Lunedì 25 Maggio 2020 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > mondo

I migliori oli del Marocco

Ormai è un Paese che non si accontenta più della qualità. Si punta all’eccellenza. Ecco gli attesi risultati del Premio Volubilis Marocco 2019. Il Trofeo Volubilis, voluto dal direttore di Agro-pole Olivier Noureddine Ouazzani, è diventato nel corso degli anni un vero e proprio strumento di promozione, a livello internazionale

OO M

I migliori oli del Marocco

La cerimonia di premiazione della undicesima edizione del Premio "Extra Vergini di Volubilis in Marocco 2019" ha messo in evidenza le più qualificate produzione olearie di un Paese altamente vocato all’olivicoltura.

Lo scorso giovedi 28 febbraio si è svolta all’Agro-pole Olivier ENA Meknes la cerimonia cui hanno partecipato il Presidente della Comunità Urbana di Meknes, Bouanou Abdellah, il Segretario Generale della Prefettura di Meknes Mohamed Barakka, l'Ambasciatore del Guatemala Jacobo Salguero Cuyun, il console Generale di Francia a Fez François-Xavier Tilliette, il direttore della Scuola nazionale di Agricoltura di Meknes Tawfiq Benziane, il direttore Provinciale dell'Agricoltura di Meknes Hassan Amrani, nonché i produttori e gli operatori del settore olio da olive marocchini, così come gli operatori turistici della regione di Fez-Meknes.

Il concorso è stato ideato e organizzato da Agro-pole Olivier, dalla Scuola Nazionale di Agricoltura di Meknes (ENA), da ben undici anni, in collaborazione con l'Associazione Udom, dell'Unione per lo sviluppo dell’olivicoltura di Meknes" e la Fondazione Itinerario dell'Olivo attraverso il Mediterraneo. 

In apertura della manifestazione, il Direttore di ENA Meknes, Toufiq Benziane, ha sottolineato che il trofeo è nato dall’impegno dell’Agro-pole Olivier di Meknes.

Il Premio è rivolto ai produttori dei migliori extra vergini confezionati del Marocco ed è stato gestito sotto la responsabilità di una giuria di degustatori internazionale, al fine di promuovere la qualità dell'olio a livello nazionale e internazionale. 

« Attraverso questo concorso vogliamo incoraggiare i produttori marocchini a migliorare le loro performance qualitative e promuovere l'armonizzazione del gusto attraverso la piena consapevolezza nel combinare alla perfezione la qualità degli oli con il loro profilo sensoriale ». È quanto ha ammesso Noureddine Ouazzani, l’ideatore e organizzatore del Premio "Volubilis Extra-Virgin Morocco".

Questa nuova edizione è stata organizzata con il patrocinio del Consiglio della Regione Fez-Meknes, il Consiglio della città di Meknes, la Fondazione "Olivier Meknes Promo" La Fondazione "Strada del l'Ulivo del Mediterraneo", la società LCM-Aicha, il gruppo italiano Pieralisi, la società Ain Ifrane, Mercacei Spagna e Olio Officina Italia.

Per questa edizione, la giuria del concorso era composta da otto esperti appartenenti a giurie internazionali provenienti da Italia, Francia, Germania, Portogallo e Brasile, approvate dal Consiglio oleicolo internazionale. Questa scelta della giuria permette di scoprire ai nostri partner internazionali, in un ambiente professionale, la qualità Premium dell'olio d'oliva marocchino.

L'edizione di quest'anno ha visto la partecipazione di 35 marchi d'oliva olio, tra GIE, cooperative, produttori di piccoli e medi gruppi industriali di Meknes, Fez, El Hajeb, Boulmane, Beni Mellal, Essaouira, Chichester, Kalaa Sraghna, Nador, Oujda, Taourirte, Taounate, Sefrou e Azilal.

Nella categoria "Fruttato Intenso", il Prix ramo d'oro (1 ° premio) a Oliva Volubilia di OLIVINVEST, società di Meknes, e il Prix ramo d’argento (2 ° premio) all'olio d'oliva AKALIA dell'azienda Ikhlas Maroc Vert de Meknes.

Nella "Fruttato Medio", il Prix ramo d'oro (1 ° premio) è stato all’AICHA Oil (Bio) della società LCM-Aisha di Meknes, e Prix ramo d’argento (2° premio) a OLEALYS Oil (Bio) dell'azienda Oleastre (Meknes).

Per il Trofeo "Ibtisam Zine Fillali" "Olio Extra Vergine di Volubilis in Marocco nel 2019 per il miglior olio d'oliva delle cooperative di ulivo e Trofeo GIE" è stato assegnato alla Cooperativa Zouyout Essaouira.

Il trofeo è stato assegnato al Presidente del Consiglio della città di Meknes, Abdelah Bouanou, che ha evidenziato la disposizione del Consiglio del Comune di Meknes per contribuire alla promozione di olio d'oliva in Meknes alberghi, riad, ristoranti della città di Meknes, per aiutare a salvaguardare il patrimonio storico e culturale dell'ulivo di Meknes.

Quest'anno, la giuria ha selezionato il Trofeo TOP TEN Premium Extra Vergine Marocco Volubilis 2019. Così, i primi dieci Oli Extra Vergine di Oliva di quel trofeo sono: Volubilia della società Olivinvest di Meknes, Aicha (Bio) del società LCM-AICHA di Meknes, la società CARATTERE i Zniber Brahim Aree di Meknes, società OLEA MORESCA Lesieur Cristal Meknes, AKALIA di Ikhlas verde Marocco società di Meknes, Zouitina società LUSSO Olea Capitale di Meknes, la OLIVETO della società Larraque HLS / Castel Meknes, la società TERRA Authencia Chania Meknes OLEALYS società olivastro Meknes, corposo e TIHLI l'azienda ADEMAG Sefrou.

Nel corso della presentazione dei risultati,  Giovanni Martellini, esperto internazionale in degustazione (Italia), presidente della giuria di questa edizione, ha sottolineato in occasione della presentazione dei risultati, che il Marocco ha fatto grandi progressi nel migliorare la qualità dell'olio d'oliva marocchino e lo sviluppo della personalità del olio d'oliva del Marocco, in particolare quella di Meknes dopo la varietà marocchina Picholine. 

"Questo è il risultato di un enorme lavoro svolto dalla creazione dell'associazione Udom e Agro-pole Olivier, all'interno della ENA Meknes, a incoraggiare i suoi membri e partner per andare al prima della produzione di olio d'oliva marocchina di alta qualità allo stesso livello come i migliori oli d'oliva del Mediterraneo ", ha detto il CEO di LCM-Aisha e presidente Udom.

"È stato un piacere partecipare a questo evento, mettendo in evidenza la ricchezza e la promessa di un territorio, quello marocchino, altamente vocato", ha sostenuto il Console Generale di Francia a Fez, François-Xavier Tilliette.

Il Trofeo Volubilis extra vergine Marocco è diventato nel corso degli anni un vero e proprio strumento di promozione, a livello internazionale, la qualità dell'olio d'oliva del Marocco. Ora, il progetto principale è di concentrare gli sforzi per generalizzare questa qualità e questo potenziale di qualità in una grande quantità di olio d'oliva prodotto in Marocco", ha sostenuto Noureddine Ouazzani, il Direttore di Agro-pole Olivier Meknes ENA.

OO M - 19-03-2019 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il Casa Coricelli 100% italiano

Il Casa Coricelli 100% italiano

Il punto di forza e di novità è nella tracciabilità certificata, ben evidenziata in etichetta. Il numero di lotto rimanda a una materia prima pugliese, e in particolare proveniente dalle province di Taranto e Brindisi. Sapidità, armonia, morbidezza, una nota dolce persistente al primo impatto, il gusto che ricorda il carciofo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Marisa Iocco, chef e patron di Spiga Ristorante a Boston, ci propone un dolce tipicamente americano, molto popolare e ormai ritenuto così familiare da non poterlo togliere dal menu, per quanto è richiesto. Lo stesso dolce è stato proposto in occasione del progetto di comunicazione e formazione che si è tenuto a fine 2019 a Boston, Providence e New York, organizzato dai consorzi di qualità degli oli extra vergini di oliva Ceq Italia e, per la Spagna, da QvExtra! con il supporto dell’Unione europea

EXTRA MOENIA
Ecco il miglior Aceto Balsamico di Modena Igp

Ecco il miglior Aceto Balsamico di Modena Igp

L’organizzazione tedesca Stiftung Warentest, nota per la propria indipendenza e imparzialità, ha reso noto, attraverso le pagine della sua rivista Test, i risultati di una serie di analisi effettuate su ben 19 aceti balsamici di Modena. A guadagnare il più alto gradino sul podio è stato l’Igp “5 Grappoli invecchiato” dell’Acetaia Giuseppe Cremonini di Spilamberto

GIRO WEB
Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Si chiama “Lavora con agricoltori italiani” ed è una iniziativa di Cia-Agricoltori Italiani. Si tratta, per l'esattezza, di un portale di intermediazione per mettere in contatto lavoratori e aziende agricole. Ora però si attendono misure concrete da parte delle Istituzioni, la mancanza di manodopera desta non poche preoccupazioni

OO VIDEO

Il sottocosto dell’olio extra vergine di oliva

È un approccio commerciale decisamente sbagliato, perché non attribuisce il reale valore a un olio che vanta invece grandi meriti nutrizionali, salutistici e perfino edonistici. Ne abbiamo parlato con Andrea Carrassi, direttore generale di Assitol, organizzazione da tempo impegnata a contrastare pratiche commerciali che sviliscono un prodotto di alto valore

BIBLIOTECA OLEARIA
Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Non tutti gli italiani conoscono l'olio extra vergine di oliva. Lo consumano, certo, ma ne ignorano la natura e il valore. Lo si vede da come acquistano l’olio al supermercato, scegliendo sempre quello in offerta al prezzo più stracciato. Ecco allora un utile strumento per acquisire le giuste conoscenze e imparare a impiegare al meglio tutti gli extra vergini > Silvia Ruggieri