Giovedì 24 Maggio 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > italia

Mi chiamo Adele Scirrotta

Mi chiamo Adele Scirrotta

La drammatica lettera confessione di una imprenditrice olearia abbandonata dalle Istituzioni: “Negli anni '90, i miei genitori decisero di unire le loro storie imprenditoriali e vedere l'entusiasmo di mio padre era meraviglioso". Poi seguì la lettera di una banca, e da qui l’inizio di un inferno: "Ci hanno rubato l’anima. Eravamo soli, terra bruciata ovunque, fascicoli che sparivano, sentenze in arrivo a nostro favore e mai arrivate. Che giustizia c’è in Italia?"


Cosa sono i Distretti del cibo

Cosa sono i Distretti del cibo

Il Ministero delle politiche agricole li annuncia come qualcosa di molto importante e utile. A Bergamo c'è stata la presentazione ufficiale. Sono un nuovo strumento previsto dalla legge di bilancio per garantire ulteriori risorse e opportunità per la crescita e il rilancio a livello nazionale di filiere e territori. Eccome come potrebbero funzionare


Le mafie in agricoltura

Le mafie in agricoltura

Ci scrive l’imprenditrice olearia Adele Scirrotta, denunciando una situazione insostenibile per le aziende che operano in un contesto rurale fortemente inquinato dalla criminalità, che trovano terreno fertile nel fallimentare silenzio delle Istituzioni


La giuria delle Forme dell'Olio

La giuria delle Forme dell'Olio

Chi ha vinto alla quinta edizione del concorso dedicato al packaging degli oli? Non lo troverete qui, ma la giuria si è riunita lo scorso 14 dicembre e i vincitori e coloro che riceveranno le menzioni lo sapranno in anteprima e solo successivamente sarà comunicato a tutti. Intanto, ecco una galleria fotografica


Federconsorzi, Coldiretti e M5S

Federconsorzi, Coldiretti e M5S

L’emendamento presentato dai parlamentari grillini, di cui è primo firmatario l'on. Gallinella, è del tutto analogo a quelli presentati in occasione delle precedenti leggi di stabilità poiché è teso a riconoscere i presunti crediti di Federconsorzi. Se il M5S dovesse insistere nella sua richiesta, come pare emerga dalla lettera ricevuta, perché meravigliarsi se l’opinione pubblica insorge per denunciare un atto di ripugnante clientelismo?


Il Premio Laudemio 2017

Il Premio Laudemio 2017

Abbiamo sempre sostenuto che la celeberrima società consortile toscana, fondata dai marchesi Frescobaldi nel 1986, sia ogni volta ben più di un passo avanti rispetto ad altre realtà del comparto olio. Ora, per esempio, hanno inventato una competizione che mette in evidenza l’eccellenza di una produzione coinvolgendo i più innovativi chef. Alla prima edizione vince Salvatore Bianco, del Ristorante “Il Comandante” dell’Hotel Romeo di Napoli


Timbro postale per l'olio Pantaleo

Timbro postale per l'olio Pantaleo

Per i collezionisti più attenti, è stato possibile avere una edizione speciale di un annullo filatelico con cui si è celebrata la bottiglia "Selezione Oro" della nota azienda olearia di Fasano di Puglia, con annessa cartolina illustrata dell'artista Doriano Strologo 


Xylella, la situazione è grave

Xylella, la situazione è grave

Quanto emerge dai nuovi focolai intorno a Ostuni, la città bianca, e in Valle d'Itria, la preoccupazione  ormai cresce sempre più. La nuova zona tampone dovrebbe sconfinare ora, per la prima volta, anche in provincia di Bari 


Le GiocOliere

Le GiocOliere

L’olio non è uno scherzo! Per fare un extra vergine prodotto bene ci vuole un grande impegno. Intanto, per attrarre i consumatori si può ricorrere al gioco e all’ironia. Ecco cosa è accaduto a Roma, alla Conserva della Neve, nella celebre Villa Borghese. Protagonista da un lato ‘La tombola dell’oliva e dell’olio’, e dall’altro la ‘Memory dell’olio’, due modi divertenti ed efficaci per spiegare l’assaggio e alcune fasi dello sviluppo dell’olivo, e molto altro ancora


Olio Igp Puglia, cosa cambiare

Olio Igp Puglia, cosa cambiare

C'è qualcosa che non va. Per quanti lo vogliano, è possibile compilare una dichiarazione di adesione alle modifiche del controverso disciplinare di produzione per l'ottenimento della Indicazione geografica protetta per l'olio pugliese. È in gioco il futuro del comparto olivicolo e oleario della regione più olivetata d'Italia


Mercati di sbocco per l'olio

Mercati di sbocco per l'olio

Per superare le vecchie consuetudini di consumo, abbiamo bisogno di innovazioni e creatività, dando maggiore e più qualificato spazio a nuovi paradigmi, in cui la qualità dell’olio extra vergine di oliva venga realmente percepita come un valore da parte dei consumatori. Un seminario ad Andria, da Spagnoletti Zeuli, a cura del Ceq apre verso nuove prospettive


La Puglia agricola si ribella

La Puglia agricola si ribella

A fronte della inadeguatezza delle istituzioni  nei confronti della tragedia rappresentata dalla Xylella, le Organizzazioni Professionali e la Cooperazione agricola della provincia di Lecce, facenti parte di Agrinsieme, redigono un documento in cui vengono messe in ordine una serie di richieste, tra cui l'adozione di una legge speciale e un programma di rilancio


La Puglia olivicola reagisce

La Puglia olivicola reagisce

Di fronte a una agricoltura che sembra abbandonata a se stessa, sale una dura protesta, e si invoca la presenza di un assessore del ramo competente e capace. A scendere in campo dei liberi agricoltori che non vogliono soccombere. Il testo integrale di una sofferta quanto drammatica "lettera aperta" del Comitato olivicoltori salentini al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano


Notizie sul fronte del lavoro

Notizie sul fronte del lavoro

In pieno caldo ferragostano, il 10 agosto per l’esattezza, dopo diciotto mesi di trattativa, la Uila-Uil e la Fai-Cisl hanno sottoscritto con le associazione datoriali il Contratto provinciale degli operati agricoli delle province di Bari e Bat. Cosa è stato ottenuto


Giustizia discordante

Giustizia discordante

I Tar di Lecce e Bari si comportano diversamente sui ricorsi di chi non vuole abbattere piante di olivo infette da Xylella fastidiosa. Questa anomalia non agevola per nulla un quadro generale che sta assumendo dei contorni grotteschi


Famiglie per l'olio

Famiglie per l'olio

Appuntamento sabato 24 giugno a Monopoli, in terra pugliese, per la proclamazione del vincitore della sesta edizione del concorso Olio di Famiglia - oli preziosi da olivicoltori dilettanti. Un grande giorno di festa, che unisce gli appassionati del prezioso succo di olive, uniti insieme dall'associazione Terra Sud, presieduta da Mimmo Lavacca


Warda Garda per immagini

Warda Garda per immagini

Si è conclusa con largo consenso la seconda edizione del festival dell'olio Garda Dop nel suo entroterra. Ne raccontiamo alcuni tra i momenti più significativi attraverso le foto di Francesco Sorbini


Premio per la potatura

Premio per la potatura

L'importanza di una pratica culturale che fa la differenza sul processo della qualità e che va costantemente presa in seria considerazione. Proprio come fa il Consorzio dell'olio Dop Garda, in occasione della seconda edizione di Warda Garda, che ha premiato i migliori potatori del territorio. Il Premio Giorgio Bargioni quest'anno è andato al bresciano Luca Rossato


Vitae, miglior rivista

Vitae, miglior rivista

La prestigiosa pubblicazione dell’Ais, organo ufficiale dell’Associazione italiana sommelier, si è aggiudicato il meritatissimo titolo di Miglior rivista enogastronomica 2017. La cerimonia di consegna degli Awards Best of Alpe Adria 2017 si è svolta a Jesolo


Fari accesi sulla Taggiasca

Fari accesi sulla Taggiasca

L’Italia delle posizioni contrapposte. Una nota stampa del Comitato promotore dell’oliva Taggiasca spiega con chiarezza il perché non sia convincente la recente proposta di una Dop “Oliva Liguria di Ponente”. Sono considerate infatti "ipotesi fantasiose e inutili" quelle relative alla "mappatura genetica dei singoli alberi d’ulivo”. Inoltre, lo storico Comitato cui aderiscono in modo convinto Cia, Coldiretti, Confagricoltura, Unione Industriali, Camere di Commercio della Liguria e Consorzio di Tutela dell’olio Dop Riviera Ligure, nasce proprio a difesa della varietà Taggiasca e segna la strada da seguire


Xylella, invito a non soccombere

Xylella, invito a non soccombere

Operazione tam tam. Un appello che suona come una vera e propria invocazione. Ci si rivolge alla “cittadinanza e alle amministrazioni locali”, anche attraverso i mezzi di informazione. Si dà così il via a una campagna di comunicazione volontaria di interesse collettivo. Si cerca in tal modo di essere artefici del proprio futuro


| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | >>

INOLTRE
OLTRE
PARTNERS
Enoplastic Coltura&Cultura Casa dell'Olivo Olea Donne dell'Olio Olio di Famiglia
LA PAROLA

Frìggere

v. tr. e intr. [lat. frīgĕre] - cuocere in olio, burro o in grasso bollente

CHE OLIO SEI

L’olio secondo Gualtiero Marchesi

Lo scrittore Nicola Dal Falco incontra il padre nobile della cucina italiana per un confronto su una materia prima tanto pregiata qual è il succo di oliva. “Quando vivevo con i miei genitori – racconta il grande cuoco – la merenda ideale era di versare l’olio sul piatto e, poi, intingere con del pane casalingo, tagliato a fette. Buonissimo”

Le scelte di Camilla Guiggi

Blogger e degustatrice, si sofferma sull’analisi sensoriale di vari alimenti, in particolare sul vino, senza trascurare l’olio da olive, che non manca mai sulla sua tavola. Ha una predilezione per i monocultivar: da olive Cellina di Nardò, Picholine e Moraiolo in particolare. Non trascura nemmeno gli oli “altri”: quello di Lentisco, sardo; o l’olio di nocciola tonda gentile del Piemonte. Ed evidenzia infine una anomalia: “è difficile trovare ristoranti dotati di un’ampia gamma di oli

Le scelte di Alessandra Lofino

Giornalista e blogger pugliese, con una grande passione per la cucina e i buoni frutti della terra. Predilige gli oli ottenuti da due cultivar: la Leccina, dal sapore delicato, del sud est barese, e la Coratina, del nord barese, dal piacevole piccantino. Il suo ristorante oliocentrico preferito è Menelao a Santa Chiara, di Michele Boccardi, nel centro storico di Turi

Le scelte di Valeria Biagi

Si occupa di letteratura ed è vicepresidente del Centro Studi Sirio Giannini, autrice di un libro dedicato agli scrittori della provincia di Lucca. La sua famiglia produce olio da molte generazioni, ma a scopo esclusivamente privato, nella campagna versiliese. Il ristorante oliocentrico preferito? L'Antico Uliveto di Seravezza

Le scelte di Marina Ferrara

Sempre e solo olio extra vergine di oliva, e, devo dire - ammette l'artista e transformational coach - che anche quel poco di burro della tradizione trentina, da parte di madre, è quasi del tutto scomparso. Il padre napoletano ha influito molto. L'alimento è unico, senza dubbio, ma l'altro senso che l'olio stimola in lei, è quello del tatto nella sua essenza oleosa, spesso utilizzato anche nei trattamenti olistici > Silvia Ruggieri

Le scelte di Antonella Millarte

Giornalista sempre attenta alle materie prime di cui ci s nutre, non smette mai di cercare e segnalare le migliori produzioni in circolazione, e, tra i fornelli si muove con agilità e voce narrante. Ama gli oli Coratina e Nocellara del Belice, come pure il blend di Ogliarola e Leccina. Il suo ristorante oliocentrico? Antichi Sapori, di Pietro Zito

RITRATTI AD OLIO

Olivagione al femminile

La galleria fotografica che potete ammirare è di Stefano Triulzi. Le olive sono tutte di cultivar Taggiasca, proprietà di Ivano Brunengo. Siamo in Liguria. La donna che vedete, intenta a raccogliere i preziosi frutti che si tramuteranno in olio, non è una olivicoltrice ma un’antropologa del cibo: Giulia Ubaldi. "Vivere l’emozione della raccolta, è questo che ci permette di capire cosa sia e quanto valga una materia prima così fondamentale qual è l’olio ricavato dalle olive > Luigi Caricato

L’emozione di chi assaggia

Cosa significa apprendere l’arte della valutazione sensoriale degli oli da olive? Cosa accade dopo aver frequentato un corso di assaggio e aver scoperto le infinite potenzialità che si celano dietro una materia prima che tanti consumano ma senza conoscerne appieno l’identità e le tante potenzialità espressive? Il fatto è che si acquista un olio immaginando che sia eccellente per partito preso, solo perché lo si è prodotto; eppure le sorprese non mancano. La testimonianza di Marco Tribuzio, vice presidente di Confcooperative Bari-Bat

L’unione fa la forza

Si è sempre detto che gli italiani non siano in grado di realizzare progetti comuni e condivisi, inadatti come sono a mettersi insieme e collaborare. E’ drammaticamente vero, ma ci sono le eccezioni. E’ il caso positivo di Domenico Fazio, Giampaolo Lupi e Carlo Bianchi, tutti e tre impegnati a valorizzare i propri extra vergini a partire dal marchio collettivo "Da Vinci" > Luigi Caricato

Il passato lascia tracce

L’azienda agraria della famiglia Clarici a Foligno vanta una tradizione ben radicata, come ben dimostrano alcune tra le immagini tratte dall’archivio storico che vi proponiamo. Ora, la nuova generazione, la quinta, con Pietro e Maria Elisabetta ha in programma un ambizioso progetto di recupero dell’antica struttura > Luigi Caricato

Sì alla terra e agli ulivi

Perché pensare che il lavoro agricolo sia solo pura tecnica e fatica, senza alcuno spazio per i sentimenti e le emozioni? Teresa Marinucci Palermo, molisana di Rotello, a 38 anni produce olio insieme con la famiglia. Le colline sulle quali gli olivi campeggiano, sembrano contorni di corpi femminili dalle linee dolci e morbide. L’olio ricavato dalle olive è per lei elemento indispensabile come l'acqua

Un po’ d’olio per iniziare

Pane e olio, qualunque sia il cibo e il vino che seguiranno. Parola di Aimo Moroni, patron del ristorante Luogo di Aimo e Nadia di Milano. “Ogni volta che mi chiedono il perché, rispondo che l’olio nel piatto riguarda un po’ la mia storia, molto la cultura di questo Paese e altrettanto se non di più la salute”. E aggiunge: “Resto debitore del motto di Ippocrate secondo cui l’alimento è medicamento” > Nicola Dal Falco

ALTRE INCURSIONI
DIXIT
MERCATI

Quotazioni di mercato per gli oli da olive
del 22 maggio 2018

ESTERO
  • Grecia
  • Spagna
  • Tunisia
ITALIA
  • Andria
  • Bitonto
  • Sud Puglia

a cura di Adriano Caramia, Ettore Campobasso, Domenico Petrosillo

SAGGI ASSAGGI
Non solo biologico, anche biodinamico

Non solo biologico, anche biodinamico

È l’extra vergine del Podere Forte, un Dop Terra di Siena che poggia sugli elementi cardine del germoplasma olivicolo toscano, ovvero la triade varietale Frantoio, Moraiolo, Leccino, unitamente a una parte di Olivastra Seggianese. Un olio a tutto tondo, versatile, dal fruttato medio > Maria Carla Squeo

Si chiama Naturalmente biologico ed è una abbinata tra due cultivar binarie

Si chiama Naturalmente biologico ed è una abbinata tra due cultivar binarie

In Puglia ci sono due varietà di olive, di carattere opposto, che si integrano alla perfezione. Insieme, costituiscono un olio che piace molto al consumatore. Il nome di quest’olio extra vergine di oliva richiama esplicitamente la coltivazione biologica degli ulivi, e reca la firma di Agridè > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

Panissa, cipolla egiziana ligure e la crema di melanzane

Panissa, cipolla egiziana ligure e la crema di melanzane

È il frutto della tradizione gastronomica ligure che nulla ha a che vedere con  la altrettanto celebre farinata, pur essendo una preparazione a base di farina di ceci. Per chi ama il fritto, è una gran delizia > Marco Damele

EXTRA MOENIA
I monocutivar del Frantoio del Poggiolo Monini

I monocutivar del Frantoio del Poggiolo Monini

Nuovi prodotti. Frantoio, Nocellara e Coratina. Sono in tutto tre oli extra vergini di oliva. Tutti e tre 100% biologici e 100% italiani, ciascuno dei quali espressione di una singola varietà di olivo. Una iniziativa che si inserisce in un progetto che va alle radici della cultura dell’EVO, legando gusto e territorio 

Filiera produttiva tracciata per la Nicola Pantaleo

Filiera produttiva tracciata per la Nicola Pantaleo

Piano di sviluppo da sette milioni di euro per l’acquisto e la messa a coltura di 150 ettari di terreno e la realizzazione del frantoio. L’azienda pugliese di Fasano chiude la filiera produttiva e traccia i suoi extra vergini dalla pianta alla bottiglia con un QR-Code in etichetta

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Abbiamo collocato on line il sito della nostra casa editrice. Uno strumento utile per saperne di più sulle nostre pubblicazioni, sia cartacee, sia telematiche. Il nuovo sito è sul dominio olioofficina.eu, e affianca quelli di Olio Officina Magazine (olioofficina.it), Olio Officina Globe (olioofficina.net) e Olio Officina Festival (olioofficina.com). Buona navigazione > Luigi Caricato

OO VIDEO

Nutrirsi bene è un'arte

The art of healthy eating. Una storia vera e di grandi emozioni, che evoca la grande tradizione olivicola e olearia della Puglia, la paziente cura del territorio e il forte legame con il prezioso succo di olive. Così, in un fascinoso spot in lingua inglese, Masserie di Sant’Eramo presenta il proprio mondo e il frutto del proprio lavoro: l’olio extra vergine di oliva

The Legend, l'olio sott'acqua

Nostra intervista a Jean Paul Mifsud, patron di Barbuto Natural, Premio Idea Innovativa conseguito alla quinta edizione del Premio Le Forme dell'Olio. Da cosa nasce tale progetto e a cosa punta? 

Come si fa a ottenere un grande olio

Nostra intervista al produttore ligure di Albenga Agostino Sommariva, in occasione della settima edizione di Olio Officina Festival. La qualità si fa ovunque, il territorio la caratterizza

BIBLIOTECA OLEARIA
OOF International Magazine numero 4

OOF International Magazine numero 4

Una monografia interamente dedicata agli abbinamenti olio/cibo. Ogni numero un tema specifico. È la rivista trimestrale cartacea di Olio Officina, in edizione bilingue italiano/inglese

Una biblioteca olearia per ogni azienda

Una biblioteca olearia per ogni azienda

Cosa hanno gli olivicoltori, i frantoiani, i confezionatori d'olio nelle proprie aziende? Sono forniti di libri e riviste sui temi che concernono il proprio lavoro?