Corso Italia 7 pagina 2 di 11

Rivista internazionale di Letteratura – International Journal of Literature
Diretta da Daniela Marcheschi

Nessuno mi salverà. The Sniper

Cinevisioni. È un film del 1952 diretto da Edward Dmytryk. Brutto titolo italiano per un noir teso, asciutto, del grande regista americano di origini ucraine

Andrea Carraro


«Mi metto nelle vostre mani, fatemi suonare come se fossi uno strumento»

Oltre le quinte. Intervista con Franco Olivero. Fare l’attore è stato un desiderio coltivato sin da bambino: «Ero ancora in collegio e nel classico tema in cui mi si chiedeva che cosa volessi fare da grande scrissi: l’attore. E aggiunsi: per avere un riscontro, per il desiderio di applausi»

Mariapia Frigerio


L'aceto

Poesia. Un inedito ispirato alla giornata del venerdì precedente la Pasqua, a firma dell'ideatore del realismo terminale, corredato da un'opera di Marcello Silvestri, Golgota, polimaterico su tavola

Guido Oldani


Omaggio a Tonino Guerra

In occasione del Centenario della Nascita di Tonino Guerra, il Comitato nazionale ha pensato ad un importante convegno sullo scrittore e la favola. Un tema centrale non solo per l'autore di Santarcangelo, ma per tutto il Novecento italiano

Corso Italia 7

Della serie, quando i grandi classici insegnano...

La magnifica lezione dello scrittore e giornalista Carlo Lorenzini, noto con lo pseudonimo di Carlo Collodi, in due citazioni di grande attualità scelte per i lettori di Corso Italia 7. Noto per il romanzo Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino, l'autore è un illustre letterato la cui vasta produzione merita di essere approfondita. Non è un caso che con D.M. del 9 giugno 2009 sia stata istituita l'Edizione Nazionale delle Opere presieduta da Daniela Marcheschi

Corso Italia 7


L’insperata fama dello scrittore Dante Arfelli

Nella primavera del 1949 vinse il Premio Venezia, antesignano del Campiello con il romanzo d'esordio I superflui, scritto di getto e in soli venti giorni. Uscito nel pieno della stagione neorealista, se ne distacca in modo netto. Pubblicato da Rizzoli e riedito da Vallecchi, così da toccare le centomila copie, venne tradotto in vari paesi con riscontri di vendite e critica. Solo negli USA l'edizione economica raggiunse le ottocentomila copie. È stato il sentimento di esclusione e inettitudine, di vuoto esistenziale refrattario a valori salvifici e fervori populisti, a procurargli i più convinti riconoscimenti della critica straniera

Alessandro Tamburini


Le malizie delle donne

Anticipazioni. L'arte e il potere della seduzione nel libro di Luísa Marinho Antunes per le edizioni Marietti 1820, in uscita per il 22 aprile

Corso Italia 7


È arrivato il nuovo numero, doppio, di Kamen'

Con i numeri 57 e 58 la rivista di poesia e filosofia edita da Libreria Ticinum Editore e diretta da Amedeo Anelli entra nel suo trentesimo anno di attività, un traguardo importantissimo. Non a caso la pubblicazione  ha ottenuto dal MiBACT la menzione speciale di rivista di alto valore culturale

Corso Italia 7

Uno sconosciuto alla porta

Riletture. Una raccolta di racconti di Alessandro Tamburini per le edizioni Pequod, in cui si narra, con stile limpido e senza sbavature, storie e personaggi catturati in presa diretta, nel momento cruciale della loro esistenza. L’autore trentino è uno dei pochi scrittori italiani da cui il lettore è sicuro di non doversi aspettare tradimenti

Daniela Marcheschi


L’arte di creare canzoni dalle emozioni che ci dà la vita

Oltre le quinte… Intervista con Don Backy. Cantante, attore, scrittore, continua a lavorare “in silenzio”, scrivendo e componendo canzoni, lontano da mode e ideologie, con un vasto seguito di pubblico che si riconosce in lui. “Ascoltando il mio vasto repertorio - ci ha confidato - non si troverà mai una canzone banale, perché nelle oltre 500 canzoni che ho scritto in nessuna c’è lo stesso tema e tutte trattano tematiche diverse”

Mariapia Frigerio


Basquiat. Viaggio in Italia di un formidabile genio

Per Aliberti Compagnia Editoriale è disponibile dallo scorso 27 gennaio, a firma della giornalista Anna Ferri,un volume dedicato al grande mito dell’arte contemporanea. 
Si tratta della ricostruzione del soggiorno modenese di Jean-Michel Basquiat, dedicata alla ricerca del ritratto perduto di una giovane donna modenese, Rossana Sghedoni, madre dell’autrice e modella dell’artista

Corso Italia 7


Noterelle di linguistica scherzosa ma non troppo

Dire che una lingua è sessista perché ha i due generi è una incongruenza antropologica e storico-linguistica: i generi ci volevano per orientarsi nel mondo e per stabilire cosa sono donne e uomini, indipendentemente dalle società patriarcali di eventuale appartenenza

Daniela Marcheschi

L'errore di confondere populismo con demagogia

Non si fa più attenzione alle parole. Non mancano di conseguenza gli strafalcioni. Tanti, tantissimi. Si va pertanto dagli slogan al luogo comune, fino alla mistificazione. C'è un disamore della lingua che fotografa implacabilmente una classe dirigente irrispettosa

Daniela Marcheschi


Quattro poesie

Poeta, saggista e critica letteraria, le sue opere - presenti in mostre, volumi storici, antologie, plaquettes - sono tradotte in inglese, spagnolo, francese, olandese, arabo, russo, albanese, armeno e, in giapponese, da Ikuko Sagiyama

Adele Desideri


Rileggendo "La guerra dei cafoni"

È un romanzo di Carlo D’Amicis pubblicato in prima edizione da Minimum Fax nel 2008, e in seguito, nel 2017, diventato un film, diretto da Davide Barletti e Lorenzo Conte. Si racconta l’estate di un gruppo di ragazzi nel vivo della loro prima adolescenza.La storia si svolge intorno alla metà degli anni Settanta, quando prende corpo una «bellissima, eroica e inutile guerra»

Daniela Marcheschi


La città dei ragazzi feriti

RilettureUn romanzo di uno tra i più autentici narratori italiani, che quando uscì nel 2008 rimase inspiegabilmente fuori dai premi più conosciuti e pubblicizzati di quell'anno. Eppure in questo libro Eraldo Affinati ha raccontato in maniera penetrante i sentimenti cruciali che fondano l’essere umano e lo rendono compiuto in se stesso, davvero adulto

Daniela Marcheschi

Il giornalismo è finito?

"Alberto Sinigaglia, uno dei nostri giornalisti più autorevoli, e che noi ammiriamo molto per il valore del suo lavoro, il 30 dicembre 2020 ha pubblicato l'articolo Il giornalismo è finito?, che non può essere ignorato". È quanto sostiene Daniela Marcheschi, direttrice di Corso Italia 7, che rilancia...

Alberto Sinigaglia


Spazi dell’anima. Scrittura al femminile

Libri da leggere, perché... C'è una antologia che propone testi del Rinascimento internazionale a volte poco reperibili. È un volume a cura di Rossella Guberti e Luca Manini, pubblicato per i tipi de la Finestra Editrice

Daniela Marcheschi


Malacca

Termina questa settimana la pubblicazione dei cinque stralci tratti dalla nuova raccolta di racconti, Il maiale e lo sciamano, edita da La nave di Teseo e dal 3 dicembre in libreria

Roberto Barbolini


Dedicato a Sebastiano Vassalli. Dedicato a Mario Perniola

Libri da leggere, perché... La rivista napoletana con i suoi volumi monografici a cura di Alessandro Carandente, offre sempre occasioni di utili approfondimenti. Bio-bibliografia, documenti, fotografie...

Daniela Marcheschi

Iscriviti alle
newsletter

Nostalgia dell'abisso. I romanzi di Enrico Pea degli anni Trenta

È stato pubblicato da Carocci, nella collana "Lingue e letterature", un libro del professor Giona Tuccini sull'opera dello scrittore toscano. Riprendiamo la quarta di copertina

Corso Italia 7


Sono andato a letto con Vasco

Il racconto. Fate presto a dire Vasco qui e Vasco là, voi che non ci siete stati assieme, dico proprio assieme nello stesso letto. Sgranate pure gli occhi, eh; fate oh con la bocca, pensate un po’ che razza di scoop ci farebbe quel tale che scrive sul giornale. Prosegue la pubblicazione di alcuni stralci tratti dalla nuova raccolta di racconti, Il maiale e lo sciamano, edita da La nave di Teseo e dal 3 dicembre in libreria

Roberto Barbolini


Venturelli, Italy. Lo slalom lento tra le viti

“Il Signore ha visitato questa vigna”, ci ha garantito il parroco di Saliceto Panaro la prima volta che è venuto in missione pastorale qui da Venturelli, Italy. Noi abbiamo annuito alzando i calici in silenzio. Prosegue la pubblicazione di alcuni stralci tratti dalla nuova raccolta di racconti, Il maiale e lo sciamano, edita da La nave di Teseo e dal 3 dicembre in libreria

Roberto Barbolini


Orfeo. Euridice. Hermes

Libri da leggere, perché... C'è un autore di culto, Rainer Maria Rilke, nella traduzione dello psicanalista Mario Ajazzi Mancini, tra pulsione di morte e motivi orfici

Daniela Marcheschi

L'estate della cicatrice

Per La Nave di Teseo è dal 3 dicembre in libreria con una nuova raccolta di racconti, Il maiale e lo sciamano, di cui riportiamo un testo in anteprima. Un kamasutra narrativo scandito per quadri onirici

Roberto Barbolini


Quando le parole accorciano le distanze fra i popoli

Da leggere, perché... Un libro originale e unico quello di Giuseppe Ieropoli, dove, a partire dagli studi di Giovanni Semerano emerge come gli indoeuropeisti parlino di radici di parole, come se le lingue appartenessero all’ambito della botanica e non delle discipline storiche

Daniela Marcheschi


Quartetti. Ai grandi piccoli ed ai piccoli grandi

Novità in libreria. Amedeo Anelli scrive di sogni sognati, con i gatti che giocano, si aggrappano alle maniglie e ci guardano vivere come fanno anche i tigli lungo la strada. Guido Conti ne illustra i versi in un dialogo complice e divertito, con gli acquelli che sciolgono e raggrumano le forme, in una dinamica continua. Un volume di poesie che diventa un libro d’arte, in un gioco poetico tra filastrocca, filosofia e disegno

Corso Italia 7


"Il maiale e lo sciamano", i nuovi racconti di Roberto Barbolini

“Un Fellini della scrittura”, secondo Cesare Garboli. Lo scrittore ha pubblicato numerosi romanzi, saggi e raccolte di racconti. Per La Nave di Teseo è dal 3 dicembre in libreria con una nuova raccolta di testi in cui si esplora il tragicomico intreccio fra le “basse voglie” del corpo e il richiamo insopprimibile del sacro nell’epoca della sua impossibilità

Roberto Barbolini