Gotha Alimentare

Flavio Lenardon

Flavio Lenardon

Selezionatore di materie prime alimentari di eccellenza, si è imposto sulla scena pubblica fondando il movimento culturale TreeDream, di cui è presidente, e con il quale si propone di salvare l’olivicoltura estrema d’alta quota italiana. Ha ha ideato un bicchiere da degustazione olio in terracotta, Premio “Forme dell’Olio” 2020

Olio Officina

Flavio Lenardon [Spilimbergo (Pordenone), 30 novembre 1965], presidente del movimento culturale TreeDream, è un selezionatore di materie prime alimentari di eccellenza

 

Impegnato sul fronte della valorizzazione dell’olivicoltura ligure e di alta quota, nel 2009 ha fondato, insieme con l’ingegner Giuseppe Stagnitto, il movimento culturale TreeDream, di cui è presidente. Con tale associazione si propone di salvare l’olivicoltura d’alta quota italiana. Con il contributo degli aderenti ai principi del movimento, ha dato vita a un progetto di riqualificazione e rinascita, anche mediante la realizzazione del Taggialto®, frutto della collaborazione con gli olivicoltori e i piccoli frantoiani liguri. Ilprodotto è dal 2013 presente sugli scaffali di Peck a Milano, nel tempio dell’enogastronomia nazionale e internazionale.

Nel 2016 e nel 2017 ha presentato pubblicamente il Taggialto® proprio da Peck, portando nel centro di Milano il problema dell’olivicoltura estrema d’alta quota.  Zeno22, di Tiziana Verga, si occupa della vendita dei prodotti.

Sin dal 2012 il movimento TreeDream è presente a Olio Officina Festival per portare testimonianza dell’impegno sociale che porta avanti con tavole rotonde e conferenze, anche in incontri presso i Lions Club Italia.

Nel 2017 nell’ambito di Olio Officina Festival sono stati premiati, grazie a TreeDream, sette olivicoltori, conferiti del titolo di Eroi dell’olivicoltura estrema d’alta quota.

Sempre in qualità di presidente di Treedream, Flavio Lenardon ha scritto la presentazione dell’opera, È l’olio, bellezza.Viaggio letterario nella cultura dell’olivo, di Giorgio Barbaria, pubblicato per le edizioni Olio Officina.

Flavio Lenardon ha realizzato diverse sculture in legno d’olivo, con installazioni mobili presso la Cattedrale di Bobbio e la cattedrale di Luxeuil Les Bains, facenti parte del Progetto Peregrinus dell'Associazione Culturale Green Butterfly, mostra curata da Manuela Bertoncini.

Tra le altre sculture in esposizione, si segnala la collezione  itinerante “Clessidra”, sempre in legno d'olivo, nonché vetro acqua e cristalli di quarzo.

Lenardon, inoltre, ha ideato un bicchiere da degustazione olio, prodotto da Terracotte Benegiamo, con il quale ha vinto il premio speciale “Le forme dell’olio 2020”, nella sezione oggettistica e manufatti.

  

Formazione

Dopo aver conseguito nel 1983 il diploma di alberghiero presso l'Istituto Europa di Marina di Aurisina, in provincia di Trieste, nel 1991 ha conseguito anche il diploma di perito aziendale corrispondente in lingue estere presso l'Istituto tecnico commerciale Paolo Sarpi di San Vito al Tagliamento, in provincia di Pordenone.

 

Attività lavorativa

Dal gennaio 2018 si occupa, in qualità di procacciatore di affari, del reperimento di clientela per numerose aziende del settore dolciario e vitivinicolo, aziende leader di settore di competenza; in qualità di collaboratore esterno, dell'analisi dei costi e della formazione dei costi per varie aziende del settore ceramico, distretto casa, della Puglia.

In parallelo, segue anche la cura di Zeno22, enoteca di famiglia ad Albenga, dove svolge ricerca e selezione di prodotti agroalimentari.  

In precedenza, dal 1995 al 2016, attraverso la società Puntochef ha gestito il punto vendita Liguria Doc, negozio di prodotti regionali, specialità gastronomiche, enoteca internazionale e caffetteria, presso l'area di servizio Ceriale Sud.

Dal 1991 al 1995 ha svolto attività di vice direttore della struttura autostradale RistorAgip di Ceriale sud, con compiti di controllo e collaborazione presso le varie strutture RistorAgip del nord Italia gestite dal gruppo.

Dal 1979 al 1991 è stato chef de rang, chef d’etage, secondo di bar e receptionist presso primari alberghi della riviera adriatica del nord, gli ultimi due impieghi con mansione di barman e maitre d’hotel.

Nel 1991 è stato operatore di cantina presso l’azienda agricola Pitars – Cantina Pittaro di San Martino al Tagliamento.

 

Collaborazioni editoriali

Dal 2005 al 2007 ha curato una rubrica su vino enogastronomia e complementari per Il Ponente, quindicinale di informazione della riviera ligure di ponente.

Dal 1999 al 2009 ha collaborato alla guida Gantiè, su ristoranti produttori e negozi di prodotti regionali, pubblicata in Francia e diffusa anche nel nord ovest d’Italia, recensendo ristoranti e locali della zona ovest della liguria di ponente.

 

Altre attività

Nel 2004 ha tenuto uno stage formativo per personale di negozio indirizzato all’apprendimento di tecniche espositive e tecniche di vendita al minuto, commissionato dalla ditta Noberasco di Albenga.

Ha inoltre organizzato e condotto manifestazioni per la promozione dei prodotti tipici liguri, in Italia e all’estero, con il coinvolgimento di primarie aziende del settore agroalimentare della Liguria di Ponente.

Dal 2002 al 2003 ho realizzato “Vue du vin”, percorso filosofico/fotografico su vino, occhiali e terroir, che successivamente ha dato vita ad una “esposizione degustativa” con la presentazione dei quadri fotografici.

“Vue du vin” è stata realizzata con l’analisi e lo studio dei principali vini italiani, conosciuti ed esportati in tutto il mondo, della collezione “Lunettes, mise a jour optique – Septembre 2002” di Alain Mikli, e del territorio rurale.

  

Attività sportive

Dal 2009 ricopre l’incarico di allenatore federale di atletica leggera presso le società sportive Arcobaleno Savona, Nuova Atletica 92 e Atletica San Giorgio Ceriale, settore giovanile e assoluto.

 

Collegamenti esterni

 TreeDream: www.treedream.it

 Taggialto: www.taggialto.it

 Peck: www.peck.it

 Zeno 22: www.zeno22.it

Iscriviti alle
newsletter