Lunedì 26 Febbraio 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > incursioni

Si preferisce non discutere

Alfonso Pascale

Di Europa non si vuole discutere perché è un tema che mette tutti in questione. Eppure è del tutto evidente che gli Stati nazionali non sono sufficienti per affrontare i problemi quotidiani più rilevanti dei cittadini. La dimensione sovrana dello Stato non è più in grado di fornire una risposta adeguata alle dinamiche globali che hanno investito il pianeta. Non a caso gli Stati egemoni — Stati Uniti, Russia, Cina — hanno una dimensione continentale che supera di gran lunga quella degli Stati nazionali europei.

L'insofferenza verso la politica nasce prevalentemente da una diffusa percezione di impotenza e irrilevanza delle attuali istituzioni e delle attuali rappresentanze politiche e sociali. Ma le ragioni di fondo della condizione di ininfluenza e di incapacità delle istituzioni e delle rappresentanze politiche e sociali nel risolvere problemi di scala globale vanno ricercate nella mancanza di istituzioni democratiche effettivamente integrate a livello europeo, partiti e organizzazioni d'interessi autorevoli ed efficaci di dimensioni europee.

Dinanzi alle istituzioni e alle rappresentanze nazionali non c'è il dilemma se cedere più sovranità all'Europa o ritirare quella già ceduta. La vecchia sovranità non c'è più. Si tratta di costruire una sovranità europea ex novo. Europa politica non può significare che Europa sovrana. Si tratta di dare la dimensione europea alla democrazia rappresentativa e alle rappresentanze democratiche.

La società aperta oggi ha bisogno di un diverso assetto dei poteri, che superi lo status quo dell'attuale Ue, distinguendo bene l'area della cooperazione politica rafforzata da quella che è una una semplice area di libero scambio. È solo con una nuova sovranità europea su alcune questioni chiave che alcuni problemi possono essere efficacemente affrontati e non con patetiche retoriche su fantomatici recuperi di sovranità che isolerebbero l'Italia nella sua impotenza.

Questa sfida può essere vinta solo se prevarranno in tutta Europa forze politiche europeiste su quelle sovraniste. Ma è evidente che un'Europa sovrana, efficiente e democratica presuppone anche partiti e organizzazioni di rappresentanza di dimensioni europee. Non già le forme di coordinamento che esistono oggi, ma nuovi soggetti politici e sociali che abbiano la funzione di agire e influire quotidianamente nel mondo globale. Tale salto di qualità presuppone in chi deve compierlo un coraggio e un entusiasmo non comuni. E' per questo che di Europa si preferisce non discutere.

Alfonso Pascale - 06-02-2018 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Think green

Think green

Un mix di olive di diverse cultivar rendono l'olio dell'Oleificio Angelo Coppini di Terni, un cento per cento italiano, un extra vergine versatile e armonico, dal gusto rotondo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Pujje in formato pocket da 50 ml

Pujje in formato pocket da 50 ml

Nuovi prodotti. L’azienda di Palagiano affronta il mercato con una soluzione pensata per custodire al meglio l’oro verde contenuto al suo interno. Studiate e realizzate per un consumo veloce e individuale a tavola, al fine di garantire al consumatore l’eccellenza e la purezza del prodotto, mantenendo intatte le sue caratteristiche sensoriali

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

La genesi dell'oliva

In un video emozionale e insieme documentaristico l'azienda veneta Frantoio Fratelli Turri di Cavaion Veronese, fa comprendere a chi non ha confidenza con il frutto dell'oliva, come si forma e si struttura il frutto ne corso dei mesi e come alla fine nasca l'olio extra vergine, quello a marchio Garda Dop Turri di varietà Casaliva

BIBLIOTECA OLEARIA
L’assaggio dell’olio spiegato a tutti

L’assaggio dell’olio spiegato a tutti

Il nuovo libro di Rosalia Cavalieri - I sensi e la lingua dell’olio, edito da Olio Officina - piace per la sua impostazione e per la capacità di raccogliere in poche pagine quanto dovrebbe sapere un bravo assaggiatore. Con un linguaggio rigoroso quanto nel medesimo tempo divulgativo, diventa un agevole strumento di approfondimento, utile anche ai "nasi" più esperti, in quanto affronta in maniera sintetica e ben argomentata, tutti gli aspetti tecnici dell’assaggio dell’olio > Lorenzo Cerretani