Mercoledì 16 Gennaio 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > italia

Un Natale extra vergine

Durante le festività l’olio resta protagonista in tavola e cucina, rendendo più salutari e gustose le ricette della feste. Per mantenere integre le qualità di questo prodotto è bene tuttavia seguire anche a casa le regole della corretta conservazione. Una iniziativa di Assitol, l’Associazione italiana dell’industria olearia, con una serie di utili consigli

OO M

Un Natale extra vergine

Un Natale all’insegna di gusto e salute grazie all’extra vergine. Dalla frittura all’abbinamento a crudo, il condimento tipico della Dieta Mediterranea è protagonista in cucina. E persino nelle ricette sontuose delle festività natalizie, l’olio apporta benessere e quel tocco in più di sapori e profumi che consentono di godere in leggerezza il piacere della tavola. Lo sottolinea Assitol, l’Associazione italiana dell’industria olearia, sulla base di numerose indicazioni scientifiche. 

“L’olio extra vergine è un concentrato di sostanze preziose – afferma Anna Cane, presidente del Gruppo olio d’oliva di Assitol -, come i polifenoli, che contrastano i processi infiammatori e ossidativi, cause principali di patologie. Aggiungere ai cibi questo prodotto, quindi, significa renderli più nutrienti e, soprattutto, sani”.

L’olio extra vergine è inoltre capace di valorizzare componenti essenziali per la nostra salute, contenuti negli alimenti a cui è abbinato. “Si pensi al licopene – sottolinea la presidente degli industriali - sostanza anti-ossidante contenuta nei pomodori, che grazie all’olio extravergine, può essere assorbita meglio dal nostro organismo”. Quindi, i sughi di molti piatti della tradizione, che vedono insieme “oro verde” e “oro rosso”, hanno un sicuro valore salutistico.

Inoltre, l’olio ci aiuta ad alleggerire il peso delle “abbuffate” tipicamente natalizie. Oltre a rendere più digeribili le pietanze, una ricerca congiunta delle Università di Monaco di Baviera e Vienna ha dimostrato che la percezione dell’aroma dell’olio, prima di iniziare i pasti, ha un effetto “saziante” che ci aiuta a mangiare meno.

La composizione dell’extra lo rende adatto anche per cotture particolari. “Il suo impiego per le fritture, tipiche di questo periodo – ricorda Anna Cane -  salvaguarda gli omega 3 del pesce, mentre negli arrosti riduce la formazione di sostanze legate alla degradazione delle proteine”. L’extra vergine in cottura preserva anche le caratteristiche salutatari degli ortaggi.

Questo prodotto prezioso, se mal conservato in dispensa o in cucina, rischia di ossidarsi, perdendo rapidamente le sue qualità. L’associazione dell’industria olearia raccomanda di seguire le regole per una corretta conservazione dell’extra vergine, contenute nella Guida realizzata dall’Unione nazionale consumatori in collaborazione con Assitol scaricabile  online  QUI o QUI. Basta infatti dimenticare di tappare accuratamente la bottiglia dopo l’uso o dimenticare l’olio vicino ai fornelli e al camino – questi gli errori più comuni – per danneggiare irrimediabilmente questo straordinario alimento.

OO M - 25-12-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Riviera Garda Classico Chiaretto

Riviera Garda Classico Chiaretto

Non solo per l’olio, il Garda è altrettanto apprezzato anche per i suoi vini, il chiaretto in particolare fa la sua bella figura. Come per esempio quello prodotto da Il Roccolo, profumi fruttati e floreali, gusto fresco, fine e sapido

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA
Esiste un turismo esperienziale. L’olivicoltura ligure ne è pienamente coinvolta

Esiste un turismo esperienziale. L’olivicoltura ligure ne è pienamente coinvolta

A Genova è stato presentato il nuovo libro di Umberto Curti, incentrato su una forma nuova e del tutto inedita di turismo, molto utile per chi intenda valorizzare al meglio il territorio. L stesso tema sarà affrontato sabato 2 febbraio a Milano, in occasione di Olio Officina Festival

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Il racconto di Olio Officina Festival 2018

A Milano, dall'1 al 3 febbraio 2018, con tema portante "Io sono un albero". Le emozioni attraverso le immagini di una tre giorni interamente dedicata all'olio da olive e ai condimenti

BIBLIOTECA OLEARIA
L’olivo nell'area mediterranea

L’olivo nell'area mediterranea

Olive Tree in the Mediterranean Area. A Mirror of the Tradition and the Biotechnological Innovation. La tradizione, l'innovazione biotecnologica. È su questi piani che si delinea il volume di cui è autrice principale, e curatrice, Anarita Leva. È un libro che si prospetta davvero interessante per l'industria vivaistica, nonché per quella agrobiotecnologica e cosmetica, oltre che a tutti coloro che sono sempre più legati alla crescente domanda di prodotti naturali e al richiamo dei polifenoli intesi come antiossidanti e stabilizzanti naturali degli alimenti