Olio Officina Festival

L’alta qualità a OOF 2017

Gli oli extra vergini di oliva di alta qualità cancellano i vecchi confini geografici e ne disegnano di nuovi. Due consorzi - uno italiano, l’altro spagnolo - si raccontano alla sesta edizione di Olio Officina Festival. A Milano, il 3 febbraio, i protagonisti della filiera che puntano sull’alta gamma: Ceq e QV Extra

Olio Officina

L’alta qualità a OOF 2017

È un evento di primo piano, che vede coinvolti due consorzi importanti e prestigiosi, a rappresentare l’Italia e la Spagna olearia. Si tratta di un incontro da non perdere, perché si concentra sul concetto e il valore dell’alta qualità. Non la qualità e basta, quella commerciale, che consente di definire olio extra vergine di oliva un prodotto che rientra nei parametri stabiliti dal legislatore, ma una qualità alta, che punta a parametri scelti volontariamente, rigorosi e tali da andare oltre il concetto di qualità cui siamo abituati. una vera sfida, che unisce due consorzi e non li vede contrapposti tra loro, ma in atteggiamento di dialogo costruttivo.

Il principio seguito da Ceq e QV Extra Internacional è molto chiaro e inequivoco: gli oli extra vergini di oliva di alta qualità cancellano i vecchi confini geografici e ne disegnano di nuovi.

I confini geografici nazionali tra i produttori olivicoli di extra vergini di pregio hanno infatti sempre meno importanza. La comune, ciclopica sfida di rivoluzionare l’immagine percepita del prodotto annulla le barriere geografiche e avvicina i produttori.

La sfida che attende gli imprenditori olivicoli degli extra vergini di alta gamma è interna e esterna allo stesso tempo. Da una parte, è un intero comparto che deve crescere compatto sui mercati, guadagnando quote di consumatori, dall’altro è lo stesso comparto che ha bisogno di mettere ordine al proprio interno rivedendo anche le denominazioni dei diversi prodotti.

I consumatori delle nuove generazioni sono curiosi, ben disposti a conoscere, abituati a documentarsi in rete, disponibili ad appassionarsi ed emozionarsi, e cercano novità, ma è necessario attirare il loro interesse, prima di convincerli del valore differenziale degli extra vergini di qualità; e il linguaggio va rivisto e rinnovato.

Un gruppo sempre più numeroso di olivicoltori intende raccogliere questa sfida e ha deciso di anteporre la cooperazione alla competizione.


IL PROGRAMMA DI VENERDÌ 3 FEBBRAIO 2017

Gli oli extra vergini di oliva di alta qualità cancellano i vecchi confini geografici e ne disegnano di nuovi.

Elia Fiorillo, presidente del Ceq, Consorzio extra vergini di qualità

La calidad ante todo. Una decisión obligatoria para crear valor. La experiencia de un grupo de productores españoles que escogen de comprometerse con una estrategia común.

La qualità, prima di tutto. Una scelta vincolante per creare valore. L'esperienza di un gruppo di produttori spagnoli che scelgono di impegnarsi per una strategia comune.

Soledad Serrano, presidente QV Extra Internacional


Un’alleanza nella qualità, per stravolgere i vecchi e obsoleti paradigmi della competizione tra i due Paesi.

Mauro Meloni, direttore Ceq, Consorzio extra vergini di qualità

Oltre a questo evento, Ceq e QV Extra Internacional saranno presenti attraverso i loro rappresentanti in altri incontri, dal 2 al 4 febbraio a Milano, nello storico Palazzo delle Stelline, nell’ambito della sesta edizione di Olio Officina Festival.

Per chi vorrà saperne di più, è possibile scaricare il programma QUI, mentre le indicazioni per l’accesso al festival si possono trovare QUI, e, per coloro che vengono da fuori Milano, trovano QUI la possibilità di usufruire della convenzione con l’albergo all’interno del Palazzo delle Stelline.

La foto di apertura è di Olio Officina Festival

Iscriviti alle
newsletter