Martedì 20 Agosto 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > incursioni

Imitare i buoni esempi

Luigi Caricato

Lunedì 3 giugno si è concluso con successo il tour nei ristoranti organizzato dal Consorzio dell'olio Dop Ligure, al fine di valorizzare l'impiego degli oli extra vergini di oliva territoriali e di qualità, quelli, per intenderci, provvisti di attestazione di origine Dop certificata e controllata.

C'ero anch'io, impegnato in prima persona in qualità di oleologo, e c'erano, con me, nelle quattro tappe - a Milano, Torino, Bologna e a Treiso, nelle Langhe -  i quattro rispettivi chef - Filippo La Mantia, Giuseppe Lisciotto, Emanuele Petrosino e Maurilio Garola - i quali hanno lavorato tale preziosa materia prima e resa disponibile attraverso una impeccabile formulazione di un ricettario ogni volta sorprendente per le proposte sempre accurate e puntuali. Obiettivo riuscito.

È stato un grande successo, dunque, anche se i risultati si raccoglieranno non subito ma a distanza, perché in questi casi il processo culturale non è mai immediato. L'acquisizione di un sapere, e soprattutto il cambio di mentalità non è mai rapido.

Il pubblico che ha partecipato ai pranzi con l'olio extra vergine di oliva delle tre sottozone della Dop Riviera Ligure, materia prima protagonista di primo piano, era composto perlopiù da ristoratori e addetti del settore, oltre che da giornalisti specializzati. Vedremo i risultati, ma intanto l'idea, il concept, e la strutturazione delle quattro tappe sono stati un bell'esempio da imitare. Merito del Consorzio dell'olio Dop Riviera Ligure, che ci ha creduto e perfezionato l'iniziativa giunta quest'anno alla sua seconda edizione, della Fondazione Qualivita e, in questa edizione, della rivista Italia a tavola.

Chiudo queste mie riflessioni con una emozione forte che ho provato andando per la prima volta nelle Langhe, a Treiso, e che voglio condividere ora con chi mi legge. Avete presente le tante parole spese per il paesaggio, la sua bellezza e le tante opportunità che ne derivano? Ebbene, quello delle Langhe, un paesaggio prevalentemente vitato, era non solo splendido, ma anche straordinariamente bello e fascinoso, soprattutto lindo, tenuto bene, coltivato con maestria, cura e amore. Una rarità, se mi permettete. Era un paesaggio da salotto, da contemplare e da vivere. Un paesaggio vissuto, reale, compiutamente operativo e non di facciata. Tanti i viticoltori impegnati in lavorazioni tra le vigne. Si percepiva tanta bellezza in tutta la sua immediatezza e spontaneità. E non era tutta opera della natura, ma dell'uomo. Il paesaggio racconta l'uomo e la sua identità nella comunità in cui vive e lavora, e quando ci sono begli esempi da imitare, non resta altro che prendere a modello questi esempi. Quando i territori sono così virtuosi, non resta altro che imitare, fare altrettanto, curare il paesaggio come fosse qualcosa cui si tiene tantissimo, come la propria vita.

Luigi Caricato - 04-06-2019 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana è il Messere Sforzato di Valtellina di Caven

Il vino della settimana è il Messere Sforzato di Valtellina di Caven

È stata degustata l'annata 2013, ed è una esplosione di aromi e gusti. Al naso è molto intenso e persistente. Al gusto, molto speziato, sorprende con note balsamiche di menta e cioccolato > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’olio con gli asparagi

L’olio con gli asparagi

Un gustosissimo risotto, ecco una ricetta che ci porta a Cavaion Veronese, nel Veneto, in un territorio ben curato dove si ottiene il pregiatissimo olio Dop Garda. Così, per anticipare la Festa degli asparagi che si svolgerà dal 16 al 19 maggio, sappiamo ora cosa fare quando non si sa bene cosa inventarsi in cucina. La proposta dei Fratelli Turri a partire dal loro extra vergine dal gusto e dai profumi fini e delicati > Luigi Caricato

EXTRA MOENIA
Il successo di Carapelli for Art 2019 porta nuovo valore

Il successo di Carapelli for Art 2019 porta nuovo valore

Anche la seconda edizione del concorso è andata molto bene. Si è registrato infatti uno straordinario numero di candidature, oltre a un altissimo livello delle opere candidate. C'è grande attesa: i vincitori saranno annunciati nel mese di settembre. Il montepremi complessivo messo in palio dal concorso è di 12 mila euro, suddivisi tra le categorie "Open" e "Accademia"

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Le ricette evo. L'olio buono in cucina

OOF 2019. A Olio Officina Festival 2019 grande risalto all'olio extra vergine di oliva come ingrediente. La scelta di una buona materia prima e l'attenzione a utilizzare al meglio l'olio da olive va incentivata sin da subito. La formazione è un buon punto di partenza. Cinzia Boschiero intervista Cristina Santagata

BIBLIOTECA OLEARIA
Il codice sensoriale olio di oliva

Il codice sensoriale olio di oliva

È il libro del tecnologo alimentare William Loria, edito dal Centro Studi Assaggiatori. Un manuale di sole 96 pagine in cui si condensa un sapere essenziale > Maria Carla Squeo