Giovedì 21 Febbraio 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > cultura

Rocco, il santo contadino

Era fortemente legato agli animali che ricambiavano volentieri le sue attenzioni. Il suo mito è parte integrante della cultura rurale

Alfonso Pascale

Rocco, il santo contadino

San Rocco che si festeggia oggi è il patrono di numerose città e paesi. Un santo implorato, dal Medioevo in poi, da chiunque volesse proteggersi dalla peste. Egli era un volontario che girovagava lungo la Via Francigena ovunque vi fosse bisogno di assistenza tra i poveri e i malati. Nella sua vita si registra anche la presenza di un cane che provvedeva ad alimentare il santo quando questi rimase contagiato dal morbo. Rocco era fortemente legato agli animali che ricambiavano volentieri le sue attenzioni. Il suo mito è parte integrante della cultura contadina.

Ho il ricordo vivido dei festeggiamenti di San Rocco a Satriano di Lucania, paese natale di mio padre. Partivamo il giorno prima per partecipare anche ai riti in onore dell'Assunta. Ed eravamo ospiti di nonna Concetta che andava in campagna ogni giorno con il suo asino. Sovrastava la sua casa il campanile della chiesa madre al centro del paese. Ma noi bambini la riconoscevamo perché si ergeva su due piani.

Sulla strada la stalla dove si fermava l'asino di notte e nei giorni di maltempo. E sopra la stalla, la piccola abitazione che si raggiungeva attraverso una scala e un ballatoio da cui ci affacciavamo tutto il giorno.

Quando la processione era finita e tutti erano rientrati, sentivamo le voci che arrivavano dalle case. Le gremivano centinaia di parenti che erano emigrati e tornavano ogni anno per le feste. Quel vociare festoso, intenso, acquietante, fraterno mi rimbomba ancora oggi nell'animo. Una linfa vitale dentro di noi per reinventare comunità nelle forme che riteniamo più opportune.

 

 

L'immagine di apertura è tratta dal sito dell'Associazione Europea Amici di San Rocco

Alfonso Pascale - 16-08-2015 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana: Sharis 2017, di Livio Felluga

Il vino della settimana: Sharis 2017, di Livio Felluga

Un vino dagli aromi floreali, di agrumi, sambuco, e molto minerale, che merita i soldi spesi. Acquistato al supermercato, è il frutto di uve Chardonnay e Ribolla. Adatto, peraltro, con pesce e carni bianche alla griglia > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA
Antipasti caldi e freddi. A scuola di cucina dai Salvagno

Antipasti caldi e freddi. A scuola di cucina dai Salvagno

Protagonista lo chef Eugenio Ghiraldi con un nuovo appuntamento de "I corsi pratici di cucina in Frantoio... per stupire con gusto". Conoscere, capire ed applicare i segreti della buona cucina imparando a scoprire i prodotti del territorio, tra stagionalità, semplicità e gusto.

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Il prezzo delle bottiglie d'olio in commercio

L'analisi dei costi di produzione secondo l'esperto di marketing Massimo Occhinegro mette in luce, a partire da uno studio del Consiglio oleicolo internazionale, i reali costi che una azienda deve sostenere per produrre il prezioso olio extra vergine di oliva. Da qui diventa chiaro a quale prezzo può essere immessa in commercio una bottiglia d'olio. Una intervista di Cinzia Boschiero

BIBLIOTECA OLEARIA
Dop Garda. L'olio e il suo lago

Dop Garda. L'olio e il suo lago

Il numero 7 dell’annuario Olio Officina Almanacco quest'anno si presenta con una veste completamente rinnovata. Stesso formato, stesso numero di pagine, 96, ma con un taglio monografico, interamente dedicato all'olio gardesano e al suo territorio. Inizia così la nuova serie della rivista, dando spazio e rilievo ogni anno a un territorio altamente vocato all'olivicoltura di qualità