Corso Italia 7

Rivista internazionale di Letteratura – International Journal of Literature
Diretta da Daniela Marcheschi

Fare del linguaggio uno strumento di verità

Si tratta sicuramente una delle più grandi abilità di Giuseppe Pontiggia, che va sommata al suo merito di cercare una comunicazione autentica con il lettore e di richiamarlo al senso di responsabilità nei riguardi di un linguaggio ormai privo di consistenza. Partirà proprio da questi temi l’anteprima del convegno Dal giornale al libro. La palestra della scrittura in Giuseppe Pontiggia, organizzato dal Centro internazionale di studi sulle letterature europee – Cisle. La prima sessione si terrà martedì 28 novembre presso la Biblioteca Sormani di Milano

Corso Italia 7

Una società dagli occhi chiusi

Nella sua nuova rappresentazione, À Huis Clos, Kery James mostra al pubblico una Francia ferita da una giustizia debole. Uno spettacolo forse un po' didascalico, ma che fa pensare che più che le porte ad essere chiuse siano invece i nostri occhi, concluso tra gli applausi e fischi di ammirazione da parte di un folto pubblico eterogeneo – dai giovanissimi agli adulti di ogni età – entusiasta della performance teatrale

Mariapia Frigerio


Un viaggio in paradiso

Bruno Abraham-Kremer ha sempre rappresentato in scena autori a lui affini. Ora torna al Théâtre Lucernaire di Parigi con Parle, envole-toi! Ou comment le théâtre m’a sauvé la vie, con un testo di cui è autore, attore e regista. In una storia di sofferenza e di passione, lui è tutti: dall’infermiera che cura il padre, allo stesso padre morente e, prima, giovane e impositivo, alla madre, alla professoressa. L’emozione alle stelle del pubblico è esplosa in applausi interminabili

Mariapia Frigerio


Musica e poesia: la discografia di Alessandro Alia

In un panorama musicale appiattito in cui le poche major rimaste non hanno più il coraggio della ricerca, i tre album e l'Ep del cantautore bergamasco mostrano un cammino verticale in cui note e liriche abbracciano letteratura e filosofia

Francesco Diana


Un dissidente della vita

Al Teatro Era, Giuseppe Battiston con La valigia. In viaggio con Dovlatov, in anteprima nazionale, dà vita sul palcoscenico ai personaggi indimenticabili che hanno fatto parte della vita di Sergei Dovlatov, scrittore russo da cui è stato tratto e poi adattato il testo. Lo spettacolo si articola tra presente e passato, ma cosa contiene la valigia che, quasi dimenticata, un giorno viene fuori dal suo armadio?

Mariapia Frigerio


Un dramma familiare

Agosto a Osage County di Tracy Letts racconta, per certi aspetti, quello che è la famiglia oggi. Un’opera corale, con attori – tutti – di rara bravura, in cui ognuno occupa con grande intensità il ruolo che gli è stato assegnato e incanta – per due ore e trentacinque minuti – il folto pubblico del Teatro Carignano

Mariapia Frigerio


Una partita all’ultimo sangue

Di certo una grande prova attoriale questo Boston Marriage, di David Mamet, con una delle più brave attrici italiane, Maria Paiato. Il protagonista assoluto in questa commedia è il linguaggio con il non detto, l’allusione, la stravaganza, il paradosso. Prodotto dal Centro Teatrale Bresciano e dal Teatro Biondo di Palermo, lo spettacolo ha tenuto quasi senza respiro il pubblico torinese del Gobetti

Mariapia Frigerio


I dubbi dell’amore

Come nei giorni migliori, di Diego Pleuteri, sotto la regia di Leonardo Lidi, è uno spettacolo coinvolgente in tutti i sensi e addirittura emozionante alla fine quando si apre il sipario, rimasto rigorosamente chiuso per tutto il tempo, e gli spettatori “entrano nella scena” con gli attori, riflettendosi nello specchio rimasto fino a quel momento nascosto dietro le pesanti cortine di velluto

Mariapia Frigerio


Luce, tempo e ritmo una misura per la Poesia   

Per completare l’excursus sul progetto Poiesis Poesia Musica Teatro – ricordiamo l’articolo dedicato al Presidio Poetico apparso in «Corso Italia 7» il 23 maggio, le interviste agli attori Lorena Nocera e Luciano Pagetti, pubblicate rispettivamente l’8 maggio e il 5 giugno, e l’intervista ai musicisti coinvolti pubblicata il 17 luglio –, abbiamo rivolto alcune domande al presidente del Presidio Poetico, Gianluigi Lisetti, sull’utilizzo delle luci di scena, componente certamente non secondaria in una buona rappresentazione

Giovanni T. Sillari


Iscriviti alle
newsletter

Luciano Pagetti, una vita col teatro

Dopo l’intervista di Alessio Riva a Lorena Nocera, pubblicata l’8 maggio 2023, e l’articolo dedicato al Presidio Poetico apparso il 23 maggio 2023, prosegue la ricognizione sull’originale rassegna di Poesia e Musica a Teatro - andata in scena tra febbraio e aprile di questo anno -, con un’intervista all’attore e regista lodigiano Luciano Pagetti, cui abbiamo rivolto alcune domande

Giovanni T. Sillari


Parlare di una grande fotografa per parlare di donne

Ruth Orkin. Una nuova scoperta è una vasta antologica della grande fotoreporter americana in cui si possono ammirare più di centocinquanta foto. Abbandonato il sogno di essere una regista, si serve della fotografia non potendo seguire il suo vero desiderio per questione di tempi e di mentalità. Elegante e raffinata, ma anche profonda e coinvolgente, crea con le sue foto un linguaggio innovativo in grado di andare oltre la fissità dell’immagine

Mariapia Frigerio


Il viaggio della Pace

Il viaggio di Irene è il percorso impervio e accidentato che la Pace con i suoi contenuti di promessa e di illusione, affronta, accompagnando la vicenda dell'uomo. È un’opera agile, ma intensa, che David Fiesoli, scrittore, saggista e ricercatore Cisesg, ha recentemente pubblicato. Un tema che, nel sessantesimo anno dall’uscita della enciclipa di Giovanni XXIII Pacem in terris, 11 aprile 1963, e nell'attuale sònito di mille voci, il 24 febbraio 2022 scoppiava la guerra russo-ucraina, l'autore sfronda da puntuali riferimenti storici e politici, per affrontarlo in chiave esclusivamente culturale

Piero Ceccatelli


Un nuovo progetto di teatro sperimentale: Poiesis – Poesia e Musica a Teatro

Nata dall’Associazione lodigiana Presidio Poetico, l’iniziativa consiste in una sperimentazione teatrale innovativa fra poesia, teatro, musica, realizzata nel Teatro Nebiolo di Tavazzano. Una forma teatrale di ricerca a partire dalle risonanze e dalla ricchezza significante della parola poetica, da quel “dire ad alta voce”, dunque per tutti e davanti a tutti, che è connaturato, etimologicamente, al termine canto/cantare, cioè alla poesia in quanto tale

Giovanni T. Sillari


Un diavolo di donna o una donna diavolo?

Galleria Teatrale. Lulu Raczka, classe 1991, nella sua nuova commedia Women, beware the devil mette in scena sesso, violenza e magia nera. Con la regia di Rupert Goold, lo spettacolo fa riflettere sul concetto di bontà, sulle richieste impossibili poste alle donne e sull'assurdità degli uomini, sull’ambizione e sulla natura del male

Mariapia Frigerio