Sabato 29 Aprile 2017 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > incursioni

Non so se lo avete notato

Luigi Caricato

Chi, tra i lettori, ha avuto modo di frequentare in questi anni, in maniera costante, gli incontri pubblici dedicati all’agricoltura - convegni, tavole rotonde, workshop, seminari - avrà senz’altro notato che i contenuti di quanto è stato di volta in volta riferito dai vari relatori al pubblico sono stati perlopiù e sempre i medesimi.

Non si è fatto alcun passo in avanti, né si sono registrati passi indietro. Ovviamente non mi riferisco ad aspetti di ordine puramente tecnico, dove ciascuno esprime in maniera compiuta la propria professionalità e competenza. Mi riferisco invece a quanti avrebbero dovuto esprimere pensieri che si possano compiutamente definire tali, capaci di risvegliare gli animi e, soprattutto, di rivoluzionare le consuetudini, sostenendo qualcosa di nuovo, che giovi per davvero alle comunità e all'economia.

Vorrei pertanto ribadire, a scanso di equivoci, che quando mi riferisco a "pensieri", non intendo affatto limitarmi alla formulazione di mere opinioni, ma a pensieri di spessore e ben strutturati, in grado di modificare la realtà e di individuare nuovi paradigmi.

I pensieri, purtroppo, sono piuttosto rari, ed è difficile sentirne, o leggerne, di veramente degni di essere ritenuti tali. Così, pur con tante variazioni sul tema, si continuano ad ascoltare i soliti discorsi, senza che sostanzialmente si prospetti mai nulla di nuovo. Di conseguenza, passeranno pure i decenni, inarrestabili, ma tutto permane uguale e immutato, proprio perché ci si limita stancamente a ripetere il già detto e scritto, riformulato come se fosse il nuovo.

Non voglio con ciò sostenere che siano del tutto assenti persone capaci di esprimere pensieri e degne di considerazione. Non voglio certo insinuare che vi siano troppe persone inadatte a ricoprire ruoli di cui essere realmente e pienamente all’altezza, ma voglio, desidero e spero che qualcosa di nuovo avvenga per davvero, che ci siano figure di pensatori nel mondo agricolo e agroalimentare, altrimenti, di questo passo, sarà solo la fine, ma proprio la fine di tutto.

L’agricoltura, più di altri settori, ha bisogno di una classe dirigente nuova. Non si può lasciare nelle mani dei soliti noti il destino di tanti soggetti e di tante economie.

Luigi Caricato - 28-03-2017 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il mio nome è Italo

Il mio nome è Italo

Un extra vergine abruzzese, frutto di un blend di oli ottenuti da ben cinque cultivar, tra cui la celebre Dritta. All’assaggio l’olio si presenta morbido, senza venir meno alle connotazioni fruttate, che gli attribuiscono corpo e personalità. Versatile, dall'ottimo rapporto qualità, prezzo e rendimento. Reca la firma Fattoria del Torquato > Luigi Caricato

RICETTE OLIOCENTRICHE
Zuppa di cipolla… egiziana ligure

Zuppa di cipolla… egiziana ligure

Ormai è una tappa fissa. Questo bulbo sta diventando un must. Basta poco per gioire dei sapori semplici. Sono sufficienti gli ingredienti essenziali, facili da reperire > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Il sepolcro vuoto

Il sepolcro vuoto

Maria di Magdala. Gli evangelisti ne parlano come una delle donne che accompagnavano e assistevano Gesù e che furono presenti nei momenti drammatici della sua passione e morte. Di lei in particolare si precisa, per ben due volte, che era stata liberata da sette demoni > Sante Ambrosi

GIRO WEB
I racconti di Chiara Coricelli rendono più moderna la comunicazione sull’olio

I racconti di Chiara Coricelli rendono più moderna la comunicazione sull’olio

Ha riscontrato un grande successo la webserie di cui è testimonial, in veste di mamma, moglie e imprenditrice, la stessa titolare della nota azienda olearia umbra. Se vogliamo collocarla sulla quantità di visualizzazioni, ne ha ottenute oltre 100 mila, ma anche sul fronte dell’efficacia qualitativa spicca per originalità e inventiva > Maria Carla Squeo

OO VIDEO

In grazia di Dio, la vita al tempo della crisi

Un momento dell'incontro con il regista Edoardo Winspeare, nell'ambito di Olio Officina Festival 2014, dove aveva presentato il suo ultimo film, con il quale ha partecipato, per l'Italia, al festival di Berlino. In questa pellicola, il regista racconta di una famiglia costretta dalla crisi a chiudere l'azienda e a trasferirsi in campagna. Nonostante le difficoltà e le asprezze della vita nei campi, i protagonisti ritrovano le serenità e il senso della vita comunitaria (Prima parte)

BIBLIOTECA OLEARIA
Tre autori per un libro. Protagonista l’olio extra vergine di oliva

Tre autori per un libro. Protagonista l’olio extra vergine di oliva

Sono Marco Larentis, Simona De Nicola e Stefano Bonamico, a firmare un libro illustrato per le edizioni Hoepli. Diventato un prodotto "cult della moderna interpretazione della alimentazione consapevole”, il succo di olive è ormai al centro dell’attenzione generale > Luigi Caricato