Lunedì 09 Dicembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > incursioni

Imitare i buoni esempi

Luigi Caricato

Lunedì 3 giugno si è concluso con successo il tour nei ristoranti organizzato dal Consorzio dell'olio Dop Ligure, al fine di valorizzare l'impiego degli oli extra vergini di oliva territoriali e di qualità, quelli, per intenderci, provvisti di attestazione di origine Dop certificata e controllata.

C'ero anch'io, impegnato in prima persona in qualità di oleologo, e c'erano, con me, nelle quattro tappe - a Milano, Torino, Bologna e a Treiso, nelle Langhe -  i quattro rispettivi chef - Filippo La Mantia, Giuseppe Lisciotto, Emanuele Petrosino e Maurilio Garola - i quali hanno lavorato tale preziosa materia prima e resa disponibile attraverso una impeccabile formulazione di un ricettario ogni volta sorprendente per le proposte sempre accurate e puntuali. Obiettivo riuscito.

È stato un grande successo, dunque, anche se i risultati si raccoglieranno non subito ma a distanza, perché in questi casi il processo culturale non è mai immediato. L'acquisizione di un sapere, e soprattutto il cambio di mentalità non è mai rapido.

Il pubblico che ha partecipato ai pranzi con l'olio extra vergine di oliva delle tre sottozone della Dop Riviera Ligure, materia prima protagonista di primo piano, era composto perlopiù da ristoratori e addetti del settore, oltre che da giornalisti specializzati. Vedremo i risultati, ma intanto l'idea, il concept, e la strutturazione delle quattro tappe sono stati un bell'esempio da imitare. Merito del Consorzio dell'olio Dop Riviera Ligure, che ci ha creduto e perfezionato l'iniziativa giunta quest'anno alla sua seconda edizione, della Fondazione Qualivita e, in questa edizione, della rivista Italia a tavola.

Chiudo queste mie riflessioni con una emozione forte che ho provato andando per la prima volta nelle Langhe, a Treiso, e che voglio condividere ora con chi mi legge. Avete presente le tante parole spese per il paesaggio, la sua bellezza e le tante opportunità che ne derivano? Ebbene, quello delle Langhe, un paesaggio prevalentemente vitato, era non solo splendido, ma anche straordinariamente bello e fascinoso, soprattutto lindo, tenuto bene, coltivato con maestria, cura e amore. Una rarità, se mi permettete. Era un paesaggio da salotto, da contemplare e da vivere. Un paesaggio vissuto, reale, compiutamente operativo e non di facciata. Tanti i viticoltori impegnati in lavorazioni tra le vigne. Si percepiva tanta bellezza in tutta la sua immediatezza e spontaneità. E non era tutta opera della natura, ma dell'uomo. Il paesaggio racconta l'uomo e la sua identità nella comunità in cui vive e lavora, e quando ci sono begli esempi da imitare, non resta altro che prendere a modello questi esempi. Quando i territori sono così virtuosi, non resta altro che imitare, fare altrettanto, curare il paesaggio come fosse qualcosa cui si tiene tantissimo, come la propria vita.

Luigi Caricato - 04-06-2019 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

Lo chef Damiano Carrara ha realizzato per Monini due dessert in cui l’olio extra vergine di oliva è protagonista oltre che in cucina anche in pasticceria: un’alternativa più salutare rispetto al burro

EXTRA MOENIA
L’Anteprima dell’olio Dop Umbria

L’Anteprima dell’olio Dop Umbria

Si è conclusa la prima edizione dedicata agli extra vergine con attestazione di origine prodotti nel corso dell’olivagione 2019

GIRO WEB
Coi, nuovo sito web

Coi, nuovo sito web

Il 19 novembre è entrato in funzione un rinnovato website, più facilmente navigabile e agevole, in linea con le tecnologie più avanzate. Un utile strumento web per essere costantemente aggiornati sulle news del Consiglio oleicolo internazionale.  Si tratta di un solido punto di riferimento per il mondo olivicolo e oleario mondiale da tenere sempre sotto osservazione. Tante le novità

OO VIDEO

Diminuisce il consumo degli oli da olive

Se da un lato si riduce la quantità d’olio utilizzata nel consumo domestico, dall’altra cresce la quantità di olio prodotto nel mondo. Questo accade nei Paesi tradizionali – Grecia, Italia, Spagna - dove storicamente si è sempre utilizzato l’olio ricavato dalle olive. L’analisi della tecnologa alimentare Daniela Capogna, intervistata nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Il gruppo editoriale Mercacei ha reso pubblica la nuova guida della quarta edizione dell'Evooleum World's Top100 Extravergine Olive Oils, in cui sono presentati i migliori 100 oli extra vergine d’oliva ottenuti in base ai risultati nell'ambito dell'Evooleum Awards. In questa guida deluxe, prologo del celebre chef Andoni Adúriz (Mugaritz), il lettore si può imbattere nelle ricette mediterranee dello chef 2 stelle Michelin Paco Roncero, negli articoli sugli usi culinari dell'olio extravergine di oliva, le destinazioni più alla moda, le ultime tendenze nel mondo del packaging e degli abbinamenti e tanto altro ancora