Mercoledì 12 Dicembre 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

società > mondo

Lavori in corso al Coi

Dopo la pausa estiva, la Segreteria esecutiva del Consiglio oleicolo internazionale torna a lavorare con un fitto programma di incontri e attività in tutte le aree. Tutte le novità nell’ambito dei settori economia, olivicoltura, chimica e standardizzazione degli oli da olive, nonché nell'ambito della promozione

Consiglio Oleicolo Internazionale

Lavori in corso al Coi

Un ricco programma come si desume dalle comunicazioni rese pubbliche dallo stesso ente intergovernativo con sede a Madrid.

Nel settore dell'economia, la nona riunione del gruppo di lavoro sulle statistiche si terrà il primo ottobre. Il gruppo è composto da esperti dei paesi membri del Coi e i suoi obiettivi principali sono il monitoraggio delle statistiche del Coi; il rivedere le cifre del bilancio mondiale e nazionale relativo agli oli di oliva, gli oli di sansa di oliva e le olive da tavola; e tutti i progetti di proposte e raccomandazioni per migliorare la qualità dei dati statistici. Durante la riunione, i dibattiti si concentreranno sulle stime per l'anno di produzione 2018/2019; l'aggiornamento dei dati del commercio estero; i diversi aspetti dell'attuale situazione olivicola, come per esempio gli effetti dei cambiamenti nel settore dell'olivicoltura; i piani di espansione nazionali per i prossimi anni; e il monitoraggio dei prezzi alla produzione. 

Nel settore dell'olivicoltura, della tecnologia dell'olio d'oliva e dell'ambiente, è in corso il progetto True Health Olive Cultivars, il cui obiettivo principale è sostenere la Rete delle Banche del Germoplasma degli Ulivi, così come promosso e coordinato dal Coi, al fine di ottenere materiale vegetale autentico e privo di organismi nocivi e agenti patogeni da quarantena. 

I borsisti del Coi tornano al lavoro: quelli del secondo anno del Master in Olivicoltura e Tecnologia dell'olio d'oliva all'Università di Córdoba e i tesisti del dottorato. Tra il 22 e il 26 ottobre 2018, si terrà un corso di analisi sensoriale per i capi panel. Una riunione sull'azione integrata nella lotta contro Xylella fastidiosa e la protezione degli ulivi si svolgerà tra il 12 e il 14 dicembre 2018. Un sistema di riconoscimento per i centri di formazione nel settore olivicolo è nelle fasi finali. Verranno inoltre svolte numerose attività nazionali.

Nell'ambito della chimica e della standardizzazione dell'olio d'oliva, il Coi continuerà a svolgere il ruolo di forum internazionale di discussione, in cui vengono studiati i criteri analitici di qualità e purezza, mettendo a punto specifici metodi di analisi, i necessari ring test per convalidare tali metodi, i limiti  fissati per gli standard che fungono da riferimento per gli olivicoltori di tutto il mondo. La competenza dei laboratori e dei panel di degustazione viene inoltre controllata ogni anno in vista del loro riconoscimento da parte del Coi, in modo che si possano inviare campioni di riferimento ed effettuare il controllo per la formazione.

Nell'ultimo trimestre del 2018, il Coi ha partecipato alla riunione dell'ISC TC 34 SC 11 tra il 19 e il 20 settembre a Belfast, nel Regno Unito, dove, oltre a collaborare attivamente con la sottocommissione per i grassi e il petrolio, il Coi ha anche presentato la sua attività rapporto. Il Coi parteciperà anche all'incontro sul progetto Oleum, che si svolgerà a Belfast il giorno prima, in quanto il Consiglio fa parte del comitato consultivo.

Il 2 e 3 ottobre, ci sarà un incontro di esperti sulla valutazione organolettica per il monitoraggio della ricerca in corso dei gruppi di lavoro elettronici, la valutazione dei risultati dei test 2017 per il riconoscimento del Coi dei panel di degustazione e l'armonizzazione dei panel.

Il 3 ottobre avrà luogo l'incontro sullo studio delle caratteristiche analitiche degli oli di oliva vergini con parametri anomali. Tra il 4 e il 5 ottobre, il gruppo di esperti chimici si incontrerà per continuare a lavorare sull'aggiornamento e sullo studio di nuovi metodi analitici, nonché sulla commissione tecnica sulla valutazione dei risultati del test di verifica della competenza 2018 per il riconoscimento dei laboratori di analisi chimico-fisici.

Vale anche la pena notare il ruolo del Segretariato esecutivo nella Conferenza sui contaminanti che la Società italiana per lo studio delle sostanze grasse (acronimo SISSG) ha organizzato a Bari, in Italia, nonché nella elaborazione di una proposta per la revisione delle diverse categorie di oli di oliva e oli di sansa, per l'Organizzazione mondiale delle dogane nonché nella partecipazione del Coi a tali riunioni e alle riunioni degli esperti della Comunità europea tenutesi a Bruxelles, in Belgio.

Inoltre, si è tenuta una riunione ristretta di esperti nutrizionisti, al fine di preparare il seminario che il Coi intende organizzare con l'American Society of Nutrition a Baltimora nel giugno 2019, quale parte della campagna di promozione del Coi negli Stati Uniti.

Per terminare l'anno, oltre alle consuete attività del Consiglio, la preparazione per la riunione del CCFO in Malaysia, nel febbraio 2019, sarà finalizzata e, una volta che il gruppo di lavoro ha pubblicato la sua relazione sui lavori a cui il CIO ha partecipato attivamente, il Codex Il segretario e il presidente di eWG esamineranno la possibilità di organizzare una riunione fisica nel dicembre 2018.

Nell'ambito della promozione, il Coi continuerà i suoi sforzi di promozione negli Stati Uniti e inizierà la sua campagna in Cina. Il Coi ha anche pubblicato due bandi di concessione per la celebrazione della Giornata mondiale dell'olivo nei suoi paesi membri; la scadenza è stata il 7 settembre. I candidati che hanno assegnato le borse saranno annunciati nei prossimi giorni.

Il comitato consultivo del Coi sarà informato dei progressi nel corso di una riunione che si terrà il 15 e 16 ottobre, nonché una riunione per i soci che firmano l'accordo sul controllo di qualità fisico-chimico. I risultati e le conclusioni di tutte le aree summenzionate saranno presentati alla 108ma sessione del Consiglio dei membri nel novembre 2018, compresa la Giornata mondiale dell'olivo, che sarà celebrata il 22 novembre presso la sede del Coi. 

 

La foto di apertura è di Olio Officina

Consiglio Oleicolo Internazionale - 13-09-2018 - Tutti i diritti riservati

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Riviera Garda Classico Chiaretto

Riviera Garda Classico Chiaretto

Non solo per l’olio, il Garda è altrettanto apprezzato anche per i suoi vini, il chiaretto in particolare fa la sua bella figura. Come per esempio quello prodotto da Il Roccolo, profumi fruttati e floreali, gusto fresco, fine e sapido

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA

"Pane e olio" sbarca nella Food Valley

La merenda della tradizione al centro di uno “street event” a Collecchio, luogo simbolo del distretto agroalimentare di Parma. A organizzarlo il Gruppo Panificatori Artigiani di Parma con Assitol e Aibi, l’Associazione italiana Bakery Ingredients. Erano presenti Paolo Bianchi, sindaco di Collecchio, ed Elena Levati, assessore alle Attività produttive

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Il racconto di Olio Officina Festival 2018

A Milano, dall'1 al 3 febbraio 2018, con tema portante "Io sono un albero". Le emozioni attraverso le immagini di una tre giorni interamente dedicata all'olio da olive e ai condimenti

BIBLIOTECA OLEARIA
L’olivo nell'area mediterranea

L’olivo nell'area mediterranea

Olive Tree in the Mediterranean Area. A Mirror of the Tradition and the Biotechnological Innovation. La tradizione, l'innovazione biotecnologica. È su questi piani che si delinea il volume di cui è autrice principale, e curatrice, Anarita Leva. È un libro che si prospetta davvero interessante per l'industria vivaistica, nonché per quella agrobiotecnologica e cosmetica, oltre che a tutti coloro che sono sempre più legati alla crescente domanda di prodotti naturali e al richiamo dei polifenoli intesi come antiossidanti e stabilizzanti naturali degli alimenti