Mercoledì 22 Gennaio 2020 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > incursioni

Ritrovare buon senso, dignità e ragionevolezza

Luigi Caricato

Non ho mai voluto are una connotazione politica a Olio Officina Magazine. Si tratta di una testata giornalistica che tratta temi in gran parte inerenti alla sfera dell'olio, ma come ben sappiamo si vive in un contesto sociale e non si può fare a meno di essere presenti e responsabili delle proprie azioni o inazioni. Io ci sono e vivo il tormento di questi tempi balordi, dove personaggi senza caratura ma che per una distorsione della democrazia attraverso un voto che ha messo a nudo l'Italia fanno oggi capo alle istituzioni democratiche intervenendo nel dibattito quotidiano con linguaggi e pensieri osceni

Ecco allora la mia netta presa di distanza da fenomeni riprovevoli e umilianti. Offendere una categoria di lavoratori, i giornalisti, con l'appellativo di "sciacalli" e, peggio ancora, di "puttane", non è accettabile, indipendentemente da qualsiasi schieramento politico partano queste offese.

Non nascondo la mia preoccupazione. Dietro all'attuale contesto politico c’è, ormai evidente, solo un inconfessabile e malato istinto suicida da parte di quegli italiani che troppo spavaldamente hanno ceduto a un atteggiamenti che sembrano un terribile ritorno al passato, quando la violenza, sotto varie forme, era pane quotidiano.

Avere consegnato nelle mani di mediocri assoluti e cialtroni patentati senza dignità - perché tali di fatto sono - il futuro di un Paese, significa aver volontariamente voluto distruggere una grande e gloriosa storia in cambio del totale disfacimento. Quello cui assistiamo impotenti è puro nichilismo e assenza di valori, un vero sprofondamento negli abissi del nulla.

Elevare al ruolo di beniamini rappresentanti delle Istituzioni che assumono di giorno i giorno modi di fare e di essere irriverenti e arroganti, di fatto violenti, e sapere, per contro, che questo Paese ha dato i natali a persone di grande spessore come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, figure istituzionali impeccabili, che hanno lottato contro crimini e criminali sacrificando la propria vita, mi fa star male.

Mi sembra che gli elettori che con il loro disinvolto voto hanno deciso di distruggere il proprio Paese, rinunciando a stare nel mondo insieme con tante identità diverse e con i differenti bisogni, rinunciando di fatto a mediare, a tentare di unire, amalgamare, dialogare, assumendosi la responsabilità delle proprie decisioni e azioni, non abbiano alcuna voglia di constatare il grave livello di degrado cui stiamo assistendo.

Io non mi arrendo e vorrei con tutto me stesso una Italia diversa da quella in cui oggi non mi ci ritrovo più, così culturalmente povera, così moralmente devastata, così afflitta da un bieco nichilismo.

Non è una questione di appartenenza politica e di essere pro o contro un partito politico, ma di pura umanità. Il degrado, quello cui stiamo assistendo, e che ha investito larga parte della società, di un tessuto sociale incattivito, superficiale, abietto, una volta che entra in scena lascia tracce indelebili nel tempo, per generazioni, e porta con sé, sempre, crimini orrendi e indicibili, da cui è difficile risollevarsi.

Luigi Caricato - 13-11-2018 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

Lo chef Damiano Carrara ha realizzato per Monini due dessert in cui l’olio extra vergine di oliva è protagonista oltre che in cucina anche in pasticceria: un’alternativa più salutare rispetto al burro

EXTRA MOENIA
Un libro per imparare il codice sensoriale della carne

Un libro per imparare il codice sensoriale della carne

Il codice sensoriale della carne, edito dal Centro Studi Assaggiatori in collaborazione con Narratori del gusto, aiuterà a rispondere alle domande dei consumatori di fronte alla scelta della carne migliore. Attraverso i sensi, si può imparare a scegliere una carne di qualità

GIRO WEB
Coi, nuovo sito web

Coi, nuovo sito web

Il 19 novembre è entrato in funzione un rinnovato website, più facilmente navigabile e agevole, in linea con le tecnologie più avanzate. Un utile strumento web per essere costantemente aggiornati sulle news del Consiglio oleicolo internazionale.  Si tratta di un solido punto di riferimento per il mondo olivicolo e oleario mondiale da tenere sempre sotto osservazione. Tante le novità

OO VIDEO

Diminuisce il consumo degli oli da olive

Se da un lato si riduce la quantità d’olio utilizzata nel consumo domestico, dall’altra cresce la quantità di olio prodotto nel mondo. Questo accade nei Paesi tradizionali – Grecia, Italia, Spagna - dove storicamente si è sempre utilizzato l’olio ricavato dalle olive. L’analisi della tecnologa alimentare Daniela Capogna, intervistata nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
Tutto sull'olio

Tutto sull'olio

Il titolo è alquanto eloquente, nondimeno il sottotitolo: "Guida essenziale alla conoscenza
e all’utilizzo degli extra vergini a tavola e in cucina". Ne è autore l'oleologo Francesco Caricato, direttore del centro culturale Casa dell'Olivo