Venerdì 17 Agosto 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > italia

Disinformazione su Xylella

La Società Italiana di Patologia Vegetale scrive al Direttore del Corriere della Sera esprimendo  preoccupazione e stigmatizzando l'ennesima e sempre più diffusa disinformazione, priva di alcuna base scientifica, usata a sostegno di tesi complottistiche e negazioniste di facile risonanza mediatica

OO M

Disinformazione su Xylella

Torino, 3 luglio 2018

Gentile Direttore,

abbiamo letto con stupore un articolo ripreso e condiviso da Beppe Grillo, di cui ha in parte riferito ilsuo giornale nell’edizione del 2 luglio, in cui si afferma che “gli artefici della bufala della Xylella non sono mai stati in grado di fornire una verità – una briciola di prova scientifica per le loro affermazioni”. E’ un’affermazione che offende la dignità dell’intera comunità scientifica e non solo, e, in particolare, dei patologi vegetali. L’ignoranza o la negazione ostinata dell’enorme mole di evidenze scientifiche prodotte sull’argomento rischia di compromettere in maniera definitiva la faticosa rimozione, quasi raggiunta, degli ostacoli burocratici e culturali all’applicazione di misure di contenimento che sipropongono di porre quantomeno un freno all’ulteriore diffusione di una delle più gravi emergenze fitosanitarie dell’era moderna.

Basterebbe consultare la documentazione scientifica presente nel sito ufficiale della Regione Puglia“emergenzaxylella.it” o nel sito web della Commissione Europea dedicato a Xylella per comprendere quanto infondata e pericolosa sia un’affermazione di questo tipo. Il consenso internazionale sull’origine della malattia è abbondantemente testimoniato non solo dalla rivista Nature, ma da prestigiose Accademie e Società scientifiche, oltre che dai principali organismi internazionali con competenze in patologia vegetale (FAO, EPPO, EFSA, ecc.).

In particolare, l’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) ha riconosciuto la validità delleprove di patogenicità che hanno dimostrato che la Xylella è la causa della malattia degli olivi nel Salento (QUI).

Come Società Italiana di Patologia Vegetale (SIPaV) sentiamo il dovere di esprimere la nostra preoccupazione e di stigmatizzare, ancora una volta, la sempre più diffusa disinformazione, priva di alcuna base scientifica, usata a sostegno di tesi complottistiche e negazioniste di facile risonanza mediatica.

Maria Lodovica Gullino
Presidente Società Italiana di Patologia Vegetale

 

La foto di apertura è di Olio Officina

OO M - 21-07-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Sossio Giametta
L'INCURSIONE

SOSSIO GIAMETTA

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Non solo biologico, anche biodinamico

Non solo biologico, anche biodinamico

È l’extra vergine del Podere Forte, un Dop Terra di Siena che poggia sugli elementi cardine del germoplasma olivicolo toscano, ovvero la triade varietale Frantoio, Moraiolo, Leccino, unitamente a una parte di Olivastra Seggianese. Un olio a tutto tondo, versatile, dal fruttato medio > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Gli oli

Gli oli "speciali" fanno crescere in Italia la Pietro Coricelli Spa

Il primo semestre si chiude con un fatturato di circa 63 milioni di euro e un aumento del 20% rispetto allo scorso anno. Una linea di successo, "Ethnos", che comprende Chia, Cocco, Argan, Avocado, Sesamo, Noce, Zucca, Canapa e Lino. Ma vi sono anche gli oli certificati Vegan OK, biologici e di sola spremitura, scelti dalle maggiori catene distributive italiane 

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Il progetto Dedicati

Innovare nel comparto olio da olive non è semplice, ma è proprio a partire dal mondo della ristorazione che si può dar luogo a una decisiva e significativa svolta al prodotto. Nostra intervista ad Anna Baccarani, Trade Marketing Manager di Olitalia, durante i lavori della prima edizione (28 maggio 2018) del Forum Olio & Ristorazione 

BIBLIOTECA OLEARIA
OOF International Magazine numero 4

OOF International Magazine numero 4

Una monografia interamente dedicata agli abbinamenti olio/cibo. Ogni numero un tema specifico. È la rivista trimestrale cartacea di Olio Officina, in edizione bilingue italiano/inglese