Sabato 18 Agosto 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > incursioni

Cambiare, cambiare, cambiare sempre

Alfonso Pascale

Il "graffio" (una rubrica brevissima, di poche battute) pubblicato sulle pagine della “Domenica”, inserto culturale allegato al quotidiano economico Il Sole 24 Ore, nel numero di domenica 21 agosto, colpisce in modo fulminante il filosofo Massimo Cacciari:

"Può darsi che il valore dell'umiltà - una viscerale avversione per l'arroganza - sia il prodotto specifico della tradizione italiana, da Dante a Manzoni. Ma è singolare che una cosa del genere ce la ricordi proprio Cacciari. La sua esibizione plateale di insofferenza per la (presunta) pochezza dell'interlocutore - nei dibattiti televisivi - non evoca uno stile umile. Forse però l'Italian Thought, in cui viene arruolato, è solo un'invenzione di marketing, una etichetta da esportazione priva di rapporti con la nostra tradizione. Un po' come la 'Dieta Mediterranea', alla quale non corrisponde nessuna cucina locale nel Mediterraneo".

Ebbene, cosa aggiungere? Lo stile umile dell'italiano era già messo in risalto da Virgilio, ma con un significato molto più profondo del semplice contrario di "arrogante".
Nell'Eneide, l'eroe troiano che giunge dopo tante peripezie nelle acque calme del mar Tirreno esclama, sollevato: Humilemque videmus Italiam. Molti traducono letteralmente: "Vediamo l'umile Italia". Ma l'aggettivo "umile" non ha nulla a che fare con l'atteggiamento disponibile, se non servile.

L'umiltà dell'Italia è un richiamo alla "terra", all'humus, a quello splendido avverbio "humi", che sta a indicare l'atteggiamento di chi poggi a terra l'orecchio quasi a cogliere il pulsare profondo del sottosuolo dove oscuramente germina la vita.

La tradizione "umile" dell'Italia è la bellezza del suo territorio, la capacità che i nostri antenati hanno avuto di trasformarlo continuamente senza distruggerlo, perché ne sapevano ascoltare le pulsioni.

Anche lo stile mediterraneo non ha nulla a che vedere con la "Dieta Mediterranea". La mediterraneità non può essere associata a nessuna dieta e a nessuno stile di vita, intesi in senso statico.

La mediterraneità è la grande capacità dei popoli che circondavano il "Mare nostrum" di contaminarsi continuamente con il diverso da sé e di cambiare continuamente. Cambiare, cambiare, cambiare sempre, guardando al futuro e mai indietro. Cambiare con umiltà, cioè sapendo ascoltare le pulsioni più profonde che arrivano dal sottosuolo e dal nostro retroterra culturale, per rispettarne i valori di fondo.

Alfonso Pascale - 23-08-2016 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Non solo biologico, anche biodinamico

Non solo biologico, anche biodinamico

È l’extra vergine del Podere Forte, un Dop Terra di Siena che poggia sugli elementi cardine del germoplasma olivicolo toscano, ovvero la triade varietale Frantoio, Moraiolo, Leccino, unitamente a una parte di Olivastra Seggianese. Un olio a tutto tondo, versatile, dal fruttato medio > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Gli oli

Gli oli "speciali" fanno crescere in Italia la Pietro Coricelli Spa

Il primo semestre si chiude con un fatturato di circa 63 milioni di euro e un aumento del 20% rispetto allo scorso anno. Una linea di successo, "Ethnos", che comprende Chia, Cocco, Argan, Avocado, Sesamo, Noce, Zucca, Canapa e Lino. Ma vi sono anche gli oli certificati Vegan OK, biologici e di sola spremitura, scelti dalle maggiori catene distributive italiane 

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Il progetto Dedicati

Innovare nel comparto olio da olive non è semplice, ma è proprio a partire dal mondo della ristorazione che si può dar luogo a una decisiva e significativa svolta al prodotto. Nostra intervista ad Anna Baccarani, Trade Marketing Manager di Olitalia, durante i lavori della prima edizione (28 maggio 2018) del Forum Olio & Ristorazione 

BIBLIOTECA OLEARIA
OOF International Magazine numero 4

OOF International Magazine numero 4

Una monografia interamente dedicata agli abbinamenti olio/cibo. Ogni numero un tema specifico. È la rivista trimestrale cartacea di Olio Officina, in edizione bilingue italiano/inglese