Mercoledì 16 Ottobre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > mondo

I migliori oli d’Italia

Le più qualificate produzioni nostrane, ma anche la selezione delle più buone espressioni del Mediterraneo oleario, con i risultati del Premio Nazionale “L’Oro d’Italia® 2018", giunto alla sua nona edizione, e del Premio Internazionale "L'Oro del Mediterraneo 2018", arrivato all'edizione numero sette. Senza trascurare la decima edizione del Concorso regionale L'Oro della Puglia. Tante le sorprese, e intanto piovono molte “Gocce d’oro”

Giorgio Sorcinelli

I migliori oli d’Italia

I risultati del 9° Premio nazionale “L’Oro d’Italia”e del 7° Premio Internazionale "L'Oro del Mediterraneo2018", a cura di O.L.E.A., offrono un bel quadro del comparto produttivo.

Si tratta degli unici concorsi di questo livello organizzati integralmente da una Associazione di assaggiatori, tra le più importanti e prestigiose a livello internazionale.

Grandi sorprese e soddisfazione per i produttori e per gli organizzatori, per l'ottima riuscita dei concorsi, sia per la straordinaria partecipazione e attaccamento delle aziende a queste competizioni di importanza nazionale e internazionale, sia per il risalto dell'immagine che ormai hanno assunto a favore del settore oleario, contribuendo al miglioramento della qualità.

Provengono dalle Regioni Puglia, Marche, Campania e Umbria, seguite da Sardegna, Abruzzo, Lazio, Toscana e Sicilia gli oli che, nelle rispettive sezioni, tipologie e categorie, hanno guadagnato i primi 3 posti alla 9^ edizione del Premio Nazionale “L’ORO D’ITALIA® - 2018”, concorso degli extravergini italiani, alcuni dei quali potranno fregiarsi del riconoscimento de “Le Gocce d’Oro®” di O.L.E.A. che, con la “Lode di Eccellenza”, sottolinea la qualità degli oli presentati alla rassegna annuale organizzata per far conoscere le migliori produzioni italiane.

Si distinguono invece, nel 7° Premio internazionale, “L’ORO DEL MEDITERRANEO" 2018, oli di aziende provenienti da Croazia, Grecia, Italia, Slovenia e Spagna.

Si è tenuta sabato 9 giugno a Fabriano - AN, nello spettacolare scenario dell'Oratorio della Carità, organizzata da O.L.E.A. con la collaborazione del Comune di Fabriano, che ha voluto ospitare quest'anno l'importante evento promozionale, la cerimonia di assegnazione dei riconoscimenti del 9° Premio nazionale “L’ORO D’ITALIA®” e del 7° Premio internazionale “L’ORO DEL MEDITERRANEO®", nell'ambito del GRAN GALÀ DELL'OLIO2018 che ha visto la certificazione del lavoro dei produttori in occasione della festa dei migliori oli e delle migliori aziende italiane e mediterranee.

Alla cerimonia di premiazione, oltre al presidente Renzo Ceccacci e ai più stretti collaboratori O.L.E.A., a consegnare i riconoscimenti erano presenti tante autorità nazionali, regionali e locali: dal padrone di casa Gabriele Santarelli, Sindaco del Comune di Fabriano, che ha avuto l'onore di aprire la manifestazione con un suo saluto, all'Assessore all’Agricoltura e Attività Produttive Barbara Pagnoncelli, per continuare con l'Onorevole Maurizio Cattoi, neo deputato e socio assaggiatore O.L.E.A., il Sig.Enzo Giancarli, consigliere dell'Assemblea legislativa delle Marche e numerose altre personalità della cultura e del mondo oleario.

Alla manifestazione, organizzata da O.L.E.A. con la collaborazione del Comune di Fabriano che ha messo a disposizione i locali, hanno concesso il loro patrocinio: il Consiglio Regionale - Assemblea Legislativa Marche, la Camera di Commercio Ancona, l'Università Politecnica delle Marche, l'Università di Camerino, l'Università di Urbino, l'Accademia dei Georgofili - Sezione Centro-est.

Hanno collaboratofattivamente, come sempre, l'Istituto d'Istruzione Superiore "A. Cecchi" di Pesaro e l'Associazione Viandanti dei Sapori.

Media partner OLIO OFFICINA Magazine.

Oltre 450 gli oli iscritti ai due concorsi da oltre 245 frantoi e aziende agricole, italiane e straniere, inserite nelle varie Sezioni, Categorie e Tipologie, valutati con scrupolo e professionalità, nelle varie fasi,dalla Commissione giudicatrice composta da 24 assaggiatori professionisti tutti aderenti a panel riconosciuti, in 5 giorni di lavori. 

In dettaglio le presenze:

a)  198 oli EVO hanno partecipato al 9° Premio nazionale " L'Oro d'Italia - 2018", di cui 75 “blend” e 123 “monocultivar”;

b)   42 hanno riconoscimenti comunitari DOP e IGP

c)    52 gli oli biologici.

d)   gli oli “extremi” cioè prodotti da oliveti posti oltre il 45° parallelo.

e)   135 oli hanno partecipato al 7° “L’Oro del Mediterraneo - 2018” dei quali: 105italiani e 30inviati da Paesi bagnati dal gran mare: Croazia, Grecia, Italia, Slovenia e Spagna.

f)     58 oli hanno inoltre partecipato alla 10^ edizione del Concorso regionale L'Oro della Puglia, riservata agli oli prodotti nella Regione Puglia.

Il Premio Nazionale “L’ORO D’ITALIA® - 2018”, concorso riservato ai soli oli prodotti in Italia - quindi esclusivamente “made in Italy”, prodotti nella campagna olearia 2017/2018 da aziende agricole e frantoi, da tutte le aree olivicole hanno fatto pervenire oli in rappresentanza di 15 Regioni, dal Friuli Venezia Giulia alla Sicilia, dalla Liguria alla Puglia, straordinario parterreche anima uno dei pochi e veri concorsi di rilievo nazionale, sempre molto partecipato e sicuramente tra i più prestigiosi e ambiti.

Gli oli sono pervenuti da produttori ormai affezionati, che riconoscono serietà e impegno degli organizzatori in una sinergia ripagata dalla qualità accresciuta nel tempo e che, si spera, possa contribuire anche a far crescere la cultura dell’olio fra i consumatori.

La Commissione giudicatrice è stata coordinata e diretta da O.L.E.A.

Fondamentali l’impegno e il supporto dello staff composto da 10 soci O.L.E.A e della segreteria, che hanno curato la preparazione e la gestione del concorso compresa la predisposizione di tutti i premi e gli attestati.

Le operazioni sono avvenute sotto il costante controllo di un pubblico ufficiale che ha garantito l’assoluto anonimato dei campioni, mentre il complesso software “oleatest®”, ideato e collaudato da OLEA, ha consentito l’elaborazione della miriade di dati presi in considerazione per compilare le graduatorie, distinte nelle sezioni (aziende / frantoi), tipologie (blend / monocultivar) e categorie di fruttato (leggero / medio / intenso) stabilito dalla procedura di “oleatest®”.

Le due sezioni "aziende" e "frantoi" distinguono due realtà produttive che, pur apparentemente parallele, operano con finalità e realtà troppo diverse per esser confuse, per cui in ciascuna “L’ORO D’ITALIA®-2018” premia i primi tre classificati nelle tipologie “blend” e “monovarietali” delle categorie di fruttato (“leggero”, “medio” e “intenso”).

Il bando di concorso prevede inoltre premi ai primi classificati per le sezioni riservate agli oli da produzione Biologica, alle DOP/IGP, ai monocutivar e agli “Oli extremi”, ottenuti cioè oltre il 45° parallelo, quindi in zone svantaggiate.

O.L.E.A. infine assegna fasce di merito, contraddistinte con “Le Gocce d’Oro®”, il cui conferimento viene attribuito in funzione della mediana dei punteggi: “Lode di eccellenza” e “5 Gocce d’Oro 2018” per punteggi oltre 90/100 e, a seguire, le “Menzione di Merito” e “Menzione di Qualità” rispettivamente con 4 e 3 “gocce”, riconoscimenti coi quali le aziende potranno fregiare i loro prodotti di sicura qualità. 

Come ulteriore beneficio dei partecipanti, da anni OLEA consegna alle aziende una scheda di valutazione di tutti gli oli, non utilizzabile quale referto di panel test, che riporta precise informazioni sul profilo organolettico di ciascun prodotto.

Da quest'anno, grazie alla realizzazione da parte di OLEA di un Comitato di Assaggio Professionale riconosciuto dal Mi.P.A.A.F. dal 2017, è stato anche possibile rilasciare, alle numerose aziende che ne hanno fatto richiesta, il referto ufficiale di panel test.

La rassegna concorsuale promossa da O.L.E.A., ideatrice e curatrice del Premio, svoltasi fino alla scorsa edizione in Puglia con la partecipazione e il contributo della Regione Puglia, della Coldiretti di Lecce, delle associazioni Olivicoltori di Puglia, CEA Posidonia di Ugento e Viandanti dei Sapori, dell’I.I.S. “A. Cecchi” di Pesaro e altre realtà territoriali, da quest'anno, in segno di vicinanza al territorio e alle popolazioni terremotate, si è svolta nelle Marche e precisamente a Fabriano AN. 

Il premio ha sempre ottenuto i patrocini del Ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali, delle Regioni Marche e Puglia e altre istituzioni.

Il Presidente Renzo Ceccacci, nel corso della cerimonia, ha illustrato le altre iniziative che coronano e danno ulteriore importanza al concorso.

La prima, “L’Olio ambasciatore” che assume un notevole e curioso significato promozionale, rappresentato dal peculiare ed unico “blend” realizzato con tutti i migliori oli del premio, confezionati in alcune decine di bottiglie vestite con l’etichetta “L’Oro d’Italia® - Olio ambasciatore”, da donare ad Autorità e a personalità della cultura, che vengono anche presentate e fatte degustare nelle manifestazioni alle quali O.L.E.A. partecipa in Italia e all’estero.

L’altra, l’“Olio della solidarietà” è rappresentata dall’olio delle bottiglie non utilizzate per la valutazione e conservate per eventuali verifiche. Queste bottiglie, a nome di tutti i produttori italiani, come tradizione vengono donate in beneficenza. Per questa edizione sono stati scelti gli Abitanti terremotati del Comune di Castelsantangelo sul Nera, MC, al cui Sindaco Mauro Falcucci è stato per questo consegnato simbolicamente un esemplare anonimizzato.

Ulteriore iniziativa, molto significativa per la nostra associazione e per la cerimonia, è stata l'assegnazione della seconda edizione del Premio Antonio Ricci, istituito per onorare la memoria dell'amico e vicepresidente di O.L.E.A., premiando personalità di prestigio del mondo oleario e olivicolo, della ricerca e valorizzazione del settore. 

Il premio di quest'anno è stato conferito al Prof. Giovanni Lercker, scienziato di fama mondiale, che lo ha ritirato dalle mani dei familiari del compianto Antonio, del Presidente e del Prof. Ettore Franca, Presidente Emerito di O.L.E.A.

La Cerimonia ha visto la partecipazione di quasi tutte le aziende italiane e straniere premiate, i cui rappresentanti hanno manifestato particolare apprezzamento per l'iniziativa e l'organizzazione, nonché per la straordinaria bellezza dell’Oratorio della Carità e della Città di Fabriano.

 

Premiazioni del 10° Concorso regionale L'Oro della Puglia 2018

L'attività concorsuale O.L.E.A. avrà un'appendice conclusiva con la Premiazione dei vincitori del Premio L'Oro della Puglia 2018, che si terrà il giorno Sabato 14 Luglio, a Lecce, presso DAJS- Distretto Agroalimentare Jonico Salentino, nel corso del Gran Galà dell'Olio 2018, che vedrà interessanti iniziative collaterali. Nell'occasione saranno assegnati i riconoscimenti ai primi classificati al 13° Premio L'Oro del Salento 2018.

La manifestazione è organizzata con la collaborazione e il contributo dalla Coldiretti di Lecce Olivicoltori di Puglia che hanno scelto la location.

Il programma della manifestazione, in fase di perfezionamento, sarà comunicato ai produttori e scaricabile dal sito www.olea.info.

O.L.E.A.ringrazia i Produttori e tutti coloro, Persone ed Enti, che hanno contribuito a rendere possibile la realizzazione degli importanti eventi concorsuali, di livello internazionale, nazionale e regionale.

Tutte le graduatorie e i premiati sono consultabili al sito web www.olea.info

 

 

La foto di apertura è di Giorgio Sorcinelli

Giorgio Sorcinelli - 03-07-2018 - Tutti i diritti riservati

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
“Ho fatto un pasticcio”, con olio Zucchi “Sostenibile” 100% italiano

“Ho fatto un pasticcio”, con olio Zucchi “Sostenibile” 100% italiano

Avete mai sentito parlare di "ricette oliocentriche"? Si parte dalla materia prima olio e a partire da questa si scelgono gli altri ingredienti per giungere alla costruzione di una ricetta. Ecco allora una pratica dimostrazione con la chef Sara Latagliata. La ricetta è stata realizzata per il numero 9 di OOF International Magazine

EXTRA MOENIA
È Roberto Sassoni il nuovo general manager di Carapelli Firenze

È Roberto Sassoni il nuovo general manager di Carapelli Firenze

Forte dei suoi ventisette anni di esperienza nel settore F&B e conserviero, si prepara a entrare nel mondo dell’olio con l’obiettivo di presidiare la qualità dei brand storici italiani del gruppo, tra cui Carapelli, Bertolli, Sasso e Friol, e di proseguire con lo sviluppo di prodotti premium e il percorso di valorizzazione della categoria

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Raccontare e sperimentare l’olio

Andare oltre le consuetudini. È molto importante mettersi in relazione con gli chef, perché possono ogni volta nascere idee nuove e preziose. La cucina va raccontata sempre, con tutte le sue emozioni; e anche l’olio extra vergine di oliva è uno di quei alimenti che va a sua volta raccontato, mettendolo in relazione con gli altri cibi. Da qui la creazione di nuovi prodotti, nati dalla collaborazione con gli chef. Intervista a Serena Mela, del Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia, nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
Il codice sensoriale olio di oliva

Il codice sensoriale olio di oliva

È il libro del tecnologo alimentare William Loria, edito dal Centro Studi Assaggiatori. Un manuale di sole 96 pagine in cui si condensa un sapere essenziale > Maria Carla Squeo