Codice Oleario

La macellazione degli olivi

Scene da un oliveto nel Salento. Potatura drastica su alberi secolari. Un esempio individuato in agro di Botrugno

Francesco Caricato

La macellazione degli olivi

Ha senso tutto ciò? Si tratta di una vera potatura straordinaria e di riforma o, più semplicemente, di un approvvigionamento di legna da ardere? Certo è che gli olivi non appaiono, qui, in queste immagini, olivi felici. I tagli sono stati effettuati in maniera maldestra, con sconature e irregolarità piuttosto evidenti e marcate.

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Angelo Maria Cirasino

Angelo Maria Cirasino

14 maggio 2014 ore 13:55

Se Farinetti ha bisogno addirittura di un'ora per spiegare due semplici livelli di certificazione, il problema mi sembra sia suo, non della certificazione; e se è vero che gli stranieri "sono tutt'altro che sprovveduti", com'è possibile che lo diventino solo a proposito della certificazione? Peraltro a che servirebbe un onnicomprensivo marchio "Italia", se non a vendere vinelli opinabili allo stesso prezzo di un Barbaresco? Il sistema di marchi e disciplinari forse ha davvero bisogno di essere razionalizzato, ma temo che simili ostilità nei suoi confronti coprano un desiderio insopprimibile di livellamento della produzione: in basso, ça va sans dire.

Iscriviti alle
newsletter