31 Maggio 2020 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > incursioni

La mediocrità delle classi dirigenti

Alfonso Pascale

Quello che avviene in questi giorni in Europa dopo Brexit ci fa impietosamente toccare con mano la mediocrità delle nostre classi dirigenti. Il Regno Unito ha deciso con un referendum di uscire dall'Unione. Per conseguire il risultato, i gruppi dirigenti di quel paese non si sono fatti scrupolo di ricorrere addirittura alla menzogna.

Il premier che ha voluto il referendum non ha notificato agli organi dell'Unione la decisione, chiara e lineare, assunta dal popolo britannico, ma si è semplicemente dimesso. Chi lo ha sostituito non ha ancora ottemperato a quanto esplicitamente previsto nei Trattati (notifica della decisione) e se ne va, invece, in giro per le capitali europee.

I capi di governo litigano con la Commissione su chi deve condurre il negoziato per l'uscita del Regno Unito dall'Unione e ci si divide se il confronto debba essere inflessibile o morbido. In realtà ognuno è preoccupato dell'impatto che il negoziato avrà nel proprio paese, ma nessuno pensa all'Europa.

La Merkel sogna il ritorno al direttorio, che è l'antitesi del progetto di integrazione pensato a Roma nel 1957, e prevale la logica del club tra paesi indisponibili a cedere quote di sovranità ad un'autorità istituzionale legittimata democraticamente.

Solo il governo italiano oggi appare il soggetto più credibile per proporre una soluzione che ci faccia fare un passo avanti verso un'unione politica: promuovere una leadership istituzionale, democraticamente legittimata, per condurre il negoziato. Solo in tal modo si potrà contrastare il ruolo disintegrativo delle leadership nazionali.

Perché intorno a questa iniziativa del nostro paese non debba costruirsi un ampio consenso degli italiani?

Alfonso Pascale - 02-08-2016 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il Casa Coricelli 100% italiano

Il Casa Coricelli 100% italiano

Il punto di forza e di novità è nella tracciabilità certificata, ben evidenziata in etichetta. Il numero di lotto rimanda a una materia prima pugliese, e in particolare proveniente dalle province di Taranto e Brindisi. Sapidità, armonia, morbidezza, una nota dolce persistente al primo impatto, il gusto che ricorda il carciofo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Marisa Iocco, chef e patron di Spiga Ristorante a Boston, ci propone un dolce tipicamente americano, molto popolare e ormai ritenuto così familiare da non poterlo togliere dal menu, per quanto è richiesto. Lo stesso dolce è stato proposto in occasione del progetto di comunicazione e formazione che si è tenuto a fine 2019 a Boston, Providence e New York, organizzato dai consorzi di qualità degli oli extra vergini di oliva Ceq Italia e, per la Spagna, da QvExtra! con il supporto dell’Unione europea

EXTRA MOENIA
Tre generazioni della famiglia Manca manifestano l'orgoglio di essere produttori d'olio d'alta qualità

Tre generazioni della famiglia Manca manifestano l'orgoglio di essere produttori d'olio d'alta qualità

L’olio San Giuliano, il noto marchio sardo di Alghero, si aggiudica quattro ori all’International Olive Oil Competition di New York. Nel corso di quest'anno ha inoltre ricevuto molti altri prestigiosi riconoscimenti, a Los Angeles e a Zurigo, come pure in Italia. Il tutto a partire dai 167.495 ulivi di proprietà

GIRO WEB
Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Si chiama “Lavora con agricoltori italiani” ed è una iniziativa di Cia-Agricoltori Italiani. Si tratta, per l'esattezza, di un portale di intermediazione per mettere in contatto lavoratori e aziende agricole. Ora però si attendono misure concrete da parte delle Istituzioni, la mancanza di manodopera desta non poche preoccupazioni

OO VIDEO

L’olio musicale

È un olio che racconta la passione della famiglia Mela per la musica ed è dedicato ai 70 anni del Festival di Sanremo. A raccontarlo, a Olio Officina festival 2020, Serena Mela, dell’azienda imperiese Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

BIBLIOTECA OLEARIA
Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Non tutti gli italiani conoscono l'olio extra vergine di oliva. Lo consumano, certo, ma ne ignorano la natura e il valore. Lo si vede da come acquistano l’olio al supermercato, scegliendo sempre quello in offerta al prezzo più stracciato. Ecco allora un utile strumento per acquisire le giuste conoscenze e imparare a impiegare al meglio tutti gli extra vergini > Silvia Ruggieri