Olio Officina Festival

L'oleologo e l'innesto

Anche quest’anno Poste Italiane partecipa a Olio Officina Festival, evento giunto alla sesta edizione, ponendo come tematiche dei due annulli filatelici del 3 e del 4 febbraio la figura dell’oleologo e la lotta al batterio Xylella attraverso la speranza riposta nella pratica dell'innesto

Olio Officina

L'oleologo e l'innesto

Venerdì 3 e sabato 4 febbraio, presso il palazzo delle Stelline in corso Magenta 61 a Milano, dalle ore 11.00 alle ore 17.00, sarà possibile ottenere gli annulli filatelici dedicati all’evento.

L’ideatore, organizzatore e direttore del Festival, Luigi Caricato, ha voluto per il terzo anno consecutivo celebrare le due giornate del Festival con il servizio esclusivo di Poste Italiane Filatelia.

I due bozzetti, realizzati nel formato tondo con due differenti immagini dell’illustratore Valerio Marini, riproducono nel primo timbro un ramoscello d’olivo, l’olio che sgorga dal separatore centrifugo in frantoio e il bicchiere ufficiale d’assaggio, mentre nel secondo è illustrata la tecnica di innesto che si spera possa essere risolutiva per debellare la malattia degli olivi denominata Xylella.

Per l’occasione sono state realizzate delle cartoline sulle quali sarà possibile apporre gli annulli speciali per farne degli oggetti da collezione filatelica.

A questo proposito segnaliamo che la scelta dei francobolli da abbinare è stata particolarmente accurata ed è ricaduta su francobolli dedicati ad eccellenze del nostro Paese: 130° anniversario di fondazione del pastificio De Cecco, emissione 2016; spaghetti all’amatriciana, emissione del 2008, che vuole essere un particolare tributo alla città di Amatrice colpita dal recente sisma.

Saranno inoltre disponibili le più recenti emissioni di francobolli, insieme ai tradizionali prodotti filatelici di Poste Italiane, quali folder, cartoline, tessere, libri e raccoglitori per collezionisti.

Nei sessanta giorni successivi alla manifestazione gli annulli saranno depositati presso lo sportello filatelico dell’ufficio postale di Milano Palazzo della Regione, per soddisfare le richieste dei collezionisti.

Trascorso tale periodo i piastrini filatelici saranno depositati presso il Museo della Comunicazione in Roma.

Iscriviti alle
newsletter