Le forme dell'olio

Villa Uva

2019
Villa Uva

La scelta del bag in box da parte di Emidio Alvisi, titolare del marchio Villa Uva, produttore in Puglia, nell'Alto Tavoliere, è legato a ragioni ecologiche e di qualità. Il packaging - ammette - è sicuramente partecipativo e rinnovabile, audace e innovativo, e riprende, nei colori e nelle geometrie, le maioliche moresche del prospetto principale della dimora storica di proprietà, e intende essere fortemente identificativo ed evocativo

L’olio extra vergine di oliva biologico Villa Uva è un marchio che prende origine dalla villa ottocentesca omonima, cuore dell’intera azienda, ed è prodotto solo ed esclusivamente dalle olive raccolte nei nostri fondi, nell’alto Tavoliere, in Puglia. Pertanto, la sua produzione è in quantità limitata.

La scelta aziendale è di lavorare sulla qualità, mantenendo inalterate le tipicità e le peculiarità originali delle cultivar autoctone e di commercializzare solo ciò che di anno in anno l’uliveto produce.

Il concept

Io sono Emidio Alvisi, proprietario dell'Azienda agricola Villa Uva  - in agro di Lucera, in provincia di Foggia - e sono un produttore di olio extra vergine di oliva biologico (tipologie diverse: monovarietali e blend) prodotto, solo ed esclusivamente, dalle olive raccolte nei miei fondi.

Dalla stagione olearia 2019, per tutta una serie di motivazioni pratiche, ecologiche e di qualità ben note, ho sostituito la confezione aziendale più commerciale, e cioè la latta da 5 lt, con la ‘Bag in Box’, formato con cui ho voluto partecipare al concorso “Le forme dell’olio 2019”, poiché ritengo possa essere un progetto interessante. Pertanto, ve ne spiegherò le ragioni.

Il packaging - pensato, progettato e proposto per una confezione dedicata all’olio extra vergine di oliva - è sicuramente audace e innovativo, ma riprende, nei colori e nelle geometrie, le maioliche moresche del prospetto principale di ‘Villa Uva’. Pertanto, vuole essere fortemente identificativo ed evocativo della dimora storica che costituisce il cuore dell’Azienda.

Ma la novità vera e propria, e quello che, secondo me, è la cosa più bella della confezione, è ciò che io definisco ‘packaging partecipativo e rinnovabile’!

In realtà, anche se inconsapevolmente, a questo progetto hanno partecipato amici e clienti dell’olio extra vergine di oliva Villa Uva... o meglio, qualcuno di loro...

Sui due lati della box, infatti, sono riportate delle frasi che, nel tempo, mi sono state scritte proprio in riferimento all’olio che produco. Io non ho fatto altro che mettermi in ascolto e selezionare quelle che mi sono piaciute di più. Questo significa che il packaging della box sarà sempre rinnovabile ogni qual volta provvederò ad una nuova fornitura della medesima.

Così facendo, sono consapevole di aver creato valore aggiunto al brand ‘Villa Uva’ rendendo semplicemente partecipi e protagonisti del progetto produttivo tutti coloro che, puntualmente, ripongono la propria fiducia nel mio prodotto acquistandolo.

Ancor di più, mi sono reso conto di aver consolidato rapporti impensabili con altre persone entrando in contatto con loro. Questa, probabilmente, è stata la ricchezza più grande che questa idea mi ha donato!

Mi auguro che il ‘concept’ e, ovviamente, la nuova confezione possano davvero piacervi!

Emidio Alvisi

Iscriviti alle
newsletter