Codice Oleario

Tecnologie per l’olivicoltura e per l’olio

Un catalogo del Simei dedicato al comparto oleario, con la struttura classica, propria di un catalogo di una manifestazione fieristica dedicata alle tecnologie, ma con l’originale ricchezza di contenuti in un saggio dal titolo “L’olio del futuro”, a firma di Luigi Caricato

Maria Carla Squeo

Tecnologie per l’olivicoltura e per l’olio

Non è la prima volta che si presenta sulla scena il catalogo generale del Simei. Intanto si tratta di un catalogo che consiste in due tomi. Il primo, quello principale e più voluminoso, è il catalogo generale della manifestazione fieristica Simei, evento, dal 3 al 6 novembre 2015, che si è appena concluso la settimana scorsa. Il secondo tomo, autonomo, ha per titolo Tecnologie per l’olivicoltura e per l’olio, ed è un chiaro segno di attenzione dedicata al comparto oleario.

L’originalità di questo secondo tomo è data dal fatto che all’interno del volume, oltre ai dati caratteristici di un catalogo fieristico, con elenco alfabetico degli espositori e indice merceologico, compare anche un saggio, a firma di Luigi Caricato, il noto esperto che, tra l’altro, con Olio Officina ha peraltro organizzato per il Simei la Hall Frantoio, dove si sono tenuti ben otto workshop dedicati, e il Sensory Oil Bar.

Il saggio, dal titolo “L’olio del futuro”, si sviluppa toccando più campi di indagine, facendo il punto dell’ultimo biennio vissuto dal comparto oleario italiano.

“Esiste una nuova prospettiva per l’olio ottenuto dalle olive?” Si legge in apertura del saggio di Luigi Caricato. E ancora: “Dopo oltre sei millenni di produzione olearia è ancora possibile concepire innovazioni di grande impatto? Rispetto al recente passato c’è più fermento, con una maggiore consapevolezza sugli obiettivi da raggiungere, ma anche, paradossalmente, non esistono nel medesimo tempo grandi novità, per lo meno non così eclatanti da essere considerate storiche. C’è invece una paura del nuovo, con una resistenza ostinata nel tentativo impossibile di non cambiare. E’ solo una questione di tempi, però. Il comparto ha in nuce il germe del cambiamento. Altre soluzioni si prospettano all’orizzonte, e sarà l’orgoglio a far voltare pagina, innestando un processo culturale che ci porterà dritti verso nuove mete”.

E’ un catalogo da conservare, proprio perché al di là dell’utilità degli indirizzi e delle aziende con le loro tecnologie porposte al comparto, c’è anche questa parte di saggio che da sola merita di essere conservata. Sta qui l’originalità del catalogo Simei dedicata all’olio. Essere anche utile al di là dei dati, pur importanti, ma che con i successivi cataloghi diventano già superati.

Oltre ai due tomi, c’è anche il supporto digitale per chi desidera conservare, in poco spazio, l’intero contenuto dei due cataloghi.

I due tomi del Catalogo generale del Simei 2015 è in vendita a 30 euro ed è possibile richiederlo alla Segreteria del Simei, scrivendo a: info@simei.it

Iscriviti alle
newsletter