Gotha Alimentare

Paolo Amirante

Paolo Amirante

Responsabile della Fao del centro di coordinamento nell’ambito della Rete di ricerca in olivicoltura, ha progettato molteplici impianti per Paesi quali Spagna, Francia e Grecia. Autore di numerose pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali sulle energie rinnovabili, è stato socio fondatore dell’Alfa Laval Olive Oil Club

Olio Officina

Paolo Amirante [1937 - 2022] è stato ingegnere meccanico e docente universitario.

Si è laureato a Napoli in ingegneria meccanica nell’anno accademico 1962-63 con il massimo dei voti e la lode, conseguendo un premio di laurea, per il quale ha svolto la sua prima attività professionale nello stabilimento Olivetti di Pozzuoli, progettando cinematismi e stampi per calcolatrici meccaniche.

Dal 1965 è stato assistente e quindi aiuto alla Cattedra di Meccanica Agraria della Facoltà di Agraria dell'Università di Bari e poi dal 1975 professore ordinario di Macchine e Impianti di Industrie Agroalimentari nell'Università di Bari, svolgendo le mansioni dal 1978 al 1987 di Direttore dell'Istituto di Meccanica Agraria e dal 2001 al 2007 di Direttore del Dipartimento di Progettazione e Gestione dei Sistemi Agro-Zootecnici e Forestali dell’Università di Bari.

In tali sedi ha anche ha svolto corsi di insegnamento nella Facoltà di Ingegneria e ha coordinato un Master di II livello, intitolato “Manager della filiera viti-vinicola nel distretto agroalimentare dell’area Jonico-salentina”, per tali attività ha ottenuto numerosi riconoscimenti tecno-scientifici a livello nazionale ed internazionale.

Ha anche svolto attività di ricerca in collaborazione con l’Università di Palermo per la meccanizzazione dell’agricoltura delle isole minori siciliane fra cui l’isola di Pantelleria e con l’Università di Bologna con ricerche svolte anche all’Estero in Romania in collaborazione con l’Università di Cluj-Napoka.

Numerosi sono stati i progetti di impianti agro- alimentari e la messa a punto di impianti per la produzione di energia rinnovabile con pannelli solari ed impianti per il compostaggio delle biomasse ed impianti frigoriferi con fluidi naturali.

Ha coordinato dal 1983 ad 1993 il Comitato Scientifico dell'Associazione tra Produttori Olivicoli della Provincia di Lecce, svolgendo attività di progettazione di impianti di trattamento e compostaggio di reflui oleari ed è stato responsabile della Fao del Centro di coordinamento nell'ambito della Rete di ricerca in olivicoltura, progettando numerosi impianti per i Paesi del Bacino mediterraneo fra cui la Spagna, la Francia, la Grecia, la Turchia ed i Paesi balcanici e dell’Africa settentrionale.

La sua formazione scientifica gli ha consentito di collaborare per la progettazione di macchine ed impianti dell’industria alimentare nel settore oleario per l’Alfa Laval in Italia e all’estero, ricevendo nel 2008 a Pantelleria un premio per venticinque anni di collaborazione nello sviluppo di soluzioni tecnologiche innovative, in quello enologico per la Siprem di Pesaro e per la società Fracchiolla di Adelfia e nell’industria di macellazione con l’Arena di Verona, per tale ultima attività è stato nel consiglio di amministrazione dello stabilimento di Bojano con un indotto di circa 1500 operatori che produceva e distribuiva elaborati della carne per tutta l’Italia meridionale.

Ha eseguito, inoltre, interventi di stima, progettazione e collaudo di impianti di distillazione per la produzione di Mcr (Mosto Concentrato Rettificato) e per la produzione della birra in stabilimenti industriali e in microbirrifici, con annesse sale di ristorazione, in Italia, in Spagna, in California e in Giappone.

Ha, inoltre, eseguito progettazione, direzione dei lavori e collaudi per l’utilizzo delle energie rinnovabili con impianti connessi agli aspetti interdisciplinari dell’uso di fluidi frigoriferi naturali e di pannelli solari e di celle fotovoltaiche nell’ambito dei processi agricoli ed agroindustriali e di edilizia rurale ed agro-industriale e collaudi per numerose strutture dell’Università di Bari e cioè: Palazzo Ateneo, Facoltà di Giurisprudenza, Facoltà di Economia e Commercio, impianti del Cus (piscine) e del Campus (villa La Rocca, villa Sbisà, Facoltà di Agraria ed Istituto di Matematica).

Paolo Amirante è stato socio ordinario dell’Accademia dei Georgofili, dell’Accademia Nazionale dell’Agricoltura e dell’Associazione di Ingegneria Agraria, per la quale è stato presidente della Sezione di Macchine e Impianti Agroalimentari per due quadrienni e componente per un quadriennio del consiglio direttivo ed infine socio onorario a partire dall’anno 2011, inoltre ha pubblicato trecentoventi note scientifiche su riviste nazionali ed internazionali ed ha partecipato e organizzato numerosi congressi nazionali e internazionali.

Dall’anno 2010, dopo il pensionamento, si è dedicato alla pubblicazione di testi scientifici sul sito Internet personale ResearchGate, fra cui i libri di meccanica agraria e macchine ed impianti di industrie alimentari.

Inoltre, ha pubblicato on line sullo stesso sito oltre trecento note scientifiche sulla meccanizzazione dei prodotti agricoli e numerose pubblicazioni su riviste nazionali ed internazionali sulle energie rinnovabili, sui fluidi frigoriferi naturali e sulla motorizzazione elettrica delle macchine agricole.

Attività svolte

- Laureato in Ingegneria nell'Anno Accademico 1961-62 con 110/110 e lode;

- Dal 16 novembre 1963 al 1965 assistente incaricato di Meccanica Agraria della Facoltà di Agraria dell'Università di Bari;

- Dal 1965 al 1975 assistente ordinario e quindi aiuto di Meccanica Agraria della Facoltà di Agraria dell'Università di Bari;

- Nel 1969 consegue la Libera Docenza in Meccanica Agraria;

- Dal 1972 al 1975 professore stabilizzato presso il Politecnico di Bari;

- Dal 1° novembre 1975 al 31 ottobre 2010 Professore straordinario e dal 1978 Professore ordinario di Macchine e Impianti di Industrie Agroalimentari nell'Università di Bari;

- Dal 1978 al 1987 Direttore dell'Istituto di Meccanica Agraria dell'Università di Bari;

- Dal 1999 al 2005 Direttore del Dipartimento Progesa;

- Coordinatore del Master di II livello in Manager della filiera vitivinicola a Manduria (2007-08);

- Professore incaricato o supplente negli anni dal 1965 al 2010 degli insegnamenti di Matematica, Fisica, Macchine per l'Agricoltura e i Cantieri, Meccanica Agraria, Meccanizzazione degli Impianti Zootecnici, Macchine e Impianti di Industrie Agroalimentari nelle Università di Bari, del Molise e della Tuscia (Viterbo);

- Dal 1983 al 1991 responsabile della Fao del Centro di coordinamento per l'utilizzazione dei sottoprodotti dell'olivo nell'ambito della rete di ricerca in olivicoltura;

- Presidente della VI Sezione (Macchine e Impianti Agroalimentari) dell'Associazione Italiana di Ingegneria Agraria (Aiia) per due trienni, vicepresidente dell’aiia per un triennio e quindi consigliere, socio onorario ed infine presidente onorario;

Attività per il territorio

- Membro del Consiglio Direttivo della VI Sezione della Commission International du Genie Rural (Cigr) per due trienni;

- Accademico dell'Accademia Nazionale dell'Olivo di Spoleto, dell’Accademia dei Georgofili di Firenze, dell’Accademia Nazionale di Agricoltura di Bologna e dell’Accademia delle Scienze dell’Università di Bari;

- Consigliere della Sezione del Sud-Est della Accademia dei Georgofili;

- Coordinatore, dal 1987 al 2002, del Comitato Scientifico dell'Associazione tra Produttori Olivicoli della Provincia di Lecce (Aprol);

- Organizzatore della Consultazione della Rete di ricerca cooperativa europea per l'olivicoltura tenutasi a Lecce il 27-30 settembre 1983 e di numerosi congressi nazionali ed internazionali;

- Presidente, per il triennio 1990/93, della Società di Ingegneria Molise Engineering del gruppo Arena a Bojano (Campobasso);

- Consulente per la Regione Puglia per l'organizzazione dello stabilimento per la produzione della birra Prinz-Brau di Bitonto;

- Consulente dell'Ente di Sviluppo Agricolo di Puglia per numerosi progetti di ricerca inerenti le industrie agroalimentari;

- Consulente per l'Ente di sviluppo agricolo della Basilicata per la utilizzazione di impianti per la produzione di salumi;

- Consulente dell'Ente Regionale di Sviluppo Agricolo del Molise per impianti di depurazione delle industrie olearie;

- Componente del Consiglio scientifico del Centro Esave della Università di Bologna (1986);

- Socio fondatore dell’Alfa Laval Olive Oil Club (2006);

-Corso di formazione sull’agroindustria nel Cilento (1979) ; -Responsabile per la Fao della Sub - rete di ricerca sull’olivo (1983 -1991);

-Presidente della Sezione dell’aiia (1983 -1989);

-Componente del Consiglio scientifico dell’Esave (Faenza) (1986 - 1989);

-Vicepresidente dell’Associazione Italiana di Ingegneria Agraria (1990 - 1993);

-Menzione ricevuta dall’Aprol di Lecce per l’attività svolta come consulente nel ventennale 1978-1998;

-Responsabile del Corso di formazione in olivicoltura innovativo e sostenibile Wwf-Adapt nel Cilento (1998);

- Componente del Consiglio di Amministrazione della Società Agricola Molisana Sam di Bojano (1987-1993);

- Presidente, per il triennio della Società di Ingegneria Sam "Molise Engineering" di Bojano (Campobasso) (1990-1993);

- Consulente del progetto di ricerca sul miglioramento della Olivicoltura e viticoltura pantesca (2004-2008);

-Coordinatore del Master di II livello dell’Università di Bari a Manduria in olivicoltura e viticoltura (2006);

-Socio fondatore dell’Alfa Laval Olive Oil Club (2006);

-Socio onorario dell’aiia per il prestigio acquisito nell'ambito delle discipline attinenti all’Ingegneria Agraria (2010); -Premio alla carriera didattica e scientifica (2010).

Iscriviti alle
newsletter