Giovedì 24 Gennaio 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > italia

Tutti con la maglia di Coldiretti

Dopo che la politica è divenuta serva di questa innominabile organizzazione, ora, anche alcune grandi aziende private stanno inseguendo la scia. Si va sempre dove si gestisce il potere, in Italia. Nulla avviene per caso. Cosa sta realmente accadendo? Cosa c'è dietro? Cosa accadrà all'insaputa di tutti? Stupisce tra l'altro l'adesione, proprio in questi giorni, dell'azienda Maccarese, proprietà della famiglia Benetton, come pure dei fratelli Beretta, per i salumi, e, addirittura, per il vino, dell'azienda Bellavista, proprietà del costruttore Vittorio Moretti, produttore di bollicine in Franciacorta. Tutt'e tre queste aziende hanno lasciato Confagricoltura per passare a Coldiretti

Alfonso Pascale

Tutti con la maglia di Coldiretti

Mentre passano con grande enfasi sui quotidiani le bufale sulle abitudini alimentari degli italiani sfornate da Coldiretti e avallate da Roberto Weber, a capo di una piccola agenzia di sondaggi, Ixè, si tace sulla "campagna acquisti" di questa organizzazione.

Hanno aderito in questi giorni alla Coldiretti: l'azienda Maccarese di proprietà della famiglia Benetton che una volta apparteneva all'IRI, le aziende produttrici di salumi dei fratelli Beretta e l'azienda Bellavista che è il più grande produttore di Franciacorta. Tutt'e tre queste aziende hanno lasciato Confagricoltura per passare a Coldiretti.

Qualche anno fa anche Paolo Scarpa Bonazza Buora, titolare di grandi aziende di famiglia nel Veneziano ed ex sottosegretario al ministero dell'Agricoltura, aveva fatto un analogo passaggio di squadra. E così Federico Vecchioni, ex presidente nazionale di Confagricoltura: entrò nel consiglio d'amministrazione di Consorzi Agrari d'Italia per guidare la cordata che ha acquistato Bonifiche Ferraresi da Bankitalia. Si tratta della più grande azienda agricola italiana, con 5.400 ettari, ed è ora amministrata da Vecchioni.

Forse si sta preparando una cordata per qualche altra grande privatizzazione di terreni pubblici all'insaputa di tutti? Staremo a vedere.

Nulla di male che la "campagna acquisti" metta insieme questi nomi con quelli di Carlo Petrini e Giancarlo Caselli. Sono fatti loro. Ma come tutto questo si tenga insieme con la retorica del chilometro zero è uno dei grandi misteri d'Italia che finora nessuno è mai riuscito a smascherare...

Alfonso Pascale - 27-10-2016 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Riviera Garda Classico Chiaretto

Riviera Garda Classico Chiaretto

Non solo per l’olio, il Garda è altrettanto apprezzato anche per i suoi vini, il chiaretto in particolare fa la sua bella figura. Come per esempio quello prodotto da Il Roccolo, profumi fruttati e floreali, gusto fresco, fine e sapido

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA
È Claudio Sadler il Premio Laudemio 2019

È Claudio Sadler il Premio Laudemio 2019

Lo chef patron del Ristorante Sadler di Milano è stato il vincitore della seconda edizione con la vincente proposta del Pancotto al Laudemio e rosmarino, tuorlo d’uovo cotto nel ghiaccio, croccante di cereali e tartufo nero

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Il racconto di Olio Officina Festival 2018

A Milano, dall'1 al 3 febbraio 2018, con tema portante "Io sono un albero". Le emozioni attraverso le immagini di una tre giorni interamente dedicata all'olio da olive e ai condimenti

BIBLIOTECA OLEARIA
L’olivo nell'area mediterranea

L’olivo nell'area mediterranea

Olive Tree in the Mediterranean Area. A Mirror of the Tradition and the Biotechnological Innovation. La tradizione, l'innovazione biotecnologica. È su questi piani che si delinea il volume di cui è autrice principale, e curatrice, Anarita Leva. È un libro che si prospetta davvero interessante per l'industria vivaistica, nonché per quella agrobiotecnologica e cosmetica, oltre che a tutti coloro che sono sempre più legati alla crescente domanda di prodotti naturali e al richiamo dei polifenoli intesi come antiossidanti e stabilizzanti naturali degli alimenti