Codice Oleario

L'ampolla di Nausicaa

Ha per sottotitolo L'olio extra vergine d'oliva un tesoro di salute, il libro di cui è autore Pietro Gullo, edito da Rubbettino. Si gioca tutto sul binomio "sapori-saperi"e per questo l'autore ha voluto puntare anche sulle presenza di molte schede di taglio scientifico, da un lato, e divulgativo dall'altro. Ma il cuore del volume è soprattutto nelle ricette, ben cento

Maria Carla Squeo

L'ampolla di Nausicaa

"Un viaggio appassionato e accattivante nel variegato pianeta dell’olivicoltura attraverso gli arcani aneliti del mito e la testimonianza luminosa della storia", così presenta il libro, in apertura di volume, il professor Franco Gullo.

A seguire vi è una prefazione di Nicola Fiorita, presidente Slow Food Calabria, il quale  esalta il ruolo di questo albero antico e sempre presente che è l'olivo, simbolo della ricchezza, del paesaggio e della vocazione agricola calabrese.

Quindi una introduzione che chiarisce come sia necessario e fondamentale conoscere la materia prima scaturita  dalla spremitura delle olive, l'olio, per vivere meglio. Sappiamo quasi tutto di tutto ma poco consciamo l'olio, soprattutto se extra vergine. Ecco allora le ragioni di un volume di 298 pagine per chiarire intorno a questo succo che ci ha consegnato la storia sin dall'antichità.  

Il libro si divide in due parti, la prima "Le terre dell'ulivo e dell'olio", che comprende quattro capitoli; la seconda parte dal titolo "La salute con un sapore in più", che comprende a sua volta altri due capitoli, ma molto ampi.

C'è anche l'apporto di Elia Gullo, agronomo, che ha curato la parte agronomica e statistica, oltre che l'impostazione grafica, il servizio fotografico e la stesura stessa del libro. E, altrettanto efficace è stato l'artista Domenico Sgrò, autore della illustrazione di copertina, con "l'incontro tra Ulisse e Nausicaa", un olio su tela che giustamente ha dato forza e carattere alla copertina.

L’olio viene celebrato in ogni pagina, ritenuto a pieno titolo "nobile alimento dalle indiscutibili virtù terapeutiche". Almeno in passato così era, ora sicuramente un ottimo alimento destinato a prevenire malattie. Un condimento naturale - si legge - adatto per la prevenzione delle malattie cardiovascolari, del diabete, del cancro e dell’invecchiamento. Ecco allora gli occhi puntati sulla metà del libro che è talmente evidenziata da avere una colorazione differente, quasi a trascinare il lettore verso la parte più dilettevole, le ricette. Cento sono le ricette, le quali - si legge testualmente - sono "animate dalla presenza costante ed autorevole dell’olio extra vergine d’oliva, con particolare attenzione alla dieta mediterranea, che proprio lungo la costa calabra di Nicotera ha trovato la sua culla naturale".

Si gioca tutto sul binomio "sapori-saperi"e per questo l'autore ha voluto puntare anche sulle presenza di molte   schede di taglio scientifico, da un lato, e divulgativo dall'altro. Schede finalizzate a invogliare alla conoscenza degli aspetti gastronomici, come pure a ispirare il lettore a una buona, sana e corretta alimentazione.

Il taglio del libro è quello adatto a chi voglia intraprendere un percorso di conoscenza essenziale, ma ciò che si nota su tutto è la presenza dominante della Calabria nella mente e nel cuore di chi ha scritto il libro, quasi fosse il centro del mondo, terra d'elezione dell'autore che in questo modo riconosce l'elemento della territorialità come elemento cardine che contraddistingue e caratterizza i popoli.

Iscriviti alle
newsletter