggiatori. Un manuale di sole 96 pagine in cui si condensa un sapere essenziale > Maria Carla Squeo