Le forme dell'olio

Sciabacco

2019
Sciabacco

Dall’azienda agricola di Francesca Tumino, di Mazzarone, in provincia di Catania, l’anima profonda e solare della Sicilia con uno stile che racconta il passato alla luce del presente, con gli schiamazzi delle streghe ripetuti ogni sabato notte. L’etichetta rappresenta i quattro momenti del processo produttivo, con un richiamo nella composizione alle maioliche della tradizione calatina

Esistono storie che si tramandano da padre in figlio, storie che raccontano di streghe che nelle più luminose notti di sabato, si riunivano sotto un albero di noci cedendo a danze, canti e inebrianti pozioni con cui attirare giovani e curiosi. Nasce così Sciabacco, termine che nella tradizione popolare richiama gli schiamazzi delle streghe ripetuti ogni sabato notte e che dà il nome alle terre dove vengono coltivati gli ulivi dell’azienda, oltre a un unico, antico, albero di noci.

Sciabacco - sostengono in azienda - è un progetto che nasce dal desiderio di realizzare un prodotto di alta qualità il cui valore fosse intuibile ancora prima di averlo assaporato. Questo ci ha portato a scegliere con estrema accuratezza ogni singolo dettaglio, dal tappo alla bottiglia, ma è soprattutto l’etichetta ad esprimere al meglio ciò che volevamo realizzare. Questa rappresenta i quattro momenti del processo produttivo (terra, raccolta, cernita e molitura), con un richiamo nella composizione alle maioliche della tradizione calatina.

Il nostro olio extra vergine di oliva - aggiunge la titolare dell’azienda siciliana, Francesca Tumino - è composto da olive di varietà Moresca, una cultivar antica tipica del territorio Ibleo. Le nostre olive - chiariscono - vengono raccolte unicamente a mano, quando sono ancora verdi con una sola punta di violaceo. Sono state molite dopo poche ore dalla raccolta, in uno dei migliori frantoi della zona, rigorosamente a freddo.

I nostri ulivi - precisano - non subiscono trattamenti chimici di alcun tipo e questo garantisce un’estrema genuinità del prodotto. Una attenzione minuziosa che ci ha permesso di ottenere un olio extra vergine di oliva di alta qualità, dal profumo marcato, con un sentore di erba appena falciata e dal sapore piccante e amaro medio. È un olio – sostengono infine i titolari dell’azienda - che trova la sua massima espressione usato a crudo, ma può essere utilizzato per creare qualsiasi piatto desideriate, sia esso crudo che cotto.

 

Iscriviti alle
newsletter