Giovedì 28 Maggio 2020 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > mondo

I grandi oli marocchini

Il Trofeo "Volubilis" 2017, giunto alla nona edizione, ha dato i suoi riscontri, a testimonianza di un grande lavoro sul fronte della qualità che è avvenuto in tutti questi anni in Marocco. A fare da regista dell’operazione, l'Agro-pole Olivier di Meknes, un faro per l’olivicoltura e l’arte elaiotecnica marocchina

OO M

I grandi oli marocchini

La cerimonia di premiazione della nona edizione del Premio "Extra Vergine di Volubilis, Marocco 2017" si è svolta giovedi 25 maggio a Meknes. Si sono così messi in luce i migliori olio extra vergini di oliva confezionati del Marocco.

Alla cerimonia hanno partecipato il Governatore della Prefettura di Meknes, Abdelghani Sabbar, nonché il Presidente della Comunità Urbana di Meknes, Abdellah Bouanou, il Console Generale di Francia a Fez, François-Xavier Tilliette, oltre a produttori e operatori del settore olio e del turismo della Regione Fez-Meknes.

Il concorso è organizzato in collaborazione con l'Associazione Udom, dell'Unione per lo sviluppo dell’olivicoltura di Meknes, e con il patrocinio della Fondazione Internazionale Strade dell'olio nel Mediterraneo e la Fondazione "Olivier Pomo Meknes, la società LCM-Aicha e Pieralisi Italia.

Il concorso è aperto ai produttori marocchini di olio extra vergine di oliva confezionato e il tutto si svolge sotto la responsabilità di una giuria internazionale di degustazione.

In questa edizione la giuria del concorso era composta da dieci esperti provenienti da Italia, Spagna, Francia, Germania e Brasile, tutti accreditati dal Consiglio oleicolo internazionale.

A guidare la giuria, il capo panel italiano Franca Camurati, tra i maggiori esperti internazionali di analisi sensoriale applicata agli oli da olive.

L'edizione di quest'anno ha visto la partecipazione di 25 marchi: cooperative e gruppi industriali marocchini di Meknes, Fez, Sefrou, Marrakech, Guercif, Essaouira, a dimostrazione, di un grande impegno da parte dei produttori marocchini di oli da olive di alta qualità.

Nella categoria "Fruttato Intenso", il Prix Ramo d'oro (il primo premio) è stata attribuito all'olio Volubilia di OLIVINVEST, società di Meknes, mentre il Ramo d'Argento (il secondo premio) è stato assegnato all'olio JAD della società Maasser BRAHIM Zniber di Meknes.

Nella categoria "Fruttato Medio", il Prix Ramo d'oro (il primo premio) è stato assegnato all'olio ELYXUS PRESTIGE, della società OLEA CAPITAL di Meknes, mentre il Ramo d’Argento (il secondo premio) è stato assegnato all'olio d'oliva AKALIA del Fondo NEBETOU di Meknes.

Il Premio "Ibtisam Zine Fillali”, assegnato all’olio della migliore cooperativa è stato aggiudicato dalla Cooperativa Regraga, dell'area di Essaouira.

Franca Camurati, Presidente della Giuria del Premio "Volubilis Marocco" sin dal suo inizio, ha sostenuto che il Marocco ha fatto grandi progressi nel migliorare la qualità dell'olio d'oliva marocchino e nel dar corso a una personalità di grande pregio per gli oli prodotti in particolare dalla spremitura delle olive della cultivar Picholine marocaine.

Secondo la Camurati, la Giuria quest'anno non si aspettava questo altissimo livello della qualità. Questa competizione, va evidenziato, è diventata da ben 9 anni a questa parte, un solido punto di riferimento per la qualità olio d'oliva extra vergine e marocchina che può fornire un riconoscimento consolidata della qualità dell'olio d'oliva del Marocco. Il Trofeo Volubilis extra vergine del Marocco è diventato così, nel corso degli anni, un vero e proprio strumento di promozione, a livello internazionale, della qualità degli extra vergini del Marocco. “Ora - ha sostenuto il regista di questo grande successo del marocco oleario, il direttore dell’Agro-pole Olivier di Meknes, Noureddine Ouazzani - dobbiamo concentrare gli sforzi per valorizzare questo alto livello di qualità e puntare ad avere anche una grande quantità di questa qualità delle produzioni olearie.

 



OO M - 12-06-2017 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il Casa Coricelli 100% italiano

Il Casa Coricelli 100% italiano

Il punto di forza e di novità è nella tracciabilità certificata, ben evidenziata in etichetta. Il numero di lotto rimanda a una materia prima pugliese, e in particolare proveniente dalle province di Taranto e Brindisi. Sapidità, armonia, morbidezza, una nota dolce persistente al primo impatto, il gusto che ricorda il carciofo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Marisa Iocco, chef e patron di Spiga Ristorante a Boston, ci propone un dolce tipicamente americano, molto popolare e ormai ritenuto così familiare da non poterlo togliere dal menu, per quanto è richiesto. Lo stesso dolce è stato proposto in occasione del progetto di comunicazione e formazione che si è tenuto a fine 2019 a Boston, Providence e New York, organizzato dai consorzi di qualità degli oli extra vergini di oliva Ceq Italia e, per la Spagna, da QvExtra! con il supporto dell’Unione europea

EXTRA MOENIA
Tre generazioni della famiglia Manca manifestano l'orgoglio di essere produttori d'olio d'alta qualità

Tre generazioni della famiglia Manca manifestano l'orgoglio di essere produttori d'olio d'alta qualità

L’olio San Giuliano, il noto marchio sardo di Alghero, si aggiudica quattro ori all’International Olive Oil Competition di New York. Nel corso di quest'anno ha inoltre ricevuto molti altri prestigiosi riconoscimenti, a Los Angeles e a Zurigo, come pure in Italia. Il tutto a partire dai 167.495 ulivi di proprietà

GIRO WEB
Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Si chiama “Lavora con agricoltori italiani” ed è una iniziativa di Cia-Agricoltori Italiani. Si tratta, per l'esattezza, di un portale di intermediazione per mettere in contatto lavoratori e aziende agricole. Ora però si attendono misure concrete da parte delle Istituzioni, la mancanza di manodopera desta non poche preoccupazioni

OO VIDEO

L’olio musicale

È un olio che racconta la passione della famiglia Mela per la musica ed è dedicato ai 70 anni del Festival di Sanremo. A raccontarlo, a Olio Officina festival 2020, Serena Mela, dell’azienda imperiese Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

BIBLIOTECA OLEARIA
Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Non tutti gli italiani conoscono l'olio extra vergine di oliva. Lo consumano, certo, ma ne ignorano la natura e il valore. Lo si vede da come acquistano l’olio al supermercato, scegliendo sempre quello in offerta al prezzo più stracciato. Ecco allora un utile strumento per acquisire le giuste conoscenze e imparare a impiegare al meglio tutti gli extra vergini > Silvia Ruggieri