Lunedì 16 Dicembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > incursioni

Paura della libertà

Alfonso Pascale

Andrebbe ripreso, in questi tempi di cambiamenti tumultuosi e di derive populiste, un testo di Carlo Levi che forse abbiamo letto distrattamente. Si tratta di Paura della libertà, un quaderno scritto nell'inverno 1939-40 e pubblicato nel 1946.

Dinanzi alla minaccia di distruzione imminente che sovrasta sull'Europa, lo scrittore fa i conti con la storia. Il testo viene dato alle stampe non perché quella condizione di pericolo sia "morta", ma con la consapevolezza che possa sempre "ritornare".

Il libro torna in libreria per i tipi di Neri Pozza di Vicenza con un'introduzione di Giorgio Agamben. Ne ha scritto su "Domenica" del "Sole 24 Ore" del 18 agosto Davide Bidussa. Il tema non è solo il bilancio ma anche la diagnosi.

La dimensione del vissuto della politica non ha più quella della missione ma quella della sudditanza, come macchina in cui la personalità e il profilo individuale tendono a eclissarsi per affermarsi solo come gerarchia di figuranti. Nel libro emergono e sono analizzati le ossessioni, le fantasie, i meccanismi culturali e mentali, le parole che rendono estranei molti dei conoscenti fino a ieri prossimi.

Il tema sono le masse e l'affidamento allo Stato perché dia la certezza di una protezione che prima di tutto è richiesta di esclusione, selezione, separazione da chi non conosciamo. Poi è la costruzione di un vissuto religioso il cui fondamento è dato dall'ansia di avere un nemico; poi la dimensione di sacrificio, di immolazione, di violenza che sono suggestioni e derive di quella cultura della morte (sicuramente di destra, ma che alberga anche in settori della sinistra).  

Al fondo c'è la morte della politica come impegno a costruire un domani responsabile. Paura della libertà è da rileggere perchè è un libro folto di idee sulla rinascita e la riscoperta della civiltà. Di tali idee oggi si avverte un gran bisogno.

Alfonso Pascale - 21-08-2018 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

Lo chef Damiano Carrara ha realizzato per Monini due dessert in cui l’olio extra vergine di oliva è protagonista oltre che in cucina anche in pasticceria: un’alternativa più salutare rispetto al burro

EXTRA MOENIA
Le Dop e le Igp sono marcatori culturali

Le Dop e le Igp sono marcatori culturali

La Treccani apre ai prodotti con attestazione di origine. Pubblicata dall’Istituto della Enciclopedia Italiana l’edizione 2020 dell’Atlante Qualivita

GIRO WEB
Coi, nuovo sito web

Coi, nuovo sito web

Il 19 novembre è entrato in funzione un rinnovato website, più facilmente navigabile e agevole, in linea con le tecnologie più avanzate. Un utile strumento web per essere costantemente aggiornati sulle news del Consiglio oleicolo internazionale.  Si tratta di un solido punto di riferimento per il mondo olivicolo e oleario mondiale da tenere sempre sotto osservazione. Tante le novità

OO VIDEO

Diminuisce il consumo degli oli da olive

Se da un lato si riduce la quantità d’olio utilizzata nel consumo domestico, dall’altra cresce la quantità di olio prodotto nel mondo. Questo accade nei Paesi tradizionali – Grecia, Italia, Spagna - dove storicamente si è sempre utilizzato l’olio ricavato dalle olive. L’analisi della tecnologa alimentare Daniela Capogna, intervistata nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Il gruppo editoriale Mercacei ha reso pubblica la nuova guida della quarta edizione dell'Evooleum World's Top100 Extravergine Olive Oils, in cui sono presentati i migliori 100 oli extra vergine d’oliva ottenuti in base ai risultati nell'ambito dell'Evooleum Awards. In questa guida deluxe, prologo del celebre chef Andoni Adúriz (Mugaritz), il lettore si può imbattere nelle ricette mediterranee dello chef 2 stelle Michelin Paco Roncero, negli articoli sugli usi culinari dell'olio extravergine di oliva, le destinazioni più alla moda, le ultime tendenze nel mondo del packaging e degli abbinamenti e tanto altro ancora