Lunedì 09 Dicembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > incursioni

Per i nostri figli

Alfonso Pascale

A che deve servire la politica? A decidere del futuro di una comunità. Non un futuro lontano e generico, in cui porre tutto… e il contrario di tutto, una cosa… ma anche il suo opposto. Tanto poi – si dice - accadrà quel che accadrà indipendentemente da noi.

La politica deve servire a decidere hic et nunc di un futuro prossimo che obbliga. Per dare un senso concreto al carattere obbligante dell’avvenire ci aiuta un’espressione comune: “per i nostri figli”. La misura concreta del tempo della politica dovrebbe difatti essere la stessa delle azioni e delle opere che svolgiamo nella vita di ogni giorno: guardare alla generazione successiva alla nostra.

Come osserva Salvatore Natoli, il termine ebraico per “generazioni” è “dor”, che significa “cerchio”, “riunirsi attorno”: indica dunque continuità e passaggio. Infatti, nell’espressione “di generazione in generazione” più che il termine “generazione” sono importanti le preposizioni “di… in…” che indicano ciò che nel tempo dura: indicano un inizio di cui non si vede l’origine e un futuro di cui non si vede la fine. 

Anche l’umanità, come l’avvenire, non è un’astrazione. La si riconosce e rispetta nell’uomo che ci sta accanto. C’è un comune futuro che lega le generazioni l’una all’altra e c’è un comune senso di umanità che vincola uomini e popoli.

La politica deve provvedere a ciò che è comune. Soprattutto nei crocevia della storia. E anche quando chi agisce non vedrà l’esito di ciò che fa. Nel passaggio da una generazione all’altra non possiamo evitare la morte e il dolore connesso alla nostra mortalità. Ma quello che sicuramente possiamo evitare è il dolore che c’infliggiamo l’un l’altro. Questo è il terreno proprio della politica.

Alfonso Pascale - 21-05-2019 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

Lo chef Damiano Carrara ha realizzato per Monini due dessert in cui l’olio extra vergine di oliva è protagonista oltre che in cucina anche in pasticceria: un’alternativa più salutare rispetto al burro

EXTRA MOENIA
L’Anteprima dell’olio Dop Umbria

L’Anteprima dell’olio Dop Umbria

Si è conclusa la prima edizione dedicata agli extra vergine con attestazione di origine prodotti nel corso dell’olivagione 2019

GIRO WEB
Coi, nuovo sito web

Coi, nuovo sito web

Il 19 novembre è entrato in funzione un rinnovato website, più facilmente navigabile e agevole, in linea con le tecnologie più avanzate. Un utile strumento web per essere costantemente aggiornati sulle news del Consiglio oleicolo internazionale.  Si tratta di un solido punto di riferimento per il mondo olivicolo e oleario mondiale da tenere sempre sotto osservazione. Tante le novità

OO VIDEO

Diminuisce il consumo degli oli da olive

Se da un lato si riduce la quantità d’olio utilizzata nel consumo domestico, dall’altra cresce la quantità di olio prodotto nel mondo. Questo accade nei Paesi tradizionali – Grecia, Italia, Spagna - dove storicamente si è sempre utilizzato l’olio ricavato dalle olive. L’analisi della tecnologa alimentare Daniela Capogna, intervistata nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Il gruppo editoriale Mercacei ha reso pubblica la nuova guida della quarta edizione dell'Evooleum World's Top100 Extravergine Olive Oils, in cui sono presentati i migliori 100 oli extra vergine d’oliva ottenuti in base ai risultati nell'ambito dell'Evooleum Awards. In questa guida deluxe, prologo del celebre chef Andoni Adúriz (Mugaritz), il lettore si può imbattere nelle ricette mediterranee dello chef 2 stelle Michelin Paco Roncero, negli articoli sugli usi culinari dell'olio extravergine di oliva, le destinazioni più alla moda, le ultime tendenze nel mondo del packaging e degli abbinamenti e tanto altro ancora