Codice Oleario

Nuovi scenari e nuove avversità per l’olivo in Liguria

Come stanno reagendo le coltivazioni in un contesto climatico così diverso da quello degli anni scorsi? La revoca del dimetoato ha causato una crepa profonda. L’impiego dei nuovi prodotti per la cura delle piante è davvero efficace? Si hanno a disposizione: al massimo 15 principi attivi, tra fungicidi e insetticidi. Con queste scarsissime molecole si deve gestire la situazione anomala in cui versa oggi l’olivicoltura. L’analisi dettagliata dell’agronomo Pasquale Restuccia

Olio Officina

Introdotta in Spagna la nuova norma di qualità per gli oli da olive

La nuova direttiva implica l’obbligo di registrazione dei movimenti del prodotto e la presenza di un rapporto di analisi che garantisca la categoria dichiarata. Molti sono però i dubbi. Gli operatori del settore si confrontano con una realtà totalmente nuova, che inciderà sulle scelte produttive. Alla luce di questi fatti, il Ministero dell’agricoltura si è messo a disposizione per risolvere le incertezze, pubblicando un documento specifico

Olio Officina


Cerchiamo frantoiane e frantoiani che amino il bello

Olio Officina lancia il contest "Il frantoio più bello", attraverso il quale individuare e premiare i frantoi che coltivano la bellezza. Si tratta di un concorso rivolto a quanti decidono di investire non solo in macchinari e attrezzature, puntando sulla qualità delle loro produzioni, ma anche in soluzioni architettoniche e d’arredo, che esprimano una qualità estetica e funzionale al fine di mettere in luce l’etica della bellezza, nel pieno rispetto di se stessi, dei lavoratori e dell’ambiente

Olio Officina


È un frantoio da visitare quello di Olio Roi

Viaggio a Badalucco, in Valle Argentina, da Franco e Paolo Boeri, quarta e quinta generazione di una storica famiglia di oleari che nel piccolo borgo della provincia di Imperia si sono sempre occupati di trasformare il frutto dell’olivo nel pregiato succo che porta il nome Roi, che non è il loro secondo cognome, ma il soprannome utilizzato per distinguersi da altre famiglie dal cognome Boeri

Olio Officina


Avete curiosità di sfogliare e leggere Il Grande Libro dell’Olio?

È un'opera pregevole, non perché siamo stati noi a pubblicarla, come edizioni Olio Officina, ma in quanto si tratta di un corposo volume ricco di tante immagini, con mappe sensoriali e geografiche, infografiche, schemi riassuntivi essenziali, e nel complesso poco testo, proprio perché si tratta del pirmo e unico libro visual dedicato agli oli da olive, con un'ampia sezione dedicata ai migliori oli del mondo slezionati dal Milan International Olive Oil Award

Olio Officina


Le olive da tavola Nocellara del Belice e Termite di Bitetto

Proseguono gli appuntamenti con la formazione del Progetto Alive, con un ciclo di webinar dedicato a un comparto che in Italia ha grande necessità di migliorare le proprie performance. L'iniziativa del Crea ha l'obiettivo di introdurre innovazioni di processo e di prodotto in modo da ottenere impeccabili caratteristiche di qualità e tipicità dei prodotti territoriali

Olio Officina


Iscriviti alle
newsletter

Rivoluzione Taggiasca. Produrre e commercializzare l’oliva in salamoia con soluzioni innovative

Niente microrganismi indesiderati, responsabili di gravi alterazioni fisiche e sensoriali e dannosi per la salute del consumatore, nelle olive da tavola. Sono stati presentati i primi risultati delle sperimentazioni del progetto Csot, il cui obiettivo è determinare nuove tecniche nella deamarizzazione delle olive. I riscontri, dopo il primo anno di ricerca, si possono ritenere incoraggianti

Olio Officina


Entra in scena la nuova olivagione. Domanda ricorrente: come monitorare la qualità degli extra vergini?

Tutti pensano unicamente all’analisi dell’acidità, in prima battuta. Come se questo fosse l'unico parametro. Non è così. E non basta nemmeno conoscere il numero di perossidi, come pure i parametri spettrofotometrici nell’UV (per intenderci: K232, K268/270, DK) e gli alchil esteri. In realtà il mercato, soprattutto quello estero, è molto attento all'eventuale presenza di residui di fitofarmaci. Ecco allora la cosiddetta analisi multiresiduale degli oli

Chemiservice


Cosa si è detto in materia di conservazione e tracciabilità delle olive da tavola

Tutti gli alimenti devono puntare ad avere una buona shelf life e garantire una idoneità al consumo, che dipende da aspetti microbiologici, enzimatici e chimico-fisici. Il tempo di conservabilità è fondamentale, le innovazioni sono di conseguenza una strada obbligata. Si è svolto nella giornata di martedì 5 ottobre un utile webinar, uno dei tanti del ciclo del Progetto Alive organizzato dal Crea, dove si affrontano temi fondamentali in una chiave di lettura multidisciplinare

Olio Officina


Non c’è successo commerciale con le olive da tavola senza la necessaria preparazione

I corretti sistemi di packaging e conservazione sono importanti. Come pure la stessa tracciabilità. Le occasioni per approfondire non mancano. Il 5 ottobre l’appuntamento con il settimo evento del Crea, relativo al progetto Alive, con importanti aggiornamenti su come caratterizzare, valorizzare e tracciare le olive da tavola. Grande attenzione sarà posta inoltre sull’analisi sensoriale delle olive trasformate e sui concorsi attraverso i quali vengono premiati i migliori prodotti sul mercato

Olio Officina


Al via la nona edizione del concorso di design Le Forme dell’Olio

Un anno dopo l’altro ed è un successo continuo. Cresce la qualità delle proposte da parte delle aziende olearie. Passa l’idea che il design sia molto importante e strategico. Ma passa anche l’idea che il design non sia solo un vestito, ma un modo di essere e un tentativo di assegnare valore, economico e culturale, all’olio extra vergine di oliva. Cosa occorre fare per partecipare e a chi è rivolto il contest. Tutte le indicazioni utili

Olio Officina


A che punto sono le innovazioni tecnologiche nella filiera dell’oliva da olio e da mensa?

Le risposte in un webinar del Progetto Innolitec, martedì 28 settembre. Si affronteranno molti temi, tra i quali gli aspetti tecnologici relativi alla selezione qualitativa in post-raccolta delle olive, la valorizzazione di paste di olive surgelate e la produzione di paté di oliva, nonché i paté come fonte di composti bioattivi, e la valorizzazione dei prodotti secondari dell’industria olearia, in particolare riguardo alle acque di vegetazione mediante fermentazioni selettive

Olio Officina