Lunedì 25 Maggio 2020 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > incursioni

Il futuro? Panel test on line per assaggiatori d'olio

Luigi Caricato

Questo editoriale riprende in toto l'articolo di apertura del numero 12 del mensile Oliocentrico, a firma di Luigi Caricato.

Realizzare corsi on line per assaggiatori di oli da olive. Ecco il futuro che si presenta a noi in tutta la sua evidenza, sollecitato proprio in questi mesi di forzata clausura, per via dell’emergenza Covid-19. 

Tutto è stato interrotto, in queste settimane di chiusura quasi totale delle attività. Ora, certo, l ‘approccio diretto docente/discente è sempre da preferire, lo sguardo è fondamentale, lo scambio personale, il contatto a tu per tu è tutta un’altra cosa, ma pensare di introdurre anche la formazione telematica non è affatto fuori luogo. Non è da considerare una idea peregrina. Si può fare. Ci si adoperi per farlo. C’è chi già lo fa, a dire il vero, e con successo e ottimi risultati. 

A essere avanguardisti, perfino un panel di assaggio ufficiale può essere svolto via web, ovviamente predisponendo tutte le operazioni del caso, in modo che i risultati siano efficaci, verificabili e controllati passo dopo passo. Ciascun assaggiatore membro di un panel riceverà i campioni da valutare - basta anche meno di 100 ml - e il capo panel farà il suo fondamentale lavoro.

Il futuro è nel cambio di prospettiva.  Perfino la Santa Sede si è modernizzata, volete forse immaginare il mondo dell’olio retrogrado e ancorato al passato? Certo che no, l’intelligenza abbinata al buon senso rende le persone sagge e consapevoli delle grandi potenzialità che si prospettano. Quindi sia benedetto il nuovo corso, con la scuola di assaggio da effettuare anche on line. D’altra parte, non esistono forse gli atenei telematici, riconosciuti dal Ministero dell’istruzione, della ricerca e dell’università? E in un tempo nemmeno tanto lontano anche la rivoluzione cibernetica entrerà da protagonista nel mondo dell’olio, attraverso l’intelligenza artificiale.

Intanto, le piattaforme sul web ci sono, e sono tante. Le lezioni informatiche saranno il futuro, non certo l’unica ed esclusiva strada da percorrere, ma sicuramente una strada praticabile quanto altrettanto efficace, comunque da affiancare a quella tradizionale. Esistono lauree digitali, perché non possono esserci gli equivalenti attestati di assaggiatore d’olio? Il futuro parte dall’oggi, dalla capacità, intelligenza e volontà di accettare e accogliere le novità.


Oliocentrico 
è una rivista digitale, sfogliabile su internet i cui numeri finora pubblicati potete leggere cliccandoci sopra.

Oliocentrico 1, giugno 2019

Oliocentrico 2, luglio 2019

Oliocentrico 3, agosto 2019

Oliocentrico 4, settembre 2019

Oliocentrico 5, ottobre 2019

Oliocentrico 6, novembre 2019

Oliocentrico 7, dicembre 2019

Oliocentrico 8, gennaio 2020

Oliocentrico 9, febbraio 2020

Oliocentrico 10, marzo 2020

Oliocentrico 11, aprile 2020 

 

 

 

 

 

Luigi Caricato - 19-05-2020 - Tutti i diritti riservati

COMMENTI

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.
Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il Casa Coricelli 100% italiano

Il Casa Coricelli 100% italiano

Il punto di forza e di novità è nella tracciabilità certificata, ben evidenziata in etichetta. Il numero di lotto rimanda a una materia prima pugliese, e in particolare proveniente dalle province di Taranto e Brindisi. Sapidità, armonia, morbidezza, una nota dolce persistente al primo impatto, il gusto che ricorda il carciofo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Marisa Iocco, chef e patron di Spiga Ristorante a Boston, ci propone un dolce tipicamente americano, molto popolare e ormai ritenuto così familiare da non poterlo togliere dal menu, per quanto è richiesto. Lo stesso dolce è stato proposto in occasione del progetto di comunicazione e formazione che si è tenuto a fine 2019 a Boston, Providence e New York, organizzato dai consorzi di qualità degli oli extra vergini di oliva Ceq Italia e, per la Spagna, da QvExtra! con il supporto dell’Unione europea

EXTRA MOENIA
Ecco il miglior Aceto Balsamico di Modena Igp

Ecco il miglior Aceto Balsamico di Modena Igp

L’organizzazione tedesca Stiftung Warentest, nota per la propria indipendenza e imparzialità, ha reso noto, attraverso le pagine della sua rivista Test, i risultati di una serie di analisi effettuate su ben 19 aceti balsamici di Modena. A guadagnare il più alto gradino sul podio è stato l’Igp “5 Grappoli invecchiato” dell’Acetaia Giuseppe Cremonini di Spilamberto

GIRO WEB
Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Si chiama “Lavora con agricoltori italiani” ed è una iniziativa di Cia-Agricoltori Italiani. Si tratta, per l'esattezza, di un portale di intermediazione per mettere in contatto lavoratori e aziende agricole. Ora però si attendono misure concrete da parte delle Istituzioni, la mancanza di manodopera desta non poche preoccupazioni

OO VIDEO

Il sottocosto dell’olio extra vergine di oliva

È un approccio commerciale decisamente sbagliato, perché non attribuisce il reale valore a un olio che vanta invece grandi meriti nutrizionali, salutistici e perfino edonistici. Ne abbiamo parlato con Andrea Carrassi, direttore generale di Assitol, organizzazione da tempo impegnata a contrastare pratiche commerciali che sviliscono un prodotto di alto valore

BIBLIOTECA OLEARIA
Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Non tutti gli italiani conoscono l'olio extra vergine di oliva. Lo consumano, certo, ma ne ignorano la natura e il valore. Lo si vede da come acquistano l’olio al supermercato, scegliendo sempre quello in offerta al prezzo più stracciato. Ecco allora un utile strumento per acquisire le giuste conoscenze e imparare a impiegare al meglio tutti gli extra vergini > Silvia Ruggieri