Codice Oleario

Ci vuole un Succo di olive

Non mancano le occasioni di formazione e studio. La Provincia di Rimini ha dato vita a una “Guida ragionata alla conoscenza degli oli, dalla produzione al consumo consapevole”, ne sono tra gli altri autori Giovanni Lercker, Luigi Caricato, Stefano Cerni e Lorenzo Cerretani, avvalendosi di altri preziosi apporti

Olio Officina

Ci vuole un Succo di olive

La pubblicazione, edita da Olio Officina in agosto, sarà presentata in diverse occasioni. Una delle quali è la quarta edizione di Olio Officina Food Festival, cui vi invitiamo a non mancare.

Sono in tutto 256 pagine e ospita contributi a più voci, per un totale di dodici capitoli. Vi si trova tutto quello che serve sapere per affrontare il tema dell’olivo e dell’olio con un approccio tra il divulgativo e lo scientifico.

I curatori e coautori del volume – Giovanni Lercker, Luigi Caricato, Stefano Cerni e Lorenzo Cerretani – avvalendosi anche dell’apporto di altre professionalità, affrontano nel giusto modo un sapere antico quanto attuale, che si nutre costantemente di apporti nuovi, sempre in linea con i tempi, segno di un prodotto, qual è l’olio da olive, continuamente oggetto di studio e innovazione.

Il messaggio e i contenuti sono stati resi ancora più fruibili in ragione di un approccio aperto anche ai non esperti, con la precisa volontà di introdurre il lettore in un mondo che ha un fascino coinvolgente, soprattutto laddove si affrontano temi molto avvertiti come le implicanze con la salute, la trasparenza dell’etichetta e gli utilizzi degli extra vergini in cucina.

Questa pubblicazione ha la regia della Provincia di Rimini e come scrive Sauro Sarti – responsabile del Progetto Aogrpsl per la Provincia di Rimini – ha come obiettivo generale il miglioramento e la tutela del settore dell’olio d’oliva come risorsa economica e culturale”.

A beneficio dei lettori, riportiamo integralmente il testo di uno dei risvolti di copertina.


Siamo davvero certi che l’abitudine e la frequenza al consumo equivalgano a una reale e piena conoscenza di un alimento così prezioso e salubre qual è l’olio extra vergine di oliva?
L’Italia è da secoli un storico paese produttore di olive da destinare all’oleificazione. Tutto il mondo ci riconosce ormai un prestigio e una autorevolezza meritatamente gaudagnati sul campo: per bravura, professionalità e tenacia. Anche sul piano commerciale deteniamo un primato che ci rende orgogliosi per il grande lavoro compiuto nel tempo.

L’olio che ogni anno, di olivagione in olivagione, produciamo, è oggi ampiamente riconosciuto da tutti quale frutto di un sapiente lavoro e, nel contempo, quale esito di una ricca e variegata biodiversità che impreziosisce e rende unico e peculiare l’elemento fortemente identitario con cui da sempre ci contraddistinguiamo. La nostra olivicoltura si connota pertanto come espressione di eccellenza e insieme di unicità, ma non ci permette di soddisfare l’intero fabbisogno nazionale di olio.

Abbiamo necessità di importare dall’estero, e così, per non far venire meno il valore della tipicità, cerchiamo in tutti i modi di difendere l’italianità delle nostre produzioni, anche attraverso una tutela che parta dalle etichette, per poi concludersi nelle tante proposte culturali ideate allo scopo di far familiarizzare il consumatore con l’olio ricavato dalle olive.
Con Succo di olive. Guida ragionata alla conoscenza degli oli, dalla produzione al consumo consapevole, il lettore si apre a un sapere che gli consente di farsi un’idea più precisa e dettagliata della materia.

Tale opera di formazione, rivolta a un pubblico ampio, dal carattere divulgativo, è nata da una collaborazione tra Olio Officina e la Provincia di Rimini. Quest’ultima, da lungo tempo impegnata a valorizzare le proprie risorse agricole, atttaverso molte iniziative, ha prodotto negli anni una serie di pubblicazioni, tra cui un volume, dall’originario titolo Un filo d’olio, più volte riedito, che ora approda, con una integrazione di testi e una ristrutturazione significativa, all’opera attuale, il cui titolo è appunto Succo di olive.

Il messaggio e i contenuti dei dodici capitoli di cui è composto il libro, sono resi ancora più fruibili in ragione di un approccio aperto anche ai non esperti, con la precisa volontà di introdurre il lettore in un mondo che ha un fascino coinvolgente, soprattutto laddove si affrontano temi molto avvertiti come le implicanze con la salute, la trasparenza dell’etichetta e gli utilizzi degli extra vergini in cucina.

Iscriviti alle
newsletter