Corso Italia 7

Rivista internazionale di Letteratura – International Journal of Literature
Diretta da Daniela Marcheschi

«Colui che crea, che fa nascere»

Ricordando Giuseppe Pontiggia / 2.  Prosegue la raccolta di testimonianze intorno alla figura del grande scrittore. Si riportano i pensieri espressi nel giugno 2008, a cinque anni dalla sua morte, e ora, che di anni ne sono trascorsi diciotto, riproponiamo per "Corso Italia 7" il ricordo di François Bouchard, dell'Università di Tours, che di Pontiggia è stato il traduttore in Francia

Corso Italia 7

«Colui che crea, che fa nascere»

«Più spesso auctor significa però colui che crea, che fa nascere,». Così finisce, con una virgola, la parte compiuta (mai parola fu meno fedele di questa) del saggio sul "Linguaggio autoritario" cui Giuseppe Pontiggia dedicò anni di lavoro.

S’interrompe mentre stava approdando alla parola «dalla trasparenza ingannevole», a metà strada tra il francese autoritaire, del 1865, e la radice indoeuropea aug.

In questo accostamento di due parole e di due mondi, si palesa l’efficacia di un percorso cognitivo assurto a poetica. E nella luminosità di queste pagine, si staglia, insieme alla figura astratta dell’autore, quella di Giuseppe Pontiggia che tuttora «crea», «fa nascere» e «accresce» il nostro mondo.

François Bouchard

Università di Tours. Traduttore di Giuseppe Pontiggia in Francia

Corso Italia 7

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter