Libri

La gita d'Ognisanti. Cronache dell'Italia del 1975. Romanzo di idee

Tra i più originali pensatori contemporanei in Italia, in questo romanzo di idee il filosofo Sossio Giametta, attraverso la narrazione di vicende umane e le discussioni dei personaggi, svolge con radicalità una polemica contro l’inquinamento ideologico, specie quello marxistico, che in Italia raggiunse il culmine nel 1975. Oltre che di comunismo, vi si parla di fascismo, di Nord e Sud, della pena di morte, di Nietzsche, Omero, Pasolini (ucciso nel giorno di Ognissanti 1975), di scrittori e pubblicisti di oggi (ieri) e di qualche VIP.


L'angoscia pandemica. Le parole della cura

Nell’epoca più tecnologicamente avanzata e scientificamente assistita, la nostra generazione si trova per la prima volta a fare i conti con la sopravvivenza biologica. L’irruzione del Covid-19 ha determinato una frattura profonda. Il biochimico Massimo Cocchi e il filosofo Fabio Gabrielli attraverso la loro analisi offrono parole terapeutiche che fungano non da  soluzione conclusiva ed esaustiva, ma da pista di ricerca e fecondo confronto per quanti non si rassegnano al carattere intimidatorio e apparentemente immodificabile del mondo.


La valigia dei ricordi. Racconti scientifici e d'amore

Davanti al jukebox ho riletto i passi di un’adolescenza vissuta in modeste risorse economiche ma con il riferimento di persone eccezionali, forti e di grande dignità. Ho rivisto i passaggi, allora impensabili e improbabili, che mi hanno portato all’emozione del lavoro con l’Istituto Atomico di Vienna. Ho riflettuto sulle implicazioni sentimentali di una vita vissuta di corsa, di una vita colpevole di assenze, frequenti e prolungate, dagli affetti, e se oggi non avessi gioito di quel lavoro scientifico, mi sarebbe crollato addosso il peso delle molte responsabilità disattese.


Breve dialogo sulla natura e sull'uomo. Tra filosofia e scienza

C’è scienza dove c’è errore, c’è filosofia dove c’è dialettica, c’è vita dove c’è custodia, c’è spirito dove c’è carne.

Tutto sull'olio

Pensavamo di conoscere ogni particolare dell’olio ricavato dalle olive, ma non è così. Noi consumiamo l’olio extra vergine di oliva più per abitudine che per una piena consapevolezza.Da qui l’esigenza e l’utilità di questo breve manuale, scritto in un linguaggio chiaro e alla portata di tutti, sciogliendo ogni possibile dubbio e ricorrendo a esempi concreti ed espliciti. Firmato da un oleologo che è anche assaggiatore professionista e imprenditore nel campo oleario, pagina dopo pagina Francesco Caricato ci conduce per mano spiegandoci come si produce e cos’è l’olio, come lo si assaggia raccontando le differenze tra gli extra vergini ottenuti nei vari territori e dalle tante cultivar, e procedendo nell’approccio attraverso i molteplici impieghi e abbinamenti possibili – a tavola e in cucina, a crudo come in cottura – fino ad affrontare ogni olio che si presenta ai nostri sensi, di qualsiasi provenienza esso sia, con la necessaria dimestichezza e il piacere di saperne ogni volta di più.

Francesco CaricatoNato nel 1971 a San Pietro in Lama, alle porte di Lecce, nel Salento, a sud della Puglia, è fondatore e direttore del centro culturale Casa dell’Olivo. Oleologo e assaggiatore professionista di oli da olive, collabora con le riviste Olio Officina Magazine e Oliocentrico.È titolare di Caricato Factory, una azienda agricola con vigne, olivi e frantoio.

Progettazione grafica: Cristina Menotti, Fabio Berrettini


Tu sei per me come questa luna piena

È una poesia in cui l’amore è al centro di tutto. È l’alfa e l’omega. E non c’è verso - nel libro d’esordio di Bernardo Campagna - in cui l’amore non domini incontrastato la scena, muovendosi sempre su più piani d’azione, in un dentro e un fuori, tra presenzae assenza, tra sentimenti di vuoto e pienezza. I versi- sciolti e liberi nella forma - sono spudoratamente sinceri e si alternano di continuo a prose liriche, che richiamano ogni volta invocazioni d’amore che hanno in sé il carattere dell’urgenza e della perentorietà, susseguendosi a ritmi perennemente serrati e incalzanti. Gli elementi della natura - mare, onda, spiaggia, sabbia, vento, cielo, sole, luna - sono il teatro fisico delle emozioni, e tutto, in ogni verso e rigo, si trasforma in un canto ripetuto e insistente, che esprime un anelito assiduo e ininterrotto in cuisi celebra - in ogni momento, in ogni luogo, in ogni contesto - la persona tanto desiderata e tanto amata, nella paura del distacco e della privazione.

Bernardo CampagnaNato a Taranto, dove tuttora soggiorna. Per lavoro è spesso in viaggio in ogni angolo del mondo.Tu sei per me come questa luna piena è il suo esordio da poeta.

Progettazione grafica: Cristina Menotti, Fabio Berrettini

Illustrazione di copertina e illustrazioni interne: Nebula, 2019


I paradossi di Don Milani

Don Lorenzo Milani è stato un personaggio per alcuni scomodo e sgradito, quanto per altri determinantee tenace, in grado di infondere sicurezze e garantire risultati a vantaggio dei più deboli, senza sottrarre nulla a nessuno.

A partire dalla sua personale esperienza, la vita di don Lorenzo Milani - con il suo insegnamento fondato in via esclusiva sull’approccio concreto e diretto - è stata come un lampo di luce che ha attraversato il Novecento rivoluzionando il modo di educare e di formare le persone.Pur non avendo la strada spianata, ha raggiunto traguardi sorprendenti e inattesi, che si possono considerare storici. Avversato in continuazione per il suo pensiero spiazzante e per essere stato decisa- mente fuori dagli schemi, ha attratto a sé le menti più illuminate del suo tempo, tanto che oggi, a distanza di cinquant’anni dalla morte, ogni sua parola è diventata un punto fermo.Proprio per questo gli autori del libro - dal titolo alquanto eloquente: I paradossi di don Milani - sono partiti dai suoi testi, affidandosi espressamente alle sue acutezze linguistiche e a visioni filosofiche, pedagogiche e teologiche ritenute tuttora attuali. Nella consapevolezza che non sia sempre facile comprendere la ricchezza dei contenuti e la profondità dei messaggi, come pure del suo stesso linguaggio, gli autori hanno proposto una minima chiave di lettura allo scopo di fornire elementi utili per la comprensione di alcune pagine e di certe sue conclusioni che necessitano di un minimo di contestualizzazione in modo da giungere a una loro corretta interpretazione e a nuove applicazioni sul campo.

Progettazione grafica: Cristina Menotti, Fabio Berrettini

Illustrazione di copertina: Doriano Strologo


Quale bellezza salverà il mondo

L’idiota di Fëdor Dostoevskij e la grammatica dell’amore

L’umanità può vivere senza la scienza, può vivere senza pane, ma non senza la bellezza. Non potrebbe più vivere perché non ci sarebbe più nulla da fare al mondo. Tutto il segreto è qui. Tutta la storia è qui. Ma qual è la bellezza che salverà il mondo?Il tema della bellezza non è tra i più facili da approfondire ed esaminare. Quella vera non sarebbe nemmeno da ricercare in ciò che appare più evidente. Dostoevskij nelle sue opere la individua in tutte le sue manifestazioni, dalla natura alla bellezza dell’arte, ma la sola bellezza che può salvare il mondo, quella autentica, per lui è da ricercare altrove. In questa ricerca di un senso profondo da assegnare alla vita, Dostoevskij si pone su un altro piano, del tutto originale e spiazzante. Così, attraverso le pagine di un capolavoro letterario come L’idiota, si scopre e si comprende la vera essenza del bello, in grado di sradicare e trascendere il quieto vivere dell’uomo di ogni tempo.

Progettazione grafica: Cristina Menotti, Fabio Berrettini

Illustrazione di copertina: Doriano Strologo

Cyber Propaganda

Oggi siamo di fronte a un nuovo processo di alfabetizzazione, l’unico in grado di rendere il cittadino consapevole e protagonista di un afflusso comunicativo e informativo tanto ampio da permettergli di essere anche protagonista in senso pluridirezionale.


L’assaggio delle olive da tavola

Tutti consumano olive da tavola, di ogni tipo e colore, ma pochi conoscono il modo di degustarle e valutarne la qualità sensoriale. Così come per l’olio extra vergine di oliva, anche per le olive in salamoia esistono metodiche di assaggio specifiche da tenere in debita considerazione.


Capricci napoletani

I Capricci napoletani sprizzano una naturalezza quasi stendhaliana, ne hanno lo stesso beau désordre; li si legge rapiti, felici, leggermente attoniti, sorpresi d’incontrare fulminanti aforismi inframmezzati a ricordi e gags.


L'olio spiegato alle mie figlie

L'olio spiegato alle mie figlie, dell’oleologo Lorenzo Cerretani, è un libro dal titolo molto ambizioso. Seppure si tratti di una spremuta di olive, pur nella sua apparente immediatezza l’olio extra vergine di oliva non è così semplice da raccontare.

I sensi e la lingua dell'olio

Cosa distingue il semplice consumo dell’olio da olive da una scelta consapevole guidata dalla capacità di degustarlo? Quali sono i sensi che ci permettono di riconoscerlo, di sceglierlo e di apprezzarlo?


Libero olio in libero Stato

L’olio è l’alimento più politico che esista in Italia. Prima ancora che a tavola, viene servito in Parlamento, quale merce di scambio. Così, da quando il settore olivicolo e oleario è stato generosamente foraggiato senza una progettualità, a partire dalla seconda metà degli anni ’60 è iniziato un progressivo declino che non lascia alcuna speranza di ripresa e rilancio.


An Olive Oil Family

110 years of an olive oil business in Liguria as told from different perspectivesThe history of a family, an Italian story. An olive oil family: the Santagatas, from Liguria to the world. Expanding abroad was a successful intuition, a brave and strategic choice rewarding the pioneer companies while enhancing their brand value, as proven by the olive oil international trades’ history. In this unique and in many ways unrepeatable period grew the experience of the Santagata family, that established its business at the start of the past century.After 110 years, Santagata 1907 Spa is today a solid and healthy enterprise, still fully owned by the same family.


Una famiglia per l’olio

I 110 anni di una storica impresa olearia in un racconto a più vociUna storia di famiglia, una storia tutta italiana. Una famiglia per l’olio: i Santagata, dalla Liguria nel mondo.È stata una intuizione vincente, quella di aprirsi all’universo mondo, una scelta coraggiosa ma non temeraria, che ha premiato le aziende più all’avanguardia, rendendole tutte, di lì a poco, di alto valore storico, come d’altra parte ha opportunamente dimostrato la stessa storiografia relativa ai commerci mondiali degli oli da olive. L’esperienza aziendale della famiglia Santagata, che ha compiuto i primi passi proprio nella prima metà del secolo scorso, si iscrive idealmente in questa stagione unica e per molti versi forse irripetibile.

Morire non è una festa

Oltre il conflitto tra vita e morte

La vita, la morte. C’è una labile linea di confine che incute un grande sentimento di paura e soggezione. Molti i libri che affrontano la questione da varie angolazioni, offrendo differenti chiavi di lettura. Questo volume tuttavia è qualcosa d'altro rispetto ai molti testi finora pubblicati. Non è un trattato di taglio filosofico, psicologico o teologico, ma un viaggio esplorativo in cui si ricostruiscono pezzo a pezzo le varie porzioni di verità, senza trascurare nulla, nemmeno quanto è emerso dal cinema, con Il settimo sigillo di Ingmar Bergman. L’autore, un teologo dallo sguardo inconsueto sulla realtà, nel tentativo di fornirci una serie di risposte chiare e semplici, parte da una affermazione provocatoria che Friedrich Nietzsche riportò in Così parlò Zarathustra: "Per tutti, morire è una cosa importante: ma la morte non è ancora una festa”.

Copertina: "Cavallo”, 1981, tecnica mista su legno sagomato, opera dell’artista Francesco Sannicandro.

Progettazione grafica: Cristina Menotti, Fabio Berrettini.


Una vacanza attiva

L’involontaria educazione alla vacanza di un uomo proveniente da un ambiente provinciale, in cui fare vacanze non esisteva quando era giovane, se non per i pochissimi ricchi del paese


È l'olio, bellezza

L’olio ricavato dalle olive può essere annoverato tra le cose più belle della vita. Come la poesia. Ha certamente colto nel segno chi, comparando l’olio alla poesia, ha polemizzato con certa tendenza della narrativa contemporanea, che «si è snaturata e riprende più il cinema che non i movimenti classici della letteratura», mentre la poesia, per sua natura, «deve essere selettiva al massimo» e «come l’olio conserva una certa integrità e nobiltà» e ha «questa trasparenza e levità».


La gravidanza della terra

ANTOLOGIA DI POESIA RURALE

La Gravidanza della Terra è una antologia di poesie inedite allestita con l’intento di riportare l’attenzione dei poeti italiani ed europei sulla campagna.Il lettore troverà versi di autori italiani, croati, francesi, portoghesi, rumeni, svedesi e svizzeri.Daniela Marcheschi, la curatrice del volume, ha invitato quarantatre autori con la dichiarata intenzione di fare i conti con ciò che nel Ventunesimo secolo può essere, e significare, la vita rurale.

Iscriviti alle
newsletter

Il volto umano dell'olio

L'uomo è mondo e crea mondo. È frutto della Natura e la regima, è costruito dalla Natura e la costruisce, perché in questo sta la sua essenza antropologica.La cura dell'olivo – il passaggio dall’olivo selvatico all’olivo coltivato - e la produzione dell'olio, sono forse l'esempio degli esempi di tali intersecazioni complesse, che hanno contribuito in maniera determinante allo sviluppo della società umana.


L'uomo senza etichetta

Un talento naturale nel fiutare gli odori. Un naso sorprendente. Nella rocambolesca scoperta di una vocazione umana e professionale che non si aspettava minimamente di avere, Giacomo Botter si imbatte in una intensa e complessa storia d’amore, improvvisa e inattesa.


Succo di olive

Tutto quello che serve sapere per affrontare il tema dell’olivo e dell’olio con un approccio tra il divulgativo e lo scientifico. I curatori e coautori del volume Giovanni Lercker, Luigi Caricato, Stefano Cerni e Lorenzo Cerretani avvalendosi anche dell’apporto di altre professionalità, affrontano nel giusto modo un sapere antico quanto attuale, che si nutre costantemente di apporti nuovi, sempre in linea con i tempi, segno di un prodotto, qual è l’olio da olive, continuamente oggetto di studio e innovazione.