Olio Officina Festival

Extra vergine 60+

Speciale anticipazioni OOF 2020. Appuntamento per sabato 8 febbraio con l'intervento della prof.ssa Tullia Gallina Toschi, dell'Università si Bologna, sulle questione per nulla superficiali riguardanti l'olio, in occasione dei 60 anni dell'extra vergine, e sarà disponibile l'hashtag #extravergine60+ 

Olio Officina

Extra vergine 60+

Alle ore 12.30, nella sala Leonardo, nella giornata di sabato 8 febbraio, la professoressa Tullia Gallina Toschi, dell’Università di Bologna, sarà presente sabato 8 febbraio per una conversazione sul tema “L’olio del profumo e del desiderio”. È pronto anche l’hashtag per l’occasione: #extravergine60+.

Il suo intervento affronterà questioni per nulla marginali. Per esempio:quali sono le qualità di un olio straordinario, che non siamo mai riusciti a spiegare davvero per quello che è? Forse gli aspetti salutistici, che diamo per scontati, abituati come siamo a vedere la bottiglia di extra vergine - talora quasi anonima - nelle nostre cucine o nei ristoranti? Un maggiore risalto alle proprietà sensoriali, quando ci troviamo ancora alla sbarra nella diatriba tra olio “medicinale” ed extra vergine leggero? Dopo 60 anni di extra vergine e in un panorama non più mediterraneo ma mondiale, abbiamo tutti gli elementi e per analizzare l’olio. In laboratorio? Certamente. Ma anche decostruendolo insieme.

Desiderandolo o a facendolo desiderare per quello che deve essere. Profumato di oliva fresca o matura, delicato o acceso, amaro come il cardo, pungente di mandorla o dolce di camomilla. L’olio su ogni ingrediente di valore. L’olio non mascherato. L’olio come medicina o per la medicina. L’olio per la pelle e sulla pelle. L’olio più desiderato e da proteggere al mondo. L’olio vergine ed extra vergine di oliva.   

Biografia

Professoressa ordinaria all'Università di Bologna dal 2016, coordinatrice del gruppo di ricerca di analisi sensoriali e strumentali degli alimenti, Tullia Gallina Toschi rivolge i propri interessi di ricerca allo studio di metodi per la verifica dell'autenticità degli alimenti, con un particolare interesse per gli oli ed i grassi alimentari, tra cui l'olio extravergine di oliva. Si occupa, inoltre, di innovazione alimentare, di riutilizzo di sottoprodotti e di interazioni virtuose nella ricerca e sviluppo, come la simbiosi industriale. 

La professoressa Gallina Toschi coordina inoltre progetti di ricerca internazionali e nazionali, collabora con numerose Università, Istituti europei, è nella commissione di esperti chimici degli oli di oliva della Commissione europea e del Consiglio oleicolo internazionale (IOC, Nazioni Unite) si occupa di divulgazione scientifica ed è e delegata del Rettore per il benessere lavorativo. 

La foto di apertura è di Olio Officina

Iscriviti alle
newsletter