Lunedì 25 Maggio 2020 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > incursioni

Prima la cultura, poi l’economia

Luigi Caricato

Oliocentrico, giunto al suo terzo numero, esce anche in agosto. Non sono previste pause. Forse un po’ si esagera. Senz’altro si sta esagerando, ma le mezze misure non sono adatte a un progetto di grande portata come Olio Officina.

Qualcuno pensa forse che si possa smettere di respirare e poi riprendere i consueti ritmi? Per noi l’impegno che ci siamo presi consiste proprio in questo: nell’essere sempre presenti. Per noi lavorare è come respirare. Così è stato all’inizio. E così resta ancora per noi, come un atteggiamento incontrovertibile. Semmai qualche dubbio su quanti ritengono di amare gli oli da olive lo abbiamo. Abbiamo per esempio notato che la maggioranza di chi si occupa a vario titolo di olio aspira solo a vendere, e poco interessa coltivare la conoscenza e diffonderla. La gran parte è disinteressata a fare cultura e a seminarla, diffondendola.

Creare un nuovo approccio con il “prodotto” olio e renderlo, anziché “merce”, un “marcatore culturale” fa la differenza. Per noi l’olio non è più solo un “prodotto” ma “materia prima”, non è “merce”, anche se ciò che si produce va necessariamente venduto, ma l’equivalente di un’opera letteraria o di un’opera d’arte. Questo è per noi l’olio. Eppure, facciamo fatica a farlo comprendere agli operatori del settore, ai titolari o ai manager delle aziende. Sono dei commerciali pure, non riescono i più ad andare oltre l’idea di vendere, non credono nell’olio.

Per molti l’olio è soltanto pura merce, e per il resto è massa grassa e nulla di più. Tutti perciò puntano il dito contro la Gdo, o contro i ristoratori che non capiscono, o se la prendono addirittura con il consumatore perché vuole solo risparmiare. In pochi si rendono conto che finché non si fa cultura, sarà sempre una sfida persa, e se qualche volta sul piano commerciale va bene, non è per sempre. La cultura fa la differenza. Prima la cultura, poi l’economia.

 

PER APPROFONDIRE

LEGGI IL NUMERO 3 DI OLIOCENTRICO

LEGGI IL NUMERO 2 DI OLIOCENTRICO

LEGGI IL NUMERO 1 DI OLIOCENTRICO



 

Luigi Caricato - 30-07-2019 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il Casa Coricelli 100% italiano

Il Casa Coricelli 100% italiano

Il punto di forza e di novità è nella tracciabilità certificata, ben evidenziata in etichetta. Il numero di lotto rimanda a una materia prima pugliese, e in particolare proveniente dalle province di Taranto e Brindisi. Sapidità, armonia, morbidezza, una nota dolce persistente al primo impatto, il gusto che ricorda il carciofo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Marisa Iocco, chef e patron di Spiga Ristorante a Boston, ci propone un dolce tipicamente americano, molto popolare e ormai ritenuto così familiare da non poterlo togliere dal menu, per quanto è richiesto. Lo stesso dolce è stato proposto in occasione del progetto di comunicazione e formazione che si è tenuto a fine 2019 a Boston, Providence e New York, organizzato dai consorzi di qualità degli oli extra vergini di oliva Ceq Italia e, per la Spagna, da QvExtra! con il supporto dell’Unione europea

EXTRA MOENIA
Ecco il miglior Aceto Balsamico di Modena Igp

Ecco il miglior Aceto Balsamico di Modena Igp

L’organizzazione tedesca Stiftung Warentest, nota per la propria indipendenza e imparzialità, ha reso noto, attraverso le pagine della sua rivista Test, i risultati di una serie di analisi effettuate su ben 19 aceti balsamici di Modena. A guadagnare il più alto gradino sul podio è stato l’Igp “5 Grappoli invecchiato” dell’Acetaia Giuseppe Cremonini di Spilamberto

GIRO WEB
Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Si chiama “Lavora con agricoltori italiani” ed è una iniziativa di Cia-Agricoltori Italiani. Si tratta, per l'esattezza, di un portale di intermediazione per mettere in contatto lavoratori e aziende agricole. Ora però si attendono misure concrete da parte delle Istituzioni, la mancanza di manodopera desta non poche preoccupazioni

OO VIDEO

Il sottocosto dell’olio extra vergine di oliva

È un approccio commerciale decisamente sbagliato, perché non attribuisce il reale valore a un olio che vanta invece grandi meriti nutrizionali, salutistici e perfino edonistici. Ne abbiamo parlato con Andrea Carrassi, direttore generale di Assitol, organizzazione da tempo impegnata a contrastare pratiche commerciali che sviliscono un prodotto di alto valore

BIBLIOTECA OLEARIA
Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Non tutti gli italiani conoscono l'olio extra vergine di oliva. Lo consumano, certo, ma ne ignorano la natura e il valore. Lo si vede da come acquistano l’olio al supermercato, scegliendo sempre quello in offerta al prezzo più stracciato. Ecco allora un utile strumento per acquisire le giuste conoscenze e imparare a impiegare al meglio tutti gli extra vergini > Silvia Ruggieri