Lunedì 10 Dicembre 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > incursioni

Ritrovare buon senso, dignità e ragionevolezza

Luigi Caricato

Non ho mai voluto are una connotazione politica a Olio Officina Magazine. Si tratta di una testata giornalistica che tratta temi in gran parte inerenti alla sfera dell'olio, ma come ben sappiamo si vive in un contesto sociale e non si può fare a meno di essere presenti e responsabili delle proprie azioni o inazioni. Io ci sono e vivo il tormento di questi tempi balordi, dove personaggi senza caratura ma che per una distorsione della democrazia attraverso un voto che ha messo a nudo l'Italia fanno oggi capo alle istituzioni democratiche intervenendo nel dibattito quotidiano con linguaggi e pensieri osceni

Ecco allora la mia netta presa di distanza da fenomeni riprovevoli e umilianti. Offendere una categoria di lavoratori, i giornalisti, con l'appellativo di "sciacalli" e, peggio ancora, di "puttane", non è accettabile, indipendentemente da qualsiasi schieramento politico partano queste offese.

Non nascondo la mia preoccupazione. Dietro all'attuale contesto politico c’è, ormai evidente, solo un inconfessabile e malato istinto suicida da parte di quegli italiani che troppo spavaldamente hanno ceduto a un atteggiamenti che sembrano un terribile ritorno al passato, quando la violenza, sotto varie forme, era pane quotidiano.

Avere consegnato nelle mani di mediocri assoluti e cialtroni patentati senza dignità - perché tali di fatto sono - il futuro di un Paese, significa aver volontariamente voluto distruggere una grande e gloriosa storia in cambio del totale disfacimento. Quello cui assistiamo impotenti è puro nichilismo e assenza di valori, un vero sprofondamento negli abissi del nulla.

Elevare al ruolo di beniamini rappresentanti delle Istituzioni che assumono di giorno i giorno modi di fare e di essere irriverenti e arroganti, di fatto violenti, e sapere, per contro, che questo Paese ha dato i natali a persone di grande spessore come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, figure istituzionali impeccabili, che hanno lottato contro crimini e criminali sacrificando la propria vita, mi fa star male.

Mi sembra che gli elettori che con il loro disinvolto voto hanno deciso di distruggere il proprio Paese, rinunciando a stare nel mondo insieme con tante identità diverse e con i differenti bisogni, rinunciando di fatto a mediare, a tentare di unire, amalgamare, dialogare, assumendosi la responsabilità delle proprie decisioni e azioni, non abbiano alcuna voglia di constatare il grave livello di degrado cui stiamo assistendo.

Io non mi arrendo e vorrei con tutto me stesso una Italia diversa da quella in cui oggi non mi ci ritrovo più, così culturalmente povera, così moralmente devastata, così afflitta da un bieco nichilismo.

Non è una questione di appartenenza politica e di essere pro o contro un partito politico, ma di pura umanità. Il degrado, quello cui stiamo assistendo, e che ha investito larga parte della società, di un tessuto sociale incattivito, superficiale, abietto, una volta che entra in scena lascia tracce indelebili nel tempo, per generazioni, e porta con sé, sempre, crimini orrendi e indicibili, da cui è difficile risollevarsi.

Luigi Caricato - 13-11-2018 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Riviera Garda Classico Chiaretto

Riviera Garda Classico Chiaretto

Non solo per l’olio, il Garda è altrettanto apprezzato anche per i suoi vini, il chiaretto in particolare fa la sua bella figura. Come per esempio quello prodotto da Il Roccolo, profumi fruttati e floreali, gusto fresco, fine e sapido

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA

"Pane e olio" sbarca nella Food Valley

La merenda della tradizione al centro di uno “street event” a Collecchio, luogo simbolo del distretto agroalimentare di Parma. A organizzarlo il Gruppo Panificatori Artigiani di Parma con Assitol e Aibi, l’Associazione italiana Bakery Ingredients. Erano presenti Paolo Bianchi, sindaco di Collecchio, ed Elena Levati, assessore alle Attività produttive

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Il racconto di Olio Officina Festival 2018

A Milano, dall'1 al 3 febbraio 2018, con tema portante "Io sono un albero". Le emozioni attraverso le immagini di una tre giorni interamente dedicata all'olio da olive e ai condimenti

BIBLIOTECA OLEARIA
L’olivo nell'area mediterranea

L’olivo nell'area mediterranea

Olive Tree in the Mediterranean Area. A Mirror of the Tradition and the Biotechnological Innovation. La tradizione, l'innovazione biotecnologica. È su questi piani che si delinea il volume di cui è autrice principale, e curatrice, Anarita Leva. È un libro che si prospetta davvero interessante per l'industria vivaistica, nonché per quella agrobiotecnologica e cosmetica, oltre che a tutti coloro che sono sempre più legati alla crescente domanda di prodotti naturali e al richiamo dei polifenoli intesi come antiossidanti e stabilizzanti naturali degli alimenti