Martedì 11 Dicembre 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > incursioni

La scienza è tra noi

Giuseppe Stagnitto

Oggetto della storia della scienza, soprattutto della scienza fondata sulle discipline fisico-matematiche, è lo sviluppo delle idee fondamentali, seguite “dal di dentro”: non una storia degli errori, ma quella di un successivo, graduale chiarimento concettuale. La moderna concezione della scienza induce a credere che l’uomo abbia imparato ad essere superiore alle leggi naturali: in realtà noi non possiamo nulla contro le leggi della natura, mentre è in nostro potere modificare le circostanze dei fenomeni naturali, perché essi agiscano secondo le nostre finalità. Infatti, come diceva Francesco Bacone “l’uomo comanda alla natura obbedendole”. La matematica, nata da riflessioni “teologiche” (pitagorismo) e come strumento contemplativo, per l’insopprimibile “bisogno greco di certezza”, si è rivelata lo stesso linguaggio della legge di necessità che governa il cosmo.

Solo alla fine del Seicento è stato finalmente rivelato il grande mistero matematico rimasto sempre nascosto in passato: il valore puntuale di una funzione esprime contemporaneamente la pendenza della legge delle aree e l’area della legge delle pendenze (teorema fondamentale del calcolo). Nella mente fervida di Leibniz, Newton, Bernoulli ed Eulero questa comprensione si è rivelata quello strumento raffinato di indagine che da essi abbiamo ereditato. La nostra attuale potenza di calcolo deriva dall’intuito di questi studiosi: senza il loro sforzo ci aggireremmo ancora vanamente “per un oscuro labirinto”, come scriveva Galileo, che della scienza moderna è l’indiscusso fondatore. Il tentativo di “domare l’infinito” è costato profonde crisi del pensiero che non possedeva ancora gli strumenti concettuali per affrontare le antinomie che scopriva, nel tentativo di sovrapporre ciò che coglie l’occhio dell’intelletto a ciò che coglie l’occhio fisico (paradossi di Zenone).

È stato poderoso lo sforzo, durato millenni, per fondare la scienza fisico-matematica che conosciamo. Anche la storia della scienza è, come ogni storia, secondo la nota espressione di Benedetto Croce, sempre storia contemporanea. Il pensiero scientifico non è infatti separato dal pensiero filosofico: soprattutto al sorgere della scienza moderna, tendenze di pensiero derivanti da concezioni metafisiche hanno potentemente contribuito a sviluppare la “forma mentis” dei fondatori.

Giuseppe Stagnitto - 27-02-2018 - Tutti i diritti riservati

Giuseppe Stagnitto

Portavoce del movimento culturale TreeDream, movimento culturale per la rinascita dell'olivicoltura d'alta quota. Ingegnere, è uno storico della scienza e della tecnica delle costruzioni, docente presso l’Università di Pavia

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Riviera Garda Classico Chiaretto

Riviera Garda Classico Chiaretto

Non solo per l’olio, il Garda è altrettanto apprezzato anche per i suoi vini, il chiaretto in particolare fa la sua bella figura. Come per esempio quello prodotto da Il Roccolo, profumi fruttati e floreali, gusto fresco, fine e sapido

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA

"Pane e olio" sbarca nella Food Valley

La merenda della tradizione al centro di uno “street event” a Collecchio, luogo simbolo del distretto agroalimentare di Parma. A organizzarlo il Gruppo Panificatori Artigiani di Parma con Assitol e Aibi, l’Associazione italiana Bakery Ingredients. Erano presenti Paolo Bianchi, sindaco di Collecchio, ed Elena Levati, assessore alle Attività produttive

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Il racconto di Olio Officina Festival 2018

A Milano, dall'1 al 3 febbraio 2018, con tema portante "Io sono un albero". Le emozioni attraverso le immagini di una tre giorni interamente dedicata all'olio da olive e ai condimenti

BIBLIOTECA OLEARIA
L’olivo nell'area mediterranea

L’olivo nell'area mediterranea

Olive Tree in the Mediterranean Area. A Mirror of the Tradition and the Biotechnological Innovation. La tradizione, l'innovazione biotecnologica. È su questi piani che si delinea il volume di cui è autrice principale, e curatrice, Anarita Leva. È un libro che si prospetta davvero interessante per l'industria vivaistica, nonché per quella agrobiotecnologica e cosmetica, oltre che a tutti coloro che sono sempre più legati alla crescente domanda di prodotti naturali e al richiamo dei polifenoli intesi come antiossidanti e stabilizzanti naturali degli alimenti