Martedì 19 Giugno 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > incursioni

Il caso Tavernello insegna

Daniele Tirelli

Riflessioni amarcord. Dodici anni fa furono trasmessi in tv i controversi spot di Tavernello. Che nostalgia per gli insulti ricevuti.

Lo spot-dibattito ideato dalla Armando Testa fece scandalo. Lo Iap, l'Istituto dell'Autodisciplina Pubblicitaria, lo sottopose a giudizio poiché, pur essendo un estratto di dibattito spontaneo fra persone che non si conoscevano, poteva essere confuso con i dibattiti televisivi, ritenuti veri, ma che come ben sappiamo (per avervi partecipato), sono orchestrati a priori dai conduttori. Comprese le "dirette" che il più delle volte tali non sono.

La cosa fece scandalo e... molta audience. Io dovetti spiegare ad alcuni studenti che un "esperto di marketing" (quale non mi ritengo) dovrebbe comunque essere come un avvocato e occuparsi professionalmente di ogni caso e che il marketing di Tavernello ha la stessa dignità professionale di quello di Armani e di Gucci.

Scandalo a parte, Tavernello ha venduto da allora qualcosa in più di un 1 miliardo e 500 milioni di confezioni in Italia e all'estero.
Caviro ha dato lavoro a migliaia di persone della filiera cooperativa vitivinicola, che conferisce le uve per la trasformazione. Ha aggiunto al proprio portfolio diverse etichette di buona e anche ottima qualità, per chi pretende di più.

Gli Italiani girano il bicchiere quando sono in compagnia, ma continuano a comprare vino sotto i 3 euro... e non sono diventati più scemi di allora (... o forse sì, ma per altri motivi). Anche perché, sulla base delle ricerche di mercato serie, facendo la media dei polli, una famiglia italiana consuma 14 confezioni all'anno, che, assumendo due fruitori per famiglia, fa 2 cl al giorno, ovvero, 22 decimillesimi di alcool al giorno.

Daniele Tirelli - 22-08-2017 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Non solo biologico, anche biodinamico

Non solo biologico, anche biodinamico

È l’extra vergine del Podere Forte, un Dop Terra di Siena che poggia sugli elementi cardine del germoplasma olivicolo toscano, ovvero la triade varietale Frantoio, Moraiolo, Leccino, unitamente a una parte di Olivastra Seggianese. Un olio a tutto tondo, versatile, dal fruttato medio > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Summer Fancy Food 2018, Oleificio Zucchi nella Grande Mela

Summer Fancy Food 2018, Oleificio Zucchi nella Grande Mela

In scena al Javits Center di New York dal 30 giugno al 2 luglio, il principale evento fieristico del Nordamerica riservato ai buyer del settore agroalimentare

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

La cultura dell’olio attraverso gli chef

Il mondo della ristorazione oggi è molto vivace, dinamico e attento. A sostenerlo, in una intervista rilasciata nell’ambito della prima edizione del Forum Olio & Ristorazione (a Milano, il 28 maggio 2018), è stata Maria Francesca Di Martino. Preziose le sue considerazioni, molto utili al fine di capire come procedere con un corretto impiego degli oli extra vergini di oliva in cucina. Ed ecco allora, dalla Puglia, gli oli a marchio “Schinosa”: gli extra vergini da olive Coratina, più complessi e non adatti a tutti gli utilizzi, e quelli ottenuti invece dalla cultivar Peranzana, molto più morbidi e facili da abbinare

BIBLIOTECA OLEARIA
OOF International Magazine numero 4

OOF International Magazine numero 4

Una monografia interamente dedicata agli abbinamenti olio/cibo. Ogni numero un tema specifico. È la rivista trimestrale cartacea di Olio Officina, in edizione bilingue italiano/inglese