Giovedì 19 Ottobre 2017 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > incursioni

Nessuno ne parla. Ne parlavamo quarant'anni fa

Alfonso Pascale

Romano Prodi è intervenuto sul tema della siccità e, in particolare, sui problemi dell'acqua ad uso irriguo, sulle pagine del Corriere della Sera. Non sono questioni degli agricoltori soltanto ma dell'intera società. Ma nessuno ne parla in modo completo.

Ci vogliono sicuramente investimenti per introdurre tecnologie che permettano un risparmio della risorsa negli utilizzi irrigui. Ma occorrerebbe pensare - suggerisce Prodi - anche a programmi per la costruzione di una rete di migliaia di piccoli bacini collinari da affiancare ad alcuni nuovi invasi di maggiore dimensione.

Ne parlavamo quarant'anni fa. Poi, una malintesa idea di protezione dell'ambiente e una sfiducia nelle strutture pubbliche di gestione di queste strutture spinsero a bloccare ogni iniziativa. Oggi si parla tanto di cambiamenti climatici. Ma non ci prepariamo, con nuovi programmi di investimenti, a gestire tali cambiamenti.

Un paese collinare e montano come il nostro possiede risorse idriche che altri paesi meno fortunati non hanno. Dobbiamo solo predisporci a raccoglierle, distribuirle e utilizzarle in modo efficiente e sostenibile.

Sarebbe assurdo che i cambiamenti climatici debbano obbligarci a smettere di coltivare prodotti agricoli che richiedono sì molta acqua, ma costituiscono anche la parte preziosa della nostra agricoltura e, dunque, della nostra economia. Ci sono vecchie idee e progetti da rispolverare e rilanciare quando nuovi bisogni premono.

Alfonso Pascale - 08-08-2017 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Think green

Think green

Un mix di olive di diverse cultivar rendono l'olio dell'Oleificio Angelo Coppini di Terni, un cento per cento italiano, un extra vergine versatile e armonico, dal gusto rotondo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Torta de aceite

Torta de aceite

Colazione con la celeberrima torta dell'azienda andalusa Inés Rosales. A base di olio da olive. Una delizia. L'avete mai provata? > Daniele Tirelli

GIRO WEB
Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Abbiamo collocato on line il sito della nostra casa editrice. Uno strumento utile per saperne di più sulle nostre pubblicazioni, sia cartacee, sia telematiche. Il nuovo sito è sul dominio olioofficina.eu, e affianca quelli di Olio Officina Magazine (olioofficina.it), Olio Officina Globe (olioofficina.net) e Olio Officina Festival (olioofficina.com). Buona navigazione > Luigi Caricato

OO VIDEO

La genesi dell'oliva

In un video emozionale e insieme documentaristico l'azienda veneta Frantoio Fratelli Turri di Cavaion Veronese, fa comprendere a chi non ha confidenza con il frutto dell'oliva, come si forma e si struttura il frutto ne corso dei mesi e come alla fine nasca l'olio extra vergine, quello a marchio Garda Dop Turri di varietà Casaliva

BIBLIOTECA OLEARIA
Oliva Ascolana del Piceno

Oliva Ascolana del Piceno

Un libro-manuale edito da Ascoliva, di cui sono autori Marino Felicioni, Leonardo Seghetti e Mario De Angelis, mette in evidenza un settore tra i meno conosciuti eppure di fondamentale importanza > Maria Carla Squeo