Corso Italia 7 pagina 2 di 13

Rivista internazionale di Letteratura – International Journal of Literature
Diretta da Daniela Marcheschi

Quando la poesia assume un valore etico

Oltre il Novecento. Guido Oldani e il Realismo Terminale di Amedeo Anelli, un libro indispensabile, che apre a una nuova visione del mondo, ritorna in libreria in una nuova e ampliata edizione, accompagnata dalla raccolta inedita di poesie Teste in gabbia di Guido Oldani. La poesia, in questo volume, riacquisisce il ruolo che la spetta: dare un senso alle cose quotidiane

Corso Italia 7


Una classe fuori dal tempo, per questo di ogni tempo

La Classe incarna tutto ciò che è la scuola oggi, caratterizzata da forti contrasti e dalla solitudine in cui molti giovani versano. I sei ragazzi protagonisti, sospesi per motivi disciplinari, si trovano in un’aula con un professore che attraverso la sua materia, la storia, vuol far superare quelle barriere colme di razzismo e non inclusione che separano gli studenti dallo “Zoo”, l’immenso campo profughi nei pressi dell’istituto. Non sarà facile, ma Albert, l’insegnante ancora carico di passione, riuscirà a lavorare con i giovani che progressivamente abbandonano quell’alone di aggressività e pigrizia. Stupore ed emozione per il pubblico del Teatro del Giglio, che ha accolto lo spettacolo con grande entusiasmo

Mariapia Frigerio


La lungimirante intelligenza di Giuseppe Baretti

Letteratura e giornalismo sono dettati da elementi simili, a volte completamente opposti, ma in alcuni casi complementari. Baretti, critico letterario e profondo intellettuale, restituì una propria chiave di interpretazione che in Letteratura e giornalismo, Volume IV. Giuseppe Baretti e il giornalismo dei secoli XVIII-XIX è possibile comprendere. Fondamentali i contributi scientifici all'interno della pubblicazione, capaci di restituire un quadro accurato e completo di questa importante figura letteraria 

Daniela Marcheschi


Il disprezzo della cultura nella società italiana

Un sistema accademico, quello italiano, che non premia il merito. Non sempre, almeno, e i casi di concorsi vinti grazie a metodi antidemocratici sono molti e diffusi in tutta la penisola. È ripartita la stagione di PresaDiretta, e Riccardo Iacona ha portato l’attenzione del pubblico su un tema delicato, che vede aspiranti docenti doversi trasferire in altri Paesi per provare a intraprendere una carriera all’interno degli atenei. Ma resta un dubbio: da chi verranno formati i nostri studenti? Nelle mani di quali figure metteranno il loro futuro?

Daniela Marcheschi

Una fiaba per grandi e piccini il Don Chisciotte di Boni

Dialetti, poesia e ironia. In una scenografia originale e ricercata, Alessio Boni presta il volto a un eroe fuori dal tempo, antitetico, che trova la sua complementarità nel fedele scudiero Sancho, interpretato da Serra Yilmaz. Al teatro del Giglio lo spettacolo è stato un successo, che ha saputo insegnare e divertire: un'unione frutto del grande lavoro artistico degli attori e di tutte le figure che ne hanno permesso la realizzazione 

Mariapia Frigerio


Ricordo per Cristina Annino

Non solo poetessa, ma anche prosatrice e pittrice, fin dall'adolescenza ha pubblicato poesie in riviste e antologie. Nel corso della sua vita ha fatto da spola tra Firenze, Roma e Milano, affermandosi con costanza negli ambienti letterari fino ad essere riconosciuta come una delle maggiori ed originali poetesse europee. Nel 2001 la Rivista Internazionale di Poesia e Filosofia Kamen pubblicò la sua raccolta Polaroid con dedica, dal quale ne deriva l'esito nuovo di poetiche. Il libro Madrid le fece vincere, nel 1987, il premio Russo-Pozzale

Amedeo Anelli


Il giorno in cui mio padre capì l'odio

Un gesto di umanità e alcuni attimi dopo ci ha pensato il tedesco a ricordare a mio padre che no, non c'era niente di umano in quello che stava succedendo. Poi la certezza che quelle persone non potevano essere destinate al lavoro, e subito dopo la paura di quello che il popolo ebraico stava vivendo. Tutto in pochi e violenti istanti

Daniela Marcheschi


I pittori della luce. Da Caravaggio a Paolini

In mostra negli spazi della Cavallerizza a Lucca, un'esposizione di oltre cento opere curata da Vittorio Sgarbi, in cui si raccontano alcuni tra i capolavori del Seicento. Da osservare con attenzione i dipinti del lucchese Pietro Paolini

Daniela Marcheschi

I sovvertitori dell'ordine costituito. Ecco perché i bambini ci fanno paura

Quello dei bambini «è stato il popolo più oppresso dell’umanità, il più perseguitato, quello più maltrattato e torturato». A dimostrarcelo in un saggio ricco riferimenti letterari di vivissimo interesse, è la poetessa e neuropsichiatra infantile Margherita Rimi. Ciò che colpisce nel libro edito da Marietti 1820, è la divergenza tra bambini e adulti, tra il pensiero concreto dei primi e l’assurdo dei falsi linguistici dei secondi con il loro sguardo errato che si bilancia tra squalifica e idealizzazione

Mariapia Frigerio


Il Radicamento. Preludio a una dichiarazione dei doveri verso l'essere umano

Pubblicata nel 2021 dalla casa editrice Le Lettere di Firenze la prima edizione integrale dello scritto estremo di Simone Weil, con la splendida traduzione di Maura Del Serra

Alessio Riva


Cosa si intende per "societa letteraria"?

Alcune riflessioni a proposito dell'opera di Mario Tobino e del capolavoro di Gino Cesaretti, Lucido e buio. Con una domanda, rivolta agli studiosi: perché della letteratura italiana del Novecento si parla senza sporcarsi le mani della polvere degli archivi?

Daniela Marcheschi


Nel nome di Giuseppe Pontiggia

Appuntamento il 21 dicembre a Milano per il terzo convegno dedicato a uno tra i più grandi autori della letteratura contemporanea, con presentazione degli Atti del secondo Seminario "Giuseppe Pontiggia. Fare letteratura insieme”.

Caterina Arcangelo

Quando intelligenza e sensibilità diventano spettacolo

Lo spettacolo Elengazissima, con Gianluca Gori - Drusilla Foer, è stato accolto al Teatro Manzoni di Milano il 2 e il 3 dicembre. È un recital, perché si canta, si balla e si racconta, quello che ha pervaso la scena, coinvolto e fatto emozionare il grande pubblico nel corso delle due serate. Sono tanti i componenti che hanno partecipato all’ottima riuscita del lavoro. Scopriteli con noi  

Mariapia Frigerio


La poesia italiana del Novecento attraverso la voce di Roberto Rebora

Mercoledì 15 dicembre verrà presentata a Milano l'intera raccolta di poesie dell'autore milanese, presso la Libreria Popolare. L’opera è stata pubblicata dall’editore Mimesis e all'incontro interverrà Amedeo Anelli, curatore del volume 

Corso Italia 7


La grande letteratura polacca in Italia nel lavoro di Pietro Marchesani

Con il convegno “La Polonia, ossia ovunque” si rende omaggio al grande studioso e traduttore che contribuì a diffondere le voci di Szymborska e Milosz

Corso Italia 7


«Ai giovani di oggi manca la spinta rivoluzionaria»

Oltre le quinte… Intervista con Alessandra Vanzi. Un’attrice, una donna che ha attraversato con coraggio e determinazione una stagione complicata in cui nulla era acquisito. Le lotte femministe, i mutamenti della condizione femminile, gli anni di piombo, la “droga di stato”, l’impegno politico, il teatro, il cinema. «Senza ironia – afferma - non si fa nulla, non si sopravvive»

Mariapia Frigerio

Biblioteca di musica

Un libro prezioso, necessario, da tenere nelle biblioteche pubbliche e private, è stato pensato per rendere un dovuto omaggio ad Agostina Zecca Laterza, un “maestro” nel settore. A curare il volume due dei migliori bibliotecari musicali italiani: Patrizia Florio e Marcoemilio Camera

Daniela Marcheschi


L'Italia e la cultura

A proposito della nomina di John Elkann a Cavaliere del Lavoro

Daniela Marcheschi


Tutti hanno il diritto di scrivere

Attenzione, però, non tutto ciò che viene pubblicato ha a che fare con la letteratura e l'arte. La mistificazione a lungo andare concorre a inquinare l'educazione dei sentimenti della parola e della bellezza

Daniela Marcheschi


Disputing the deluge. Il nuovo libro di Darko Suvin

L'innovativo legame tra fantascienza e studi utopici, tra teoria critica formalista e di sinistra e il suo più ampio impegno con ciò che viene definito "epistemologia politica"

Corso Italia 7

Iscriviti alle
newsletter

L’intersezione feconda

Ricordando Giuseppe Pontiggia / 7. "Non avevo mai incontrato uno scrittore tanto consapevole dei propri fini e dei propri mezzi e al tempo stesso tanto pronto a mettersi in discussione. Ogni osservazione, da chiunque provenisse, meritava attenzione, non foss’altro che per il tempo necessario a liquidarla con un sorriso liberatorio, per passare oltre". La testimonianza della senior editor della narrativa Bompiani, già redatrrice di Mondadori

Giulia Ichino


La scomparsa di Giuseppe "Pucci" Maffei

È stato tra i maggiori psicoanalisti italiani. Junghiano, colto, sensibile, empatico. La sua opera porta luce

Daniela Marcheschi


Le lettere e il "pranzo di Babette"

Ricordando Giuseppe Pontiggia / 6. "Ogni sua lettera è stata per me un evento: sapevo che aveva poco tempo e che riceveva centinaia di stimoli, richieste e contatti. Eppure trovava sempre il tempo per ringraziarmi e commentare i miei articoli". La testimonianza dello scrittore e giornalista

Alberto Albertini


Musica, letture e conversazioni per celebrare i trent'anni di vita della rivista Kamen'

"Gli anni di pietra" è il titolo dell'evento. L'incontro domenica 26 settembre a Modignano, in provincia di Lodi

Corso Italia 7

Un benevolo patriarca

Ricordando Giuseppe Pontiggia / 5. È stato un possidente di beni mentali, per parafrasare una bella poesia di Valerio Magrelli, beni dai quali otteneva interessi che gestiva generosamente, donando a chi riteneva degno la sua stima, il suo affettuoso pensiero, la sua voce avvolgente. La testimonianza della narratrice, interprete di Dante, critico letterario e membro associato di ricerca del centro culturale CISESG

Bianca Garavelli


L’inesausta tensione fra etica e scrittura

Ricordando Giuseppe Pontiggia / 4 Una tensione veritativa che si univa a una notevole capacità d’ascolto discreto e di dialogo con “chi ha orecchie”, con scambi di pareri senza preclusioni, d’emendamenti. Continuiamo con le testimonianze intorno alla figura del grande scrittore. Voce al critico, poeta e direttore della rivista Kamen' 

Amedeo Anelli


La chiaroveggenza 

Ricordando Giuseppe Pontiggia / 3.  Proseguono le testimonianze intorno alla figura del grande scrittore. Tutte insieme compongono un ricco mosaico di pensieri ed emozioni. Ecco cosa riferisce Yrja Cecilia Haglund, docente di Lingua Svedese presso l'Università degli Studi di Firenze, a proposito del romanzo Nati due volte

Corso Italia 7


È tempo di Trame d'Estate

Si avvicina l'atteso appuntamento con la nona edizione del festival organizzato dal Centro Studi "Sirio Giannini". Il calendario degli incontri si sviluppa in un lasso di tempo compreso tra il 19  e il 22 agosto. Presso i giardini di Palazzo Mediceo sarà possibile incontrare grandi ospiti, tra scrittori e giornalisti

Corso Italia 7